SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Red White & Blue

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Red White & Blue 3.00 of 5 1 Vote.
Erika è una ragazza che trascorre le serate passando da un locale all'altro in cerca di uomini con cui fare sesso. Il suo sembra un vero e proprio bisogno: rapporti con perfetti sconosciuti, senza protezioni, senza alcun sentimento se non quello del desiderio della carne. La seguiamo sin dall'inizio in questa sua vita dissoluta accompagnati da una colonna sonora quasi malinconica di solo piano, come se il regista volesse farci capire che ci sia qualcosa dietro. Non a caso egli ci mostra Erika al mattino lavarsi sotto la doccia, insistendo su quella spugna che viene con forza strofinata su ogni centimetro della pelle, quasi volesse levarsi di dosso l'odore, il sudore, il contatto del suo incontro notturno.La ragazza vive in un pensionato in cui fa le pulizie, qui incontra Nate, l'unico uomo che sembra interessato a lei: la cerca, l'aiuta, le trova un lavoro presso il megastore di bricolage dove lavora, si preoccupa per lei. Eppure Erika lo respinge allo stesso modo con cui flirta con i nuovi colleghi, tanto che Nate ribollisce di rabbia quando la vede più volte entrare nel bagno assieme a questo o quel collega. Ciononostante quando si avvicina ad Erika e le chiede se va tutto bene, lei risponde scontrosa, salvo poi pentirsi e cercare Nate nella sua stanza non per un rapporto ma solo per dormirci assieme.Infine c'è Frankie, che passa le giornate tra il lavoro al fast food e la musica suonata nel garage, mentre si prende cura della madre malata gravemente di tumore. Frankie è uno dei tanti uomini di Erika, ma qualcosa lo terrà legato alla ragazza, qualcosa che lentamente porterà le vite dei tre personaggi ad incrociarsi fatalmente.Red White Blu è uno di quei film che portano sullo schermo le storie dei tanti disadattati degli Stati Uniti, in modo particolare quelli degli stati del Sud. Il titolo del film non a caso richiama i colori della bandiera USA, ma anche di quelli del Texas, dove si svolge la storia, ed il titolo di una canzone di un gruppo strettamente legato al sud quale i Lynyrd Skynyrd. Erika, Nate e Frankie sono, ognuno a modo loro, degli emarginati. Erika, scappata di casa, che ha rapporti ogni notte con uomini diversi e di cui tiene addirittura un album, quasi fosse un gioco, una collezione, un bisogno, mentre poi si rivelerà altro; Nate è un ex marine, senza arte né parte, trasandato, senza alcun legame, che si affeziona ad Erika per un'affinità che avverte sin da subito; Frankie invece è uno di quelli che cerca di fare il colpo con la propria band, per diventare qualcuno, per poter pagare le cure e l'assistenza alla madre malata, per lasciare il lavoro che odia e lo fa impazzire.Ma Red White & Blu non è la solita storia degli emarginati del sud: è una storia di rabbia e di vendetta, tutti dentro al film mostrano rabbia e vanno in cerca di vendetta, sono vittime e sono carnecifici, eppure nessuno è innocente. L'incontro di Erika prima con Frankie e poi con Nate farà scattare un meccanismo terribile e feroce, scatenando una spirale di violenza e di cieca vendetta, il cui culmine è un vero e proprio pugno nello stomaco dello spettatore.Non ci sono insegnamenti, denunce o lezioni da imparare nel film di Simon Rumley, come pellicole di altri registri bordeline come Todd Solondz o Larry Clark ci viene mostrata la storia di gente comune che, come la cronaca nera quotidiana ci propina, d'un tratto si trasformano in qualcosa che nessuno avrebbe immaginato. Qualcuno lo ha già paragonato a film come Audition di Miike e Symphaty for Mr (e Mrs.) Vengeance di Park Chan-wook ma, a parte la sete di vendetta che diventa cieca violenza, siamo su tutt'altro genere: questa è Austin - Texas, e le cose non funzionano proprio come in Giappone o in Corea del Sud.La regia cerca di trasmettere tutto questo attraverso primi piani che seguono gli attori nel loro incedere, mentre l'audio sparisce e rimane solo la colonna sonora estranea all'ambiente, quasi a voler suggerire un'attenzione particolare per quello che sta per succedere, con una soffice musica di pianoforte che richiama la quiete prima della tempesta.Red White & Blu è un film duro, drammatico e terribilmente feroce nella spirale di violenza che si innesca alla fine, forse troppou2026e il messaggio Kunderiano del desiderio di fare sesso applicabile ad un numero spropositato di individui mentre quello di dormirci accanto è applicabile ad uno solo, sembra stonare nella vita di Erika e nasconde una terribile verità; ma fa tutto parte della struttura cinematografica che Simon Rumley, ci svela un poco alla volta, fino all'epifania finale.ENGLISH VERSIONErika is a girl who spends her nights going from a pub to another, looking for sex with someone.
It seems to be a true need for her: sex with perfect strangers, without protection, without any emotion but the desires of the flesh. From the start, we follow her through this wasted life with a melancholic piano solo soundtrack; it's like the director wants us to know that there is something else behind. It's not by chance that he shows Erika washing under the shower every morning, zooming on the sponge that is rubbed with force on every centimetre of her skin, in an effort to remove from her body the smell, the soak, the contact of her nightly encounters.The girl lives in a lodge, where she pays for her room by cleaning up the place. Here, she meets Nate, the only man who seems interested in her: he looks for her, he helps her, he finds her a job in the DIY mall where he works, he worries for her. Still, Erika rejects him as she flirts with her new workmates, and Nate burns of rage inside when she enters in the bathroom with this or that colleague. In spite of this, when he gets close to Erika and asks her is everything alright, she answers like she's bothered, but then apologises and goes to Nate's room, not for sex, but to sleep at his side. Then there's Frankie, a boy who spends all day either working at a fast food or playing music in the garage while he takes care of his ill mother with cancer. Frankie is one of the many men of Erika, but something will link him to the girl, something that will slowly bring the lives of the three to intertwine.Red White & Blue is one of those movies that bring on the screen the stories of many American misfits, in particular those of the southern states. It's not a case that the title recalls the colours of the USA flags, but also the Texas one, where the story takes place, and it's also the title of a song from a famous southern rock band like Lynyrd Skynyrd. Erika, Nate and Frankie are misfits, outcast. Erika, homeless, has sex every night with different men and she has a photo book with all their pics, like a game, a collection, a need, but it will be revealed as something else. Nate is a vet marine, homeless too, rootless, he loves Erika because he feels bound to her from their very first encounter. Frankie is one of those who seek success in music: to become someone, to pay for his mother's medical assistance, to leave a job that he hates and drives him crazy.But Red White & Blue is not the common southern misfits story: it's a story of rage and vengeance. Every character shows rage and looks for vengeance, they are victims as well as tormentors, and no one is innocent.
Erika's encounters, first with Frankie and than with Nate, will start a terrible and cruel mechanism, a raging spiral of violence and blind revenge, whose climax is a real punch in the viewer's stomach.
There are no lessons to be learned from Rumley's movie like in movies of other bordeline directors as Todd Solondz o Larry Clark; it is the story of common people that, like we see every day on the newspapers, suddenly become something else, something no one could have imagined. Someone has already compared Red White & Blue to movies like Mike's Audition or Sympathy for Mr. (and Mrs.) Vengeance by Park Chan-Wook but, except for the thirst for vengeance that becomes blind violence, this is another thing: this is Austin - Texas, and things go very different here than in Japan, or South Korea.The director tries to convey all this through close ups that follow the actors when they walk around, while the audio fades away until only the soundtrack remains to suggest us to watch out for what is going to happen, like the soft piano music that recalls the calm before the storm.Red White & Blue is a tough movie, dramatic and terribly cruel in the violence's spiral that explode in the end, maybe too much so...and if the Kunderian message in the desire to make love being associated to many people, while that of sleeping together is for one only, seems out of place in Erika's life, it's because it hides a dreadful truth. But it's all part of the structure that Simon Rumley slowly reveals, until the final epiphany.

 

Articoli correlati

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort