SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Rec 3 La Genesi

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
Rec 3 La Genesi 2.00 of 5 1 Vote.

Koldo e Clara stanno per celebrare il giorno più importante della loro vita: il matrimonio. Tutto sembra scorrere per il meglio. Il luogo della cerimonia è magnifico e amici e parenti si stanno divertendo. Una giornata meravigliosa.

D'un tratto qualcuno degli ospiti comincia a mostrare degli strani sintomi: si pensa ad una malattia di origini sconosciute, ma tutto avviene troppo velocemente e Koldo e Clara, prima ancora di realizzare cosa stia accadendo, si ritrovano separati l'uno dall'altra in un inferno di sangue e morte. Oltre che trovare un modo per potersi riabbracciare, i due dovranno superare un ostacolo ben più arduo...sopravvivere.

Nel 1999 The Blair Witch Project di Eduardo Sanchez e Daniel Myrick portò il Cinema Horror in una dimensione fino a quel momento inesplorata (anche se il primato dell'idea del found footage va a Ruggero Deodato con Cannibal Holocaust). Per la prima volta, grazie alla soggettiva della camera a mano, lo spettatore sperimentava un tipo di immedesimazione diversa, come se qualcosa lo trascinasse direttamente dentro il film e gli permettesse di vivere l'orrore in prima persona insieme agli altri protagonisti e non come semplice osservatore passivo. Un'idea tanto semplice quanto rivoluzionaria che venne ripagata anche da un enorme successo commerciale, eppure, contrariamente ad ogni logica del business hollywoodiana, nessun produttore decise di replicare questo stile narrativo in ulteriori pellicole. Nemmeno la stessa Haxan Films, la casa di produzione di Sanchez e Myrick, visto che Il libro segreto delle streghe: Blair Witch 2 tornò ad un classico taglio cinematografico, fallendo miseramente l'obiettivo. Ma questa è un'altra storia.

Da allora ci fu solo qualche sporadico episodio, come l'ottimo The Curse di Kôji Shiraishi del 2005, o The Zombie Diaries di Kevin Gates e Michael Bartlett del 2006, ma dovettero passare ben otto anni prima che qualcuno decidesse di raccogliere in modo ufficiale il testimone. Curiosamente, a farlo ci fu ancora una coppia di filmaker, questa volta spagnoli, ovvero Jaume Balaguerò e Paco Plaza, due dei più validi alfieri della Filmax.

Se qualcuno (io sono fra questi) considerava il film di Blair Witch Project come uno dei tasselli che componeva una più articolata e geniale strategia di marketing, forse uno dei primi (se non il primo) virale della storia del cinema, con REC ci fu la presa di coscienza definitiva della nascita di un nuovo genere. Con REC, infatti, il termine Found Footage Horror cominciò ad assumere dei connotati più precisi, finendo con l'affiancarsi ad altri illustri "colleghi" come ad esempio lo slasher o il torture porn.

Il film di Balaguerò e Plaza ha come suo maggior pregio quello di aver sviluppato, partendo da un plot quasi elementare (una giornalista segue con il suo cameraman una squadra di vigili del fuoco durante una loro tipica giornata di lavoro), una storia che prende corpo durante la visione, portandoci al cospetto di un horror che torna a far paura come non capitava da tempo. REC 2 alza ancora il tiro, elevando ai massimi livelli la tecnica della ripresa con la camera a mano grazie a molteplici soggettive, rese possibili dalle videocamere montate sugli elmetti di una squadra speciale che faceva irruzione nella palazzina infestata dalle creature.

Al contrario di quanto accadde per Blair Witch, dopo i due REC c'è stato un autentico boom dei Found Footage Horror, compreso un inutile remake fotocopia realizzato negli Usa (Quarantena di John Erick Dowdle), fattore che ha per certi versi inflazionato il genere in appena una manciata di anni.

Cosa fare quindi con REC 3?

La scelta più facile sarebbe stata quella di procedere la saga lasciandone immutate tutte le sue caratteristiche, con il rischio però di assomigliare ironicamente ad uno dei tanti cloni sparsi in giro per il globo. Ecco quindi che Paco Plaza, lasciato per l'occasione da solo alla cabina di comando (Balaguerò si è concesso una pausa con il thriller Bed Time, ma firmerà la regia di REC 4), decide di cambiare in modo netto le carte in tavola, tracciando una linea di confine fra questo capitolo e i suoi riusciti predecessori.

Un ritorno allo stile classico, un'ennesima mutazione stilistica alla quale lo spettatore avrà modo di assistere proprio durante il film.

L'intro di REC 3, cambio di location a parte, rispetta alla perfezione le sue origini, mostrandoci ciò che accade attraverso gli occhi di tante telecamere. Quando però l'incubo vero e proprio ha inizio, lo strumento simbolo della saga si infrange a terra. Ed è infatti da questa metaforica rottura che comincia la pellicola, come se Paco Plaza ci volesse dire:"Ok, così come noi abbiamo creato questo genere, ora noi lo distruggiamo!".

Ma non è solo lo stile di ripresa a differenziare La Genesi dagli altri capitoli. L'atmosfera che si respira è più grottesca dei primi REC, persino comica in alcuni frangenti, aspetto che stempera di parecchio la tensione. E' come se avessero affidato la regia ad Alex De La Iglesia, giusto per lasciarvi capire meglio cosa intendo, anche se i risultati purtroppo non sono gli stessi di molte pellicole firmate da questo grande regista iberico. Si scade a volte nel ridicolo spiccio e si perde di conseguenza quella giusta empatia che ci fa vivere con passione la storia insieme al cast. Peccato perchè i due protagonisti (in particolare Leticia Dolera) e alcuni comprimari (zio Pepe Victor su tutti) sono molto bravi.

Un importante elemento che rendeva davvero spaventosi i due REC era rappresentato dalle creature demoniache: che fosse una donna, un uomo o anche un bambino, questi mostri facevano una paura fottuta.

In REC 3 - La Genesi invece appaiono come un branco di zombie cerebrolesi, mai veramente minacciosi da creare quel classico brivido lungo la schiena.

Altro aspetto che mi ha lasciato perplesso è l'effettiva utilità di questo capitolo.

Durante la sua lavorazione si parlava di prequel, di pellicola che avrebbe spiegato molti interrogativi e sviluppato ulteriormente la storia. Niente di tutto questo.

Si accenna in modo piuttosto sbrigativo a come potrebbe essersi diffusa l'epidemia demoniaca, che nel frattempo sta esplodendo contemporaneamente in diverse città (in un momento del film si vede una tv che trasmette un servizio proprio sulla palazzina infestata dei REC). Si tratta semplicemente di una storia che accade in parallelo ai fatti conosciuti nei primi film.

Tolti alcuni riferimenti inconfondibili, Rec 3 potrebbe essere scambiato per qualsiasi altro titolo a base di creature fameliche. Tecnicamente molto ben fatto per carità, con ottimi effetti gore, un horror a tratti divertente ed efficace, ma ben lontano a mio giudizio dai livelli qualitativi dei precedenti episodi.

Sarebbe ingiusto e superficiale da parte mia considerarlo un brutto film, proprio perchè di aspetti positivi ne possiede, però sarebbe altrettanto ingiusto nei vostri confronti se vi dicessi che conferma a pieno le aspettative di chi ha amato fino ad ora questa saga. E' un'illusione che non mi sento proprio di darvi.

A questo punto sono davvero curioso di vedere come se la caverà Balaguerò con REC: Apocalypse

Questa è la trama non ufficiale della pellicola (occhio spoiler) - Angela Vidal, la giovane reporter che entrò, nel primo REC, nella palazzina infestata insieme ad un gruppo di vigili del fuoco, è sopravvissuta alla mattanza. I soldati che fanno irruzione nell'edificio in cerca di superstiti, però, non sanno che la ragazza porta dentro di se il seme che ha scatenato il contagio. Angela viene rinchiusa in quarantena in un'istallazione di massima sicurezza. Si tratta di una vecchia petroliera (o stazione petrolifera, non è chiarissimo n.d.r.) situata a chilometri dalla costa e circondata unicamente dal mare, un luogo ideale scelto per la quarantena.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Martedì, 05 Dicembre 2000
  • Da Marco Viola

Blair Witch Project 2: Il Libro Segreto delle Streghe

  • Mercoledì, 14 Settembre 2011
  • Da mike

The Tunnel [1]

  • Lunedì, 31 Marzo 2014
  • Da Joomla\CMS\User\User

The Blair Witch Project Trailer Film Found Footage Horror 1999 HD

  • Domenica, 29 Luglio 2012
  • Da Super User

REC 3 - Genesis - La Recensione del Film in Anteprima

  • Martedì, 25 Gennaio 2011
  • Da mike

Alien Abduction: Incident in Lake County

  • Mercoledì, 16 Settembre 2009
  • Da Super User

Paranormal Activity - Il Trailer e la Locandina

  • Domenica, 20 Luglio 2008

The Blair Witch Project

  • Lunedì, 19 Settembre 2011

The Blair Witch Project 3

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort