SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Rec [1]

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Rec [1] 3.00 of 5 1 Vote.
Barcellona. E' notte, u00c1ngela (Manuela Velasco) è una giovane giornalista che assieme al suo cameraman segue una pattuglia di pompieri durante il turno di notte nella grande città Catalana. Il film inizia con un'introduzione fatta dalla protagonista sulla vita del vigile del fuoco, il quale deve essere sempre all'erta e pronto ad intervenite in casi di emergenza. Spesso sono cose di poco conto, come porte bloccate o animali intrappolati in luoghi angusti, ma a volte dietro una chiamata si nasconde una reale emergenza.REC è girato tutto con camera a mano, noi siamo l'occhio della telecamera, vedremo u00c1ngela in ogni momento e tutto quello che accade intorno a lei. La troupe televisiva attende con ansia una chiamata in modo da poter riprendere i pompieri in azione. Finalmente qualcuno telefona al pronto intervento e si recano con un camion verso l'emergenza: i vigili del fuoco ridono e scherzano con la giornalista, il tono di chi ha chiamato non era poi molto allarmato, ma quando giungono ai piedi del palazzo in questione vedono la polizia e la cosa sembra un pò più seria del previsto. Si informano dagli agenti e i vicini fermi nell'atrio dell'edificio e subito questi raccontano di un gran rumore che proveniva dall'ultimo piano. Di urla disumane e agghiaccianti, di rumori di colluttazione, e poi il silenzio...

Si recano nell'appartamento, sfondano la porta e trovano uno spettacolo agghiacciante. Vi sono cadaveri al suolo con segni di morsi sul corpo. Sono stati sbranati. L'anziana dell'appartamento all'improvviso si scaglia contro di loro completamente ricoperta di sangue e in preda al delirio, come affetta da idrofobia. Il poliziotto si spaventa e le spara contro, lei stramazza al suolo. Un collega dell'agente che ha sparato, pochi attimi dopo viene morso al collo da un individuo anch'esso rabbioso, si dissangua, muore. Il panico sta crescendo sempre più, la telecamera d'ora in poi sarà come impazzita, u00c1ngela ha paura, il servizio sta venendo bene, ma non si sarebbe mai aspettata nulla di ciò e il panico è totale quando si rende conto che nemmeno polizia e pompieri hanno idea di cosa stia succedendo. La telecamera continua a riprendere, è sempre in modalità REC...

La pellicola è girata da Jaume Balaguerò (Nameless, Darkness, Fragile), personaggio conosciuto in tutto il mondo, e Paco Plaza (Second Name) meno noto a livello internazionale ma di grande esperienza. Interessante è vedere chi produce questo film, la Filmax Entertainment, major che attualmente non naviga proprio in ottime acque anche dopo l'uscita di scena di Brian Yuzna, uno dei soci fondatori insieme a Julio Fernandez.
E' inutile girarci attorno, REC è una mossa commerciale che ha del geniale, in primis per la tecnica di ripresa, la quale si ispira a quel prodotto inquietante e macina soldi che è stato Blair Witch Project (che a sua volta si ispira non poco al nostrano Cannibal Holocaust), creando così una tensione continua intervallata solo da brevi istanti in cui i respiri dei personaggi fanno comunque da introduzione a scene improvvise e quasi devastanti, a sequenze di gore piuttosto estremo, le quali, girate con camera a mano e quindi tutt'altro che statiche, con il suono sempre in presa diretta, danno una sensazione di realtà quasi disturbante. Siamo in un reality che si trasforma in un incubo. Gli zombi si avvicinano molto alla nuova iconografia inaugurata da 28 Giorni Dopo, anche se in quest'ultimo caso non si trattava propriamente di morti viventi ma di infetti. Questi nuovi zombi corrono, saltano e sono incredibilmente feroci. In REC non c'è nulla di veramente originale ma tutto funziona perfettamente; è una macchina per terrorizzare che si nutre di una moderna iconografia del terrore e della nuova era dei media. E' doveroso segnalare che una pellicola del genere va obbligatoriamente vista in sala, almeno la prima volta! Astenersi dalla visione deboli di cuore, non è la solita pubblicità che si legge sulle locandine di alcuni film. REC fa veramente saltare sulla poltrona e salire le scale di un palazzo al buio, per qualche tempo, non sarà più la stessa cosa.Curiosità: La Filmax ha già firmato con la Screen Gems, una divisione della Sony Pictures Entertainment riguardo ai diritti per il remake Americano di REC. Siamo probabilmente di fronte a uno dei remake concepiti più rapidamente nella storia, infatti è in pre produzione ed è prevista l'uscita per il 2009. Il regista sarà John Erick Dowdle e Jaume Balaguerò sta già lavorando alla sceneggiatura. Sembra quasi che considerando il basso budget di un prodotto del genere, abbiano preferito rigirarlo invece di doppiarlo semplicemente. Ma questa è solo ironia. Probabilmente ci sono stati accordi a cui noi non è dato sapere.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Lunedì, 21 Dicembre 2009
  • Da Super User

Rec 2 - Intervista a Jaume Balaguerò

  • Sabato, 20 Dicembre 2014
  • Da Dj Mayhem

REC 4: Apocalypse - Recensione Film

  • Giovedì, 23 Novembre 2006
  • Da Martino Savorani

Mirror: Chi vive in quello Specchio?

  • Martedì, 28 Aprile 2009
  • Da Paolo Spagnuolo

Il Mostro dell'Obitorio

  • Giovedì, 12 Giugno 2008
  • Da AlbaM@ter

Chiamata Senza Risposta

  • Venerdì, 27 Settembre 2013
  • Da Cristina Spin

Il Riflesso della Morte (Cortometraggio)

  • Venerdì, 18 Maggio 2007
  • Da Za-lamort

Reincarnation

  • Giovedì, 17 Gennaio 2013
  • Da Marco Viola

Rec 3 La Genesi

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort