SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Rammbock

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
Rammbock 4.00 of 5 1 Vote.
Rammbock in tedesco indica lo sbattere forsennatamente una porta, il bussare insistente. Considerate che si tratta di uno zombie movie e avete sostanzialmente la trama di questo film dalla durata fuori standard (solo 64'). Un buon film, che a fronte dei moderni cliché sugli zombi (epidemia di un virus che spinge alla violenza, i sani/vivi assediati in posti chiusi come la propria casa, ecc.) punta tutto sulla caratterizzazione dei personaggi e su alcune trovate interessanti.I due protagonisti sono un tipo un po' sfigato, Michael, che torna a Berlino per tentare di riallacciare il rapporto con la fidanzata che lo ha mollato e un giovane ragazzotto, Harper, che lavora come bassa manovalanza idraulica. I due si incontrano nella casa della ragazza, Gabi, proprio nel momento dello scoppio della crisi epidemica, dovuta a un agente patogeno che non uccide, ma sconvolge la mente di chi colpisce e lo spinge ad atti estremi di violenza. Vi è anche un accenno di spiegazione scientifica, legata all'interazione tra il virus e l'adrenalina prodotta durante gli attacchi di rabbia, ma non ha molta rilevanza. L'elemento centrale della vicenda è che Michael non riesce a trovare Gabi per ridarle le chiavi di casa e per tentare di recuperare il loro rapporto: le orde di zombi con la bava alla bocca sono solo un fastidioso contrattempo per la sua missione a Berlino...L'impianto della vicenda è divertente e l'interpretazione di Michael è del tutto credibile, a differenza di quella del compare Harper, le cui espressioni facciali sono un po' congelate. I due intavolano discussioni surreali, come quella sulle forchette di Gabi e partoriscono idee à la McGyver per superare l'assedio degli zombi e portare a termine le diverse quest che si trovano davanti: recuperare il cellulare, scambiare tranquillanti (che limitano la produzione di adrenalina) con cibo, cercare appunto l'introvabile Gabi. Il tutto fila liscio con poca paura, ma divertendo molto, fino all'epilogo romantico a sorpresa e perfettamente in tema. Una bella prima prova del giovane Marvin Kren e del suo compare Benjamin Hessler, tecnicamente accurata e funzionale, costruita attorno a un sogno di quest'ultimo che evidementemente ha qualche problema con i muri di mattoni...Faccio notare come la produzione sia compartecipata dalla tv pubblica tedesca: chi si immagina un film sugli zombi pagato dalla RAI? Rammbock è stato presentato al Science+Fiction, festival della fantascienza 2010 di Trieste e ha vinto meritatamente il premio Nocturno, messo in palio dall'omonima rivista di settore...forse proprio perché da noi la produzione di film del genere è davvero fantascienza.

 

Articoli correlati
Recensioni Film
  • Lunedì, 24 Settembre 2012
  • Da Alberto Genovese

Bed Time

Considerata la discontinuità artistica del bravo Jaume Balagueró, si può senz'ombra di dubbio considerare questa ultima fatica del regista spagnolo come il suo capolavoro assoluto, superiore anche...

Altri articoli
  • Giovedì, 18 Novembre 2010

Rammbock

  • Mercoledì, 02 Dicembre 2009
  • Da Super User

Night of the Living Dead: Origins - Ecco il Cast del Film di Animazione sugli Zombi

  • Martedì, 02 Settembre 2008

L'Angelo della Vendetta

  • Martedì, 12 Ottobre 2010

Helldriver

  • Lunedì, 21 Marzo 2011
  • Da Super User

Tempesta di Splatter e Katane nel nuovo trailer di Helldriver di Yoshihiro Nishimura

  • Sabato, 13 Ottobre 2012
  • Da Fabio Zanchetta

Riflessi in uno Specchio Scuro

  • Venerdì, 19 Settembre 2008

Il Cerchio dei Morti

  • Venerdì, 09 Novembre 2012
  • Da Super User

Il Trailer di Warm Bodies, la Love Story fra uno Zombie ed il proprio Cibo

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • porno - turk porno
  • kacakbahis99 - writing a profile for resume