SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Prometheus [2]

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
Prometheus [2] 2.00 of 5 1 Vote.

Prometheus è una nave spaziale che trasporta un gruppo di biologi e scienziati sulla luna di un pianeta situato in un sistema solare lontanissimo. L’obiettivo della missione è il ritrovamento di una specie aliena, gli Ingegneri, i quali potrebbero essere i creatori dell’umanità.

Ridley Scott torna a parlare di alieni ridisegnando l’origine della razza umana con un film che vuole a tutti i costi spiegare i retroscena di Alien, ma che al tempo stesso cerca di allontanarsi il più possibile proprio da quel film. Prometheus è una pellicola molto complessa, con pretese altissime, che ahimè butta troppa carne al fuoco. Ridley Scott, pur sapendo che la sua nuova creatura deve per forza inserirsi all’interno di una saga di grandissimo interesse, decide che forse è meglio andare sul sicuro, che è preferibile lasciarsi alle spalle il coraggio dimostrato in passato. Ridley Scott non vuole osare. L’inizio del film è eccezionale, il regista inglese dimostra fin da subito di non aver perso il senso dell’inquadratura, offrendoci panoramiche di paesaggi sconfinati che lasciano a bocca aperta. Prometheus ha ritmo, tutto succede ad una velocità estenuante, lo spettatore non ha un minuto di pausa, ma al di là dell’aspetto puramente ludico, il film ha l'audacia di mettere in gioco una moltitudine di temi davvero vasti per poi tirare indietro le mani, lasciando lo spettatore in uno stato confusionale piuttosto fastidioso. Perché stravolgere la genesi dell’umanità è certamente un argomento interessantissimo ed affascinante, ma affinché il tutto non si riduca ad una pretesa per apportare un po’ di originalità solo apparente, le domande non dovrebbero superare le risposte.

La sceneggiatura dei giovani Spaiths e Lindelof, oltretutto, presenta molti buchi mentre la regia di Scott inciampa ogni tanto in situazioni al limite del ridicolo (spoiler – la sequenza del calamaro alieno con tanto di estrazione dal ventre della Rapace, spillatura e fulminea riabilitazione – fine spoiler). Come già detto, ottimo il reparto tecnico, con una menzione speciale per la fotografia e gli effetti speciali. Eppure Prometheus lascia l’amaro in bocca: dispiace vedere attori di quel calibro così poco motivati (la Theron sprecatissima per un ruolo così marginale e inutile, la Rapace assolutamente fuori luogo) inseriti in una storia veramente affascinante ma poco convinta del suo potenziale. Ci troviamo di fronte all’ennesimo esercizio di stile, con tanta materia prima per fare un capolavoro ma davvero poco, poco coraggio. Da dove veniamo? Scott lo chiede a noi, non è in grado di darci una risposta. Lo farà il sequel?

 

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort