SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Non aprite quella porta III

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
Non aprite quella porta III 2.00 of 5 1 Vote.
Terzo capitolo della saga iniziata da Tobe Hooper nel 1974, Non aprite quella porta 3 non va confuso con la furbescamente omonima pellicola italiana diretta da Claudio Fragasso, uscita proprio nello stesso anno.Questo terzo capitolo si propone come ideale seguito del primo, cosa comune a tutti gli episodi dal secondo al quarto, e tenta di recuperare l'horror puro del capolavoro di Hooper, tralasciando la virata grottesca impressa da Hooper stesso al secondo film. In realtà, per la tendenza alle situazioni e ai personaggi stereotipati tipici di questo genere di horror, Non aprite quella porta 3 appare più che altro come un remake/tributo di aggiornamento in chiave primi anni Novanta delle idee originali di Hooper.La pellicola però fila liscia senza le rovinose cadute del quarto episodio, e risulta comunque dignitosa. Interessante la presenza di un giovane ma già molto bravo Viggo Mortensen, ma il vero valore aggiunto del film è lo shodown tra due icone dell'horror contemporaneo: Leatherface, che risulta piuttosto insipido nonostante il titolo originale lo suggerisca come protagonista della pellicola, e il grande Ken Foree, nei panni di un Rambo/Tackleberry in salsa blacksploitation.Senza grosse pretese nè picchi splatter, è un film che comunque si lascia guardare senza annoiare, ma di cui va ricordato soprattutto il geniale teaser nel quale Leatherface riceve la motosega/Excalibur dalla Dama del lago. Peccato aver capito il valore iconico del personaggio ma non essere riusciti a sfruttarne le potenzialità.

 

Articoli correlati

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort