SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Mirror: Chi vive in quello Specchio?

Rating: 1.00/5 (1 Vote)
Mirror: Chi vive in quello Specchio? 1.00 of 5 1 Vote.
I fratellini Lacey (Susanna Love) e Willy (Nicholas Love) assistono alle effusioni sessuali della madre col proprio amante. Scoperti, vengono maltrattati (Willy addirittura legato al letto). Non la prendono bene: Lacey libera il fratello con un coltellaccio da cucina, che quest'ultimo userà per ammazzare l'amante della madre.
Passano vent'anni. Lacey è sposata con Jake (Ron James), vive con i genitori del marito e con Willy, diventato muto a causa dello shock subito quella notte (un mutismo che definirei provvidenziale, visti i danni che il povero Nicholas Love riesce a fare col solo ausilio della mimica facciale). In questo clima di pace e serenità giunge inaspettata una lettera della madre che, morente, esprime il desiderio di poter vedere un'ultima volta i propri figli. La lettera risveglia nei fratelli l'incubo, mai sopito, della tragica notte dell'omicidio.



Preoccupato dalla reazione della moglie, Jake, grazie anche all'aiuto del dottor Warren (un John Carradine sprecato in un ruolo inutile), riesce a convincere Lacey ad affrontare gli spettri del passato facendo visita alla casa materna. Una volta sul posto, i coniugi entrano fingendosi possibili acquirenti. Nell'abitazione qualcosa è cambiato, ma non certo la camera della madre: tutto sembra esser rimasto com'era. è lì che Lacey vede l'immagine dell'amante animarsi nello specchio appeso di fronte al letto, unico testimone di quella notte di sangue. Terrorizzata, lo frantuma con una sedia.

Fin qui il film si sviluppa discretamente, presupponendo un progredire di mistero, tensione e terrore nella seconda parte. Scrollatevi di dosso ogni aspettativa, poichè da questo momento in poi ha inizio il delirio cinematografico di Ulli Lommel.
Per prima cosa, Jake raccoglie i frammenti dello specchio, ma non per disfarsene definitivamente, bensì per ricostruirlo a casa propria (sì, avete capito bene, ricostruirlo!). Il tutto con lo scopo di liberare la moglie dalle sue paranoie. Putroppo per Jake (ma anche per noi), dimentica un frammento (tra l'altro bello grosso) nella ex-camera della madre di Lacey. E lo specchio...prende vita!



Inizia quindi una serie di morti tragicomiche ad opera dello spirito inquieto dell'amante defunto, il quale riesce a controllare la mente delle persone inducendole a togliersi la vita o a commettere degli omicidi davvero bizzarri: si va infatti da un bambino strangolato da una finestra ad una ragazza uccisa da un armadietto del bagno. Dunque, delitti carichi di ironia, ma purtroppo per Lommel, trattasi di ironia involontaria.
Col procedere della storia la credibilità della pellicola traballa sempre più. Le implicazioni psicologiche introdotte inizialmente non trovano risposta se non in una serie di delitti senza senso logico: lo spirito dell'amante ansioso di vendetta si accanisce su chiunque tranne che sui due fratelli, come invece ci si aspetterebbe. Anche per questo motivo gli omicidi diventano l'unica, esile colonna portante di questa pellicola. Se la trama tende a scomparire, la tensione deve esser andata in bagno. Il sangue è usato col contagocce mentre gli attori, Nicholas Love in testa, tentano in ogni modo d'affossare ulteriormente il film. Si salva solo Susanna Love, il che è tutto dire.

Il risultato è un titolo che di horror possiede solo la sceneggiatura, non riuscendo a pungere quando potrebbe (e dovrebbe). Eppure anche Mirror possiede qualche pregio. Nonostante tutto infatti, il ritmo scorre agile per i suoi 78 minuti, arenandosi raramente (anche per effetto della superficialità della storia); la colonna sonora cede saggiamente il posto ad effetti sonori decisamente efficaci (coltelli che infilzano, finestre che sbattono, sangue che zampilla...), anche se alcuni, in puro stile anni 80, oggi fanno un pò sorridere.
Un film che in una serata tra amici potrebbe risultare un buon investimento: cavalcando l'onda della comicità involontaria, i commenti e le battute si sprecherebbero.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 17 Febbraio 2007
  • Da taake81

I Delitti della Luna Piena

  • Mercoledì, 19 Febbraio 2014
  • Da Super User

Firma la Petizione e impedisci che la Casa di Psycho cada a pezzi per sempre

  • Mercoledì, 18 Maggio 2011
  • Da Francesco Scardone

Oldboy

  • Mercoledì, 03 Novembre 2010
  • Da Giorgio Santangelo

L'Estate Fredda 2 (Cortometraggio)

  • Venerdì, 18 Maggio 2007
  • Da Za-lamort

Reincarnation

  • Martedì, 20 Luglio 2004
  • Da Maxena

Buio Omega

  • Martedì, 26 Aprile 2005
  • Da Maxena

Macabro

  • Lunedì, 04 Febbraio 2008
  • Da Lercio

Rec [1]

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort