SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

La Promessa dell'Assassino

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
La Promessa dell'Assassino 3.00 of 5 1 Vote.
Londra 2006
Una ragazzina muore di parto. La assiste nel suo travaglio una giovane ostetrica (Naomi Watts), che decide di fare luce su una vicenda che ha dei risvolti inquietanti, anche perché l'indagine la condurrà nel cuore più nero della criminalità organizzata russa.
Eastern Promises, titolo originale dell'ultima fatica di David Cronenberg dopo History of Violence, allude alle promesse dell'Est, della Russia amata, descritta, a volte persino inveita dalla scomparsa Anna Politkovskaja (Diario russo). Una Russia che stritola la sua gioventù e la esporta in occidente, all'interno di nuclei confusi dove la prostituzione, l'abuso e la criminalità più assortita, sono la regola di un mondo sovvertito, rutilante d'eccidio, oltre ogni immaginazione. La protagonista, io narrante, è un amabili resti, la cui storia è ricomposta in un libriccino incendiario, biografia sofferta di chi quattordicenne, muore raccontando e spiegando, i mille volti di un'infanzia omessa e dilaniata delle sue legittime prospettive, anche al di là di un mystic river dove le promesse che avrebbero potuto essere mantenute, sono state i più fallibili degli inganni.

Comincia così questa pellicola del cineasta canadese, poeta della più dolorosa ibridazione e trafittura di corpi mai raccontata dal cinema e dai suoi dintorni, che confonde il noir classico con tutti i topoi del mafia gangster movie: dal patriarca shakespeariano (Armin Mueller -Stahl/ Semyon che sembra però riproporre l'identico personaggio di Music Box di Costa Gavras), emblema d'oscuro garbo e modestia, nonchè stele violenta di quel disegno che ordisce complotti persino sul corpo dei più deboli, a Naomi Watts (The Ring), angelo ospedaliero che incrocia rammarico e sguardi al di là della strada, con il suo passato, abitato dai sensi di colpa di un eccentrico convivio familiare… A Viggo Mortensen (Hystory of Violence), per finire, uno dei personaggi più riusciti e straordinari di questo film, labirinto umano di tatuaggi e carne mortificata, ultimata, ma ancora sensibile alla retorica degli affanni e degli innocenti.

Film sull'iniziazione e sul traguardo di un'umanità che quando arrischia la discesa all'inferno lo fa rendendo giustizia agli ultimi, quelli sorpresi e investiti da ogni considerazione di morte possibile o immaginabile, senza compromessi nemmeno con la lama che scava deviazioni, sollecita ferite, ed invita al banchetto ebbro e frenetico degli ingiusti.
Due scene si contrappongono in una vertiginosa simmetria degli opposti: Viggo/Nikolai che sembra quasi scannerizzare con il phon i resti di un'uccisione rimessa agli atti, e Naomi/Anna che si acconcia allo specchio con l'asciugacapelli, quasi a ricomporre l'immagine di sè stessa, divisa dell'ordine costituito, a ricordare in fondo a tutti noi spettatori, che l'essenziale è davvero invisibile agli occhi. Qualcuno darà patria alla figlia dell'assassino ed è l'unica promessa che sarà onorata, ma sono solo le gioie di un futuro che ignora mortalmente i suoi trascorsi, e quel testamento che conclude ogni trascrizione perduta, con il sussurro triste e cordiale, di una madre che non vedrà mai sua figlia…
Sceneggiato da Steven Knight, autore del bellissimo Amazing Grace da noi mai uscito, sulla storia vera di William Wilberforce, uomo di legge coinvolto in una lotta di ideali e giustizia contro la schiavitù dei neri e di altri tempi, Eastern Promises continua il pregresso dei personaggi di History of Violence, che si raccoglie intorno ad una galleria di raffigurazioni femminili algide ed impalpabili e di guitti tribolati e audaci (Vincent Cassel/Kirill e Jerzy Skolimowsky/ Stepan); ma soprattutto con la coscienza perduta di chi inseguendo la propria ombra furtiva, tratteggia il mondo dei deliri con altra penna, senza connotare sè stesso o il proprio volto di un nome o di un'identità.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Lunedì, 21 Giugno 2004
  • Da Maxena

Antropophagus

  • Lunedì, 09 Maggio 2011
  • Da mike

Con gli Occhi dell'Assassino [1]

  • Domenica, 28 Novembre 2010
  • Da Alberto Genovese

Sette Colpi dell'Assassino (Cortometraggio)

  • Giovedì, 02 Ottobre 2014
  • Da chris

Sleepaway Camp - Recensione Film

  • Mercoledì, 08 Giugno 2011
  • Da Francesco Scardone

Con gli Occhi dell'Assassino [2]

  • Martedì, 02 Settembre 2008

Antropophagus

  • Mercoledì, 29 Gennaio 2014
  • Da Salvatore Margiotta

5 Donne per l'Assassino

  • Martedì, 07 Dicembre 2010
  • Da Super User

Con gli Occhi dell'Assassino in Anteprima al Courmayeur Noir in Festival e dal 18 Febbraio nei cinema italiani

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort