SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

La Notte dei Diavoli

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
La Notte dei Diavoli 4.00 of 5 1 Vote.
Un uomo resta in panne con l'auto in mezzo a dei boschi sulla frontiera con la Yugoslavia (a quel tempo era ancora unita). Isolato e solo decide di avventurarsi tra la fitta vegetazione per cercare aiuto: troverà una tetra casa in legno e una famiglia che ci vive. Dapprima molto diffidenti, queste persone ospitano lo sventurato per la notte con la promessa di aiutarlo a ripartire al più presto, ma non prima della mattina seguente: è quasi l'imbrunire e la notte in quelle zone non è sicura. Il protagonista sospetta ci sia qualcosa di strano e scoprirà in seguito l'orribile segreto che si cela in quelle terre abbandonate da Dio. Il film è scritto da Romano Migliorini, Giambattista Massetto e Eduardo Manzanos Brochero ed è tratto dal racconto di Tolstoy 'La famille du Vurdalak' del 1847. 'La notte dei diavoli' può essere vista come una continuazione del secondo episodio de 'I tre volti della paura' di Mario Bava, in cui Boris Karloff interpreta un vecchio padre di famiglia trasformato in un sanguinario Wurdalak, termine che da il nome a un mito slavo e che designa una via di mezzo tra morto vivente e vampiro. Tra gli sceneggiatori si nota un nome spagnolo, il film è infatti una produzione Italo-Iberica, rispettivamente della 'Due erre cinematografica' e della 'Copercines' (Cooperativa Cinematogràfica). La regia è invece affidata a Giorgio Ferroni, regista che spazia in svariati generi tra i suoi numerosi film, ma questo è l'unico horror in cui si cimenta. Il cast è anch'esso principalmente italiano e vede come interpreti un ottimo Gianni Garko nella parte del protagonista, Agostina Belli, molto famosa in Italia soprattutto negli anni '70 e Cinzia Carolis. Gli effetti speciali, affidati a Carlo Rambaldi, sono di ottima fattura e le scene cruente non mancano affatto anche se il film si distingue per doti che riguardano più che altro le atmosfere. Proprio queste sono il punto forte della pellicola, dal momento che catturano lo spettatore fin dai primissimi istanti, trascinandolo in un mondo oscuro, nebbioso, malsano, gli stessi volti della famiglia che vive nella casa tra i boschi comunicano angoscia, mistero, assenza di normalità e di quieto vivere, solo la figlia più giovane del vecchio padre sembra più spensierata rispetto agli altri. Tutti comunque nella famiglia nascondono qualcosa all'improvviso ospite, spesso i discorsi si interrompono quando si sfiora l'argomento che va mantenuto segreto, con una buona prova degli attori e un attenta regia queste situazioni comunicano angoscia e mistero dosate in una maniera perfetta. Il film in molti momenti fa veramente paura, senza mai dover usufruire di scene improvvise, ma solo con una buona caratterizzazione dei personaggi e un ottima scenografia. Il regista ci comunica la paura lentamente come se ci investisse con una nebbia sempre più fitta, non ce la spiattella in faccia con sequenze mozzafiato e questa è una delle carte vincenti de La notte dei diavoli. Il protagonista, che è un rappresentante di legnami, si innamora presto della figlia più giovane della famiglia da cui viene soccorso, si inserisce una storia d'amore all'interno della trama, la quale durerà lungo tutto il film e sarà tema principale dello scioccante finale, il quale gioca con la razionalità, la fantasia e l'immaginazione lasciando tutti a bocca aperta. Ferroni, più di trent'anni fa, partorisce quest'opera con la O maiuscola: mi sento di consigliarla a tutti gli amanti dell'horror e non solo, rientra tra i migliori film italiani di questo genere; per gli appassionati la visione è d'obbligo e gli amanti dei brividi non resteranno affatto delusi. Purtroppo la pellicola non è facile da reperire, il VHS a noleggio o ex nolo probabilmente lo si trova anche, in dvd non è per ora mai stato realizzato: peccato perché è un film che sicuramente merita, per tv ogni tanto passa e consiglio a chi non lo avesse visto di non lasciarselo sfuggire per nessun motivo.

 

Articoli correlati
Film
  • Mercoledì, 17 Settembre 2008

La Casa delle Ombre Lunghe

Il nostro destino è stato deciso tanto tempo fa...la giusta punizione si sta avvicinando, ed ora anche noi verremo ridotti in polvere. ( Lionel Grisbane / Vincent Price )

Altri articoli
  • Martedì, 25 Gennaio 2011
  • Da xChuCkyx

I Vivi e i Morti

  • Martedì, 21 Dicembre 2010
  • Da Francesco Scardone

Dogtooth

  • Giovedì, 21 Settembre 2006
  • Da Fede

Visitor Q

  • Venerdì, 10 Gennaio 2014
  • Da Francesco Aliberti

Leatherface - Non aprite quella porta 3

  • Sabato, 01 Gennaio 2005

L'Occhio del Gatto

  • Mercoledì, 25 Settembre 2013
  • Da Super User

Echo Dr. - Vi sentireste sicuri con un guardiano cyborg che protegge la vostra casa?

  • Mercoledì, 17 Settembre 2008

La Casa 5

  • Venerdì, 16 Novembre 2007

Macabro

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort