SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

La Croce dalle Sette Pietre

Rating: 1.00/5 (1 Vote)
La Croce dalle Sette Pietre 1.00 of 5 1 Vote.
C'è un mio buon amico ed esperto regista che, quando recensisce film del genere, si diverte a dare un doppio giudizio, uno dal punto di vista cinematografico ed uno dal punto di vista trash. Ecco, secondo me, per valutare La Croce dalle Sette Pietre bisogna semplicemente abolire il primo criterio di valutazione e mantenersi esclusivamente sul secondo. Solo così si può recensire equamente questa immonda pellicola di Marco Antonio Andolfi, che, dopo Nando Cicero, si conquista la palma per il peggior horror mai realizzato in terra italica. Roba che, al confronto, il cinema di Ed Wood sembra assumere una caratura diversa, quasi paritetica alle opere di Orson Welles. Assistiamo alle ridicole gesta di Marco Sartori, giovane bancario romano appena approdato in quel di Napoli dove fa subito conoscenza con il folklore locale e viene scippato della sua preziosa croce.
Scopriremo in seguito che, senza questo amuleto, il nostro eroe (grottescamente interpretato dallo stesso regista) si trasforma dopo mezzanotte in un orrido mostro belluino con il corpo completamente nudo tranne per una ispida peluria che gli avvolge la parte superiore del volto, le mani e le parti intime. La cosa strana è che, finito l'incantesimo, il nostro ritorna ad essere completamente vestito! Ma questo è il meno in una trama dai dialoghi deliranti che incomincia con un Gordon Mitchell gigionesco, che recita il richiamo per lo scimmiesco demone Aborym quasi fosse un papà che richiama il figlioletto, in un sabba ridicolo (che oltretutto si svolge in una cantina) dove un vecchio ciccione nudo cerca disperatamente di amoreggiare con una assatanata mentre un altro frusta a sangue una tipa urlando Il tuo dolore è il mio piacere. Se si cerca qualche nota positiva in questo lavoro si può sicuramente rintracciare nella strana commistione tra camorra movie e film horror. Il bel Marco, infatti, incomincia una serrata caccia all'amuleto arrivando persino al cospetto di Don Raffaele Esposito, boss camorrista citato sardonicamente in un incubo/flashback dai toni quasi epici. Il tutto assume poi aspetti da spy story con un golpe terroristico appena accennato nel dialogo tra l'ispettore di polizia e un senatore implicato nel complotto. Peccato che Andolfi non approfondisca questo aspetto ma lo lasci appena accentuato (forse però è meglio così, chissà che ci avrebbe combinato il nostro!).
In tutto questo resta più d'un momento (s)cult per questo obbrobrio cinematografico, c'è solo l'imbarazzo della sceltau2026a partire dalle trasformazioni licantropesche un pelo alla volta, ai calzini rossi che ostenta brutalmente un camorrista nel giardino del boss, ai due siciliani che parlano con accento inglese, al demone Aborym che sembra uscito dal settantamillesimo episodio de Il Pianeta delle Scimmie, alle smorfie di Mitchell stesso in primo piano ed alla sua decomposizione finale (non si sa come e perché ma muore in un incidente stradale) veramente da urlo isterico, quello dello spettatore, ovviamente! La sceneggiatura, poi, si perde in una serie di situazioni inutili e personaggi di contorno, effetti palesemente raffazzonati e recitazioni che neanche il peggior film porno ci aveva mai regalato. Finale in Vaticano con Marco e la sua fidanzata Maria (che in una scena gli offre la marijuana in un locale e subito dopo si innamora di lui). Insomma La Croce dalle Sette Pietre ha tutti gli elementi per chi vuole passare una serata in una baita di montagna con la propria fidanzata e scoprire, il mattino dopo, di essere ritornato improvvisamente single.
Peccato che per Andolfi, questa sia l'unica prova registica attualmente conosciuta (complice un finanziamento statale), speriamo che, visto il successo del film in Oriente ed il conseguente director's cut realizzato dallo stesso regista, quest'ultimo ci ripensi e torni sulla breccia per regalarci altre demenzialità come questa.
Ne sentiamo veramente il bisogno!

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Lunedì, 25 Marzo 2013
  • Da Super User

Monsters: Dark Continent - Sette anni dopo il Film di Gareth Edwards, la Guerra continua

  • Lunedì, 10 Ottobre 2005
  • Da taake81

Sodoma's Ghost

  • Martedì, 09 Marzo 2010
  • Da John Carpenter

The Fog

  • Martedì, 08 Giugno 2004
  • Da Lercio

Premutos

  • Domenica, 02 Agosto 2009
  • Da Lucafly

La Sindrome di Stendhal

  • Giovedì, 17 Maggio 2012
  • Da Super User

Spade dalle Tette e motoseghe che spuntano dalle chiappe nello US Trailer di Mutant Girls Squad

  • Mercoledì, 13 Ottobre 2010

The Incite Mill: 7 Day Death Game

  • Sabato, 25 Giugno 2005
  • Da Lucafly

L'Uccello dalle Piume di Cristallo

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort