SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

L'Ultimo Vampiro

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
L'Ultimo Vampiro 2.00 of 5 1 Vote.
La famiglia Dracula sta scomparendo. L'ultimo discendente dell'antica stirpe di succhiasangue decide così di garantire ai Dracula un nuovo erede. Per portare a compimento il suo progetto invita la nipote incinta Berta (interpretata da una spaesata Tina Sáinz) a far ritorno presso il castello di famiglia. Ad accompagnare Berta c'è l'ignaro marito Hans (il biondo Tony Isbert) che decide di ignorare gli abitanti del villaggio intenti a dissuadere la giovane coppia dal proseguire il viaggio. Per usare una classica frase fatta: sarà l'inizio della fine per tutti.

L'Ultimo Vampiro fece il suo esordio nelle sale iberiche nel 1972, nel clou della fase exploitativa del regista argentino León Klimovsky. Trasferitosi da quasi dieci anni in Spagna, Klimovsky decise di passare al genere horror dopo un percorso attraverso quasi tutto il mondo del cinema di genere. Dopo il discreto horror La noche de Walpurgis (1971 con il grande Paul Naschy nelle vesti di attore e co-sceneggiatore) con questo film ci fu un lungo passo indietro. Già l'assenza dello stesso Naschy pregiudica in parte la riuscita della pellicola, in più va aggiunto che probabilmente il regista stesso si sentisse oppresso da una materia non sua. Non nascose mai la volontà di cimentarsi con sceneggiature più impegnate. Ne risulta un film lento e noioso, infarcito di lunghi ed inutili dialoghi. Tutta la parte centrale della pellicola è da letargo. E pensare che l'idea di base non era malvagia: una sorta di Rosemary's Baby in costume. Poteva essere davvero un ottimo spunto da cui far nascere una storia morbosa e avvincente. Anche tutto il contorno fu vanamente ben strutturato: con buone ambientazioni, interpretazioni sopra la media ed un discreto tasso di erotismo supportato da diverse scene di nudo del cast femminile. Ma il cuore di questo lavoro è davvero povero di idee e rappresentato in modo sciatto. Considerando che la materia trattata è quella dei vampiri non ha senso girare sempre di giorno facendo finta che sia notte. Ridicola è la scena in cui Berta, girovagando nella cucina del castello, viene sconvolta da un gatto che salta sul tavolo. Il gatto più che saltare viene letteralemnte lanciato sul tavolo con annesso atterraggio scomposto sulla schiena! L'intera storia è infarcita di luoghi comuni sui vampiri, sviluppati nella maniera più noiosa possibile senza nessun tipo di sussulto e originalità. Il film si risolleva solo un po' nel finale, ma si tratta giusto degli ultimi tre minuti. L'Ultimo Vampiro è un film da evitare, girato con poca voglia, poca fantasia e senza alcun motivo d'interesse.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Domenica, 20 Novembre 2005
  • Da Maxena

A Cena col Vampiro

  • Martedì, 17 Novembre 2009

L'Ultimo Vampiro

  • Mercoledì, 03 Settembre 2008

A Cena col Vampiro

  • Mercoledì, 14 Ottobre 2009

Daybreakers: L'Ultimo Vampiro

  • Mercoledì, 01 Settembre 2010
  • Da Dj Mayhem

L'Ultimo Squalo

  • Venerdì, 26 Marzo 2010
  • Da Marco Viola

Daybreakers: L'Ultimo Vampiro

  • Lunedì, 04 Luglio 2011
  • Da Super User

Asia Argento posta le sue Foto nei panni di Lucy, la donna vampiro nel prossimo Dracula 3D

  • Giovedì, 26 Settembre 2002
  • Da Marco Viola

Haunting: Presenze

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort