SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

L'Ultimo Squalo

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
L'Ultimo Squalo 3.00 of 5 1 Vote.
A pochi anni di distanza da Lo Squalo di Steven Spielberg arriva l'immancabile risposta italiana: la dirige E. G. Castellari, regista molto apprezzato dal pubblico amante di un certo genere di film italiani. Castellari infatti ha ottenuto un discreto successo tra gli anni '60 e '70 cavalcando i vari generi quali lo spaghetti western (Pochi dollari per Django - 1967, Vado... l'ammazzo e torno - 1967, Ammazzali tutti e torna solo - 1968, Keoma 1976), il thriller (Gli occhi freddi della paura - 1971) e soprattutto il poliziesco dove, in coppia con Franco Nero, ha girato alcuni dei migliori film del settore (La polizia incrimina, la legge assolve 1973, Il cittadino si ribella 1974), recentemente ritornato a far notizia per il tributo concessogli da Tarantino nell'ultima fatica Bastardi senza gloria, ispirato al suo Quel maledetto treno blindato (1977).

Due anni prima di questo film Castellari dirige sempre con il Franco nazionale Il Cacciatore di Squali (1979), un film avventuroso ambientato ai caraibi, dove già gli squali la fanno da protagonisti.
In questo Ultimo Squalo forse Castellari non è molto originale: la trama è decisamente simile a quella della pellicola di Spielberg, con un gigantesco squalo bianco che arriva a Port Harbor, sulla costa della Georgia, a minacciare la regata di windsurf del week-end. Al posto di Roy Scheider troviamo un poco conosciuto James Franciscus nel ruolo di Peter Benton, che farà di tutto assieme ad un vecchio cacciatore di squali per far si che la regata non si disputi, ma anche qui si scontra con l'ostinatezza di un politico in odore di elezione alla carica di governatore. Nonostante due morti accertate la regata si disputa e lo squalo giungerà per il grande banchetto.Nonostante tutte le già citate similitudini con il titolo americano, Castellari riesce comunque a dargli una certa personalità che lo mette sicuramente al di sopra dei vari seguiti (Lo Squalo 2, 3, 4) compresi i cloni (Shark Attack e sequel) . Sebbene non sia presente un cast di primo piano gli attori riescono comunque a trasmettere il senso di inquetudine dovuto alla presenza del feroce squalo assassino, tra l'altro sono qui presenti alcuni caratteristi di diversi film del regista. Da segnalare infine la colonna sonora a cura dei fratelli De Angelis che è sempre una garanzia. La difficoltà di rappresentare lo squalo è stata affrontata con varie riprese marine di questi predatori e con la riproduzione molto realistica (nulla da invidiare a quello spielbergiano) della testa del mostro dotata di enormi fauci che ogni tanto emerge per addentare il malcapitato di turno. Unica pecca la scena finale in cui lo squalo a vista integrale ha troppo le sembianze di una sagoma di cartone."

 

Articoli correlati
Recensioni Film
  • Martedì, 17 Settembre 2013
  • Da Cristina Spin

Ghost Shark

Dopo gli squali giganti, gli squali nei supermercati e gli squali volanti, cosa ancora non avevamo visto? Beh, mi pare ovvio, uno squalo fantasma!E non uno squalo fantasma qualunque, ma uno squalo...

Altri articoli
  • Mercoledì, 14 Dicembre 2005
  • Da Maxena

Sangue negli Abissi

  • Martedì, 13 Settembre 2011
  • Da Super User

2 Headed Shark Attack - La Asylum osa l'impossibile...lo squalo a due teste!!!

  • Venerdì, 21 Giugno 2013
  • Da Super User

Venerdì Trailer - Lo Squalo di Steven Spielberg

  • Martedì, 17 Novembre 2009
  • Da Paolo Spagnuolo

L'Ultimo Vampiro

  • Lunedì, 11 Giugno 2012
  • Da David Locati

Dark Tide

  • Mercoledì, 08 Dicembre 2010
  • Da Francesco paolo Cinconze

Tenebre [2]

  • Mercoledì, 24 Febbraio 2010
  • Da dottor_k

Danse Macabre (Cortometraggio)

  • Lunedì, 14 Ottobre 2013
  • Da Francesco Aliberti

Anger of the Dead (Cortometraggio)

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort