SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

King Kong

Rating: 5.00/5 (1 Vote)
King Kong 5.00 of 5 1 Vote.

Un produttore sopra le righe e a corto di denaro affida il ruolo di protagonista femminile del suo prossimo film a una ragazza incontrata casualmente per strada. La sera stessa si imbarcano e partono con la troupe alla volta di un'isola dell'arcipelago indonesiano nemmeno segnalata sulle carte.

 

Sull'isola le cose si complicano quando si imbattono in una tribù indigena. Lo stregone infatti adocchia la ragazza e la chiede per sacrificarla al dio Kong. Ovviamente la richiesta viene respinta e, visto l'esordio, pensano bene di trascorrere la notte sulla nave. Ma gli indigeni non rinunciano alla loro idea e, col favore delle tenebre, rapiscono la bionda. Quando i nostri se ne accorgono ormai è troppo tardi: è già stata sacrificata a Kong, l'enorme gorilla che vive oltre una gigantesca palizzata! Tuttavia Kong risparmia la ragazza, se ne invaghisce e la porta con sé nella giungla.

Marinai e troupe si gettano all'inseguimento di Kong. Il loro cammino verrà ostacolato dall'attacco di alcuni dinosauri, ma i nostri eroi riusciranno a stanare Kong e ad averne ragione grazie a potenti sedativi.
Il produttore vede in Kong una miniera d'oro: lo impacchetta ben bene e lo porta a New York. Ma alla “prima” Kong dà in escandescenza alla vista della sua amata, si libera delle catene e la rapisce nuovamente. Inizia uno spettacolare inseguimento per le vie di New York che terminerà sull'Empire State Building, in una delle scene più celebri della storia del cinema.

Signori e signore, ecco a voi il monster movie per eccellenza. Quando uscì nel 1933, un mostro come King Kong era la cosa più sensazionale che si fosse mai vista al cinema. Ma la forza del film non è solo negli effetti speciali. Anche perché, diciamolo: nell'era digitale e del 3D questi effetti faranno sorridere i più maligni, e ingiustamente, perché scene come la lotta fra Kong e il T-Rex fanno il loro dovere anche oggi. La genialità è stata quella di partire da un'ottima storia in odore di classico - l'eterno tema della bella e la bestia - in bilico tra dramma e avventura, con un secondo tempo smaccatamente horror. L'ambientazione esotica e una pennellata di romanticismo hanno fatto il resto.

Visto oggi, ovviamente, non fa paura neanche a un bambino. Ma coinvolge, appassiona, diverte e sorprende come allora.

2 i remake: nel 1976 con un giovanissimo Jeff Bridges e Jessica Lange, e nel 2005 per la regia di Peter Jackson. Nessuno è riuscito a emularlo.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 08 Febbraio 2014
  • Da Super User

IT - Pennywise il Pagliaccio Assassino di Stephen King al Cinema in un Nuovo Film

  • Lunedì, 26 Luglio 2004
  • Da Pinhead

Lo Squartatore di New York

  • Martedì, 10 Giugno 2003
  • Da Luca Durante

Creepshow 2

  • Martedì, 28 Aprile 2009
  • Da Filippo Gatti

The Untold Story

  • Venerdì, 28 Maggio 2010
  • Da dottor_k

Dream Home [2]

  • Martedì, 30 Marzo 2010
  • Da Super User

Horror Burger King - Chi potrì mai andare al Fast Food alle 4 del Mattino?

  • Lunedì, 26 Luglio 2004
  • Da Ninja

Brivido

  • Giovedì, 16 Gennaio 2014
  • Da Super User

Auguri John Carpenter - Le Scene Eliminate di 1997 Fuga da New York e La Cosa

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort