SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Jeepers Creepers 2

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Jeepers Creepers 2 3.00 of 5 1 Vote.
East 9 Highway|contea di Poho.
Una squadra di basket completa di giocatori, riserve, allenatori e cheerleaders fa ritorno col proprio autobus dal Campionato studentesco. Dopo un incidente apparentemente casuale, che li costringe ad una sosta forzata, vengono attaccati da un'orribile creatura alata che uccide gli adulti del gruppo. Si tratta di un antico demone che ogni 23 anni, per 23 giorni, risorge dal suo letargo per nutrirsi. Siamo al 22esimo giorno e the Creeper si prepara per l'ultimo banchetto. Il demone terrà il gruppo sotto scacco, decimandolo, fino a quando Ray Taggart, un contadino del luogo, al quale l'essere ha sottratto il figlioletto più piccolo, non interverrà per salvare i giovani e vendicarsi.

Questo è uno dei rari casi in cui il sequel supera di gran lunga il primo episodio. Victor Salva, forte del successo del primo Jeepers Creepers, si è impegnato alla grande in questa nuova produzione, con risultati egregi. Lo staff tecnico rimane lo stesso del primo ed a produrre la pellicola è ancora Francis Ford Coppola. Il film si svolge cronologicamente alcuni giorni dopo il primo negli stessi luoghi. In un prologo molto suggestivo vediamo il piccolo Billy Taggart che si addentra nei campi di grano perché ha percepito qualcosa. Non farà più ritorno. Il Creeper lo trascinerà via in volo come farebbe un'aquila con un coniglio, davanti agli occhi atterriti del padre e del fratello. Da qui in poi, per una buona metà, la pellicola si svolge nell'autobus in cui i ragazzi sono intrappolati, fatto che di per sé rappresenta una grande sfida. Victor Salva aveva espresso la volontà di ricreare una situazione in cui una serie di personaggi si trovasse intrappolata in un luogo senza via di scampo, come in La Notte dei Morti Viventi, Gli Uccelli e Prigionieri dell'Oceano. Come in questi film la tensione psicologica della situazione porta alla nascita di conflitti tra i ragazzi per la decisione di quale sia la via di scampo giusta. La diatriba verterà sulla scelta se rimanere nel pullman o scappare il più lontano possibile. La prima ipotesi sembrerà la più valida ma quando lo spirito di autoconservazione prevarrà sulla coscienza, il gruppo si sfalderà e per alcuni le conseguenze saranno letali.



Nella lotta per la sopravvivenza si delineeranno i veri caratteri di tutti i personaggi. Tra di essi, una ragazza, dai celati poteri sensitivi, che durante un sogno percepirà la cascata di eventi a venire. Un personaggio, comunque, inutile per l'economia del film, atto solo a ricordare i fatti avvenuti nel primo Jeepers Creepers. Più in primo piano rispetto al passato, il Creeper si candida a nuovo spauracchio del Cinema Horror sin dall'inizio, quando compare come uno spaventapasseri tra i campi di granoturco, diventando l'assoluto protagonista. Questa volta interagisce sadicamente con le vittime e si rivela più malvagio che mai. Le annusa, le stuzzica, gli fa comprendere chi preferisce e gioca con la loro paura. Il rapporto tra cacciatore/preda è palpabile. La bestia sembra divertirsi a giocare al gatto col topo con gli inermi adolescenti. Ma l'idea migliore è quella di rafforzare il senso di epicità della lotta tra bene e male già presente nel primo capitolo, citando esplicitamente Moby Dick di Herman Melville (l'arpione che colpisce il mostro), con l'ossessione del contadino Jack Taggart (Ray Wise, il papà di Laura Palmer in Twin Peaks per intenderci), che dopo la perdita del figlio minore proprio ad opera del mostro, voterà la sua vita alla distruzione di questo essere.

Ancora una volta il bene non vince. Non del tutto almeno, perché il demone, dopo essersela vista brutta, va solo in letargo, insinuando il sospetto di invulnerabilità dell'essere e uno spiraglio per una nuova minaccia in un remoto futuro. Jack Taggart/Capitano Achab sarà lì ad aspettarlo. Due scene da antologia: il Creeper che rigenera la propria testa mangiando quella di un ragazzo ed il contadino che attende con l'arpione puntato verso il demone inchiodato alla parete, in attesa di risvegliarsiu2026il giorno dopo!

 

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort