SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Jason va all'Inferno

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
Jason va all'Inferno 2.00 of 5 1 Vote.
Crystal Lake, un nome che oramai è sinonimo di sangue e morte. Una giovane donna fa ingresso in una malandata dimora in mezzo al bosco: l'accoglienza non è delle migliori visto che appena varcata la soglia e acceso l'interruttore della luce, la lampadina si fulmina esalando il suo ultimo respiro. Risolto questo piccolo inconveniente domestico, non rimane altro che una sana doccia ristoratrice, una mossa troppo avventata considerando i macabri trascorsi di quel luogo maledetto. Ecco infatti piovere dal nulla la furia implacabile del gigante macellaio: Jason Voohrees. La ragazza per un soffio riesce a scampare ad una tragica fine, precipitandosi fuori dall'abitazione e iniziando a correre il più lontano possibile da quel mostro, e proprio quando quest'ultimo sta per affondare la poderosa lama del suo fido machete nelle carni della fanciulla, si scoprono gli oscuri motivi che hanno spinto una donna a sfidare la sorte, o la morte, aggirandosi completamente sola per Crystal Lake: è una trappola per Jason.
D'un tratto infatti decine di soldati del corpo speciale sbucano da ogni angolo circondando il killer e travolgendolo senza la minima esitazione con una pioggia di proiettili, per poi farlo letteralmente saltare in aria con una potente bomba. E' finita, il suo corpo è solo un cumulo di brandelli fumanti sparpagliati sul terreno, Jason è morto.Federal Morgue, Youngston, Ohio
I resti dell'assassino si trovano ora su un tavolo operatorio, pronti ad essere analizzati ed archiviati in un importante fascicolo segreto. Di integro è rimasto ben poco: la testa, parte del torace...e il cuore, un abnorme pezzo di carne purulenta che, improvvisamente, riprende a battere, un pulsare regolare, ipnotico, che entra nella mente del medico che lo stava analizzando, imponendogli di divorarlo. L'anima malefica di Jason, tramite questo inconsueto 'spuntino', si impossessa quindi del corpo del dottore, ora ridotto ad un semplice guscio schiavo del volere del folle omicida; ma non è sufficiente per permetere a quest'ultimo di tornare ad essere il boogeyman di sempre. Per rinascere definitivamente è necessario che la sua entità trasmigri in un componente della sua famiglia, dentro un Voohrees. I superstiti della sfortunata stirpe sono quindi in grave pericolo e solo Creighton Duke, uno spietato cacciatore di taglie, ha le carte giuste per mettere la parola fine a questa maledizione. Il nono capitolo della saga di Venerdì 13 ha sicuramente il merito di aver tentato di dare un taglio all'inflazionato ed ormai esausto plot che vedeva il solito Jason impegnato a tritare a ripetizione gli incauti villeggianti di Crystal Lake, trama che si trascinava pressochè identica da quasi quindici anni. Adam Marcus, regista e autore della sceneggiatura del film, cerca di attribuire un maggiore spessore alla figura di Jason, scrollandogli di dosso, per quanto possibile, il solito ruolo da maniaco cerebroleso macella-coppiette. Il fine di Mister Voohrees è sempre quello di trucidare nei modi più turpi chiunque si imbatta sul suo cammino, ma in questa occasione la scia di sangue degli omicidi è dettata da un preciso e diabolico piano che Jason cercherà di attuare a tutti i costi.
Nonostante questi aspetti il film non si salva dalla mediocrità. Jason va all'Inferno presenta troppe falle individuabili in una pessima recitazione affidata ad un cast male assortito e ad una regia distratta e impersonale. La tensione alberga altrove, di certo non in questa pellicola, vuoi perchè ormai ci troviamo al nono episodio di una serie che aveva forse detto tutto almeno quattro puntate prima, vuoi perchè Adam Marcus non dimostra altro se non di svolgere il compito a lui assegnato senza particolari emozioni. Ci sarebbe poi l'occasione di chiarire una volta per tutte chi o cosa sia Jason e di mostrarci qualche dettaglio in più sulla terribile famiglia Voohrees, visto che gran parte delle sequenze 'clou' della pellicola si ambientano proprio nella lugubre casa di questi ultimi. Niente di tutto ciò ed alla fine la pomposa conclusione in chiave mistico-esoterica invece di stupire ci lascia perlopiù interdetti.
JASON VA ALL'INFERNO - LA CHIAVE DI SVOLTA
(contiene spoiler) Se siete andati oltre il titolo di questa sezione significa che avete già visto il film, oppure se così non fosse, che la vostra curiosità ha vinto sul vostro buon senso. Jason va all'Inferno, pur nella sua mediocità, rappresenta un importantissimo nodo di aggancio tra due dei personaggi più rappresentativi della cinematografia horror degli anni 80 e 90: Freddy Krueger e Jason Voohrees. Ma perchè nodo di aggancio? Andiamo con ordine. Nei primi anni 90 si iniziava a vociferare sulla concreta possibilità di realizzare un improbabile, almeno per quel tempo, film che facesse scontrare il maniaco di Elm Street ed il killer di Crystal Lake. Oltre a far indignare file di fans delle rispettive serie, che gridarono all'oltraggio e alla farsa, il progetto in sè sembrava troppo complicato da portare a termine, persino dal punto di vista puramente burocratico: Nightmare On Elm Street era ed è tuttora targato New Line Cinema, Friday The 13th era invece sotto il marchio Paramount. Più facile quindi sperare nella fine di qualsiasi guerra nel mondo piuttosto che ipotizzare che due potenti major gestiscano equamente costi, diritti ed introiti. Proprio con Jason va all'Inferno venne superato questo imponente ostacolo, di sicuro il più ostico, visto che i diritti della serie di Venerdì 13 vennero acquistati dalla New Line.

Nel finale della pellicola viene fatto palesemente comprendere allo spettatore che Freddy e Jason si sarebbero presto trovati l'uno di fronte all'altro, esattamente quando dal terreno spunta fuori la mano artigliata di Krueger che afferra la celebre maschera da hockey del mostro di Crystal Lake. Il resto lo conosciamo. Freddy VS Jason è stato un tale successo al botteghino da mettere subito in cantiere un sequel, sequel all'interno del quale per un buon periodo si pensò di contrapporre ai due boogeymen un degno rivale: Ash, il mitico protagonista della serie La Casa. Come nacque l'idea? Sempre da Jason va all'Inferno. Durante il film il cacciatore di taglie Creighton Duke trova nell'abitazione dei Voohrees un antico libro, all'interno del quale c'è la chiave per eliminare Jason, che verrà spedito direttamente negli inferi tramite un colpo inferto da un pugnale magico. Quel libro è il Necronomicon, lo stesso di Evil Dead (in verità anche il pugnale è preso dalla serie di Sam Raimi), ed è proprio attraverso questo oggetto che si sarebbe giustificata la presenza in campo di Ash. Come tutti gli appassionati della saga di Evil Dead sanno, il Necronomicon ha rappresentato non pochi guai per il nostro eroe, condannato persino ad essere sbattutto da una parte all'altra del tempo, sempre in lotta con le forze del male. E' giunto quindi il momento per il nostro Ash di sbarazzarsi dell'odiato libro...il Necronomicon deve essere distrutto per sempre. Questo bizzarro progetto per ora rimane sulla carta, visto che Sam Raimi, ritenendo di poter sfruttare in modo migliore la sua creatura in un nuovo episodio de La Casa (di recente si è appreso che la sua Ghost House ne sta preparando un remake), non ne ha ceduto i diritti. Tutto finito? Mah, Freddy VS Jason ha fatto scuola da questo punto di vista, quindi tutto è ancora possibile.
THE MAN BEHIND THE MASK Nome: Kane Hodder
Cosa fa ora? Possiamo definire Kane Hodder come il 'Jason per eccellenza', essendo l'unico ad aver interpretato in più di una pellicola (4 per ora), il killer di Crystal Lake. Lui stesso è entusiasta di questo ruolo, tanto da essersi fatto tatuare sul labbro la parola 'KILL'. Stuntman, controfigura e attore, Kane è un artista completo, il quale nonostante nelle sue pellicole sia sempre coperto da strati di trucco e maschere di vario genere che lo rendono irriconoscibile, il suo volto è uno dei più noti ed acclamati nel cinema horror, alla pari dei mitici Robert Englund, Doug Bradley o Tony Todd. Hodder continua a svolgere la sua professione in numerosi film, occupandosi anche della coordinazione degli stuntmen.
Sito Web: Kane Hodder Official Website
|1|9|10|Recensione del Film: Jason va all'Inferno Jason X: Morte Violenta|jason-x-morte-violenta-recensione-film|2004-12-01 12:20:51|2004-12-01 12:20:51|2012-09-24 17:30:23|186|Anno 2455. La Terra è ormai un pianeta contaminato dalle radiazioni dove ormai nessuno mette più piede da secoli. Un giorno però, un gruppo di scienziati esploratori organizzano una spedizione su quest'ultimo che li porterà alla scoperta di un vecchio laboratorio nel quale si conducevano degli esperimenti genetici. Al suo interno vengono trovati due corpi criogenicamente ibernati e ancora in perfetto stato di conservazione: una ragazza e l'implacabile serial killer di Crystal Lake, Jason Voorhees. I due vengono trasportati quindi a bordo di una stazione spaziale allo scopo di esaminarli e, qualora le loro condizioni cerebrali lo avessero consentito, riportarli in vita. Che errore imperdonabile. Il nostro Jason, una volta scongelato, dopo alcuni attimi di comprensibile smarrimento, sembra trovarsi immediatamente a proprio agio in questo nuovo ambiente futuristico. D'altronde si sa, mister Voorhees è un tipo alla buona che si accontenta di poco: a lui bastano un buon machete affilato e un pò di carne da macellare a disposizione.

Come giudicare Jason X? Dipende da come ci si prepara alla sua visione. Se infatti siete alla ricerca di un nuovo capitolo che riporti ai fasti di un tempo la storica saga di Venerdì 13, ormai appannata dagli anni e dagli scadenti seguiti prodotti, avete sbagliato strada. Ai Jason-maniaci più incalliti raccomando vivamente di tenersi alla larga dalla pellicola; non credo apprezzeranno il modo in cui gli sceneggiatori hanno impietosamente ridotto il loro killer preferito, qui praticamente una macchietta e ombra di se stesso. Diversa valutazione se invece l'approccio a Jason X verrà fatto all'insegna dell'intrattenimento e della pura e semplice distrazione. La storia risulta essere infatti divertente e ricca di memorabili cafonate, una fra tutte, la trasformazione in cyborg del nostro bogeyman, caratteristiche che messe insieme conferiscono al prodotto un discreto ritmo narrativo. Jim Issac sa di non avere tra le mani un capolavoro, così come ne erano a conoscenza gli sceneggiatori al momento della stesura dello script, pertanto nessuna componente del film è affrontata con troppa serietà, anzi, sono proprio l'ironia e la ricerca continua del grottesco gli elementi fondamentali e gli unici veri punti di forza che salvano dal baratro Jason X.

THE MAN BEHIND THE MASKNome: Kane Hodder
Cosa fa ora? Possiamo definire Kane Hodder come il Jason per eccellenza, essendo l'unico ad aver interpretato in più di una pellicola (4 per ora), il killer di Crystal Lake. Lui stesso è entusiasta di questo ruolo, tanto da essersi fatto tatuare sul labbro la parola KILL. Stuntman, controfigura e attore, Kane è un artista completo, il quale nonostante nelle sue pellicole sia sempre coperto da strati di trucco e maschere di vario genere che lo rendono irriconoscibile, il suo volto è uno dei più noti ed acclamati nel cinema horror, alla pari dei mitici Robert Englund, Doug Bradley o Tony Todd. Hodder continua a svolgere la sua professione in numerosi film, occupandosi anche della coordinazione degli stuntmen.
Sito Web: Kane Hodder Official Website"

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Mercoledì, 11 Marzo 2009
  • Da Alessio Fiumicelli

I 13 Spettri

  • Domenica, 26 Marzo 2006
  • Da jenkin

Bad Brains [1]

  • Mercoledì, 07 Marzo 2012
  • Da Super User

The Walking Dead Seconda Stagione - Episodio 11: La Sentenza (Judge, Jury, Executioner)

  • Mercoledì, 01 Dicembre 2004
  • Da Salvatore Mennea

Venerdì 13 Parte VII: Il Sangue Scorre di Nuovo

  • Giovedì, 14 Febbraio 2013
  • Da Super User

Ruggero Deodato vuole cucinarsi Eli Roth per aver girato con The Green Inferno un remake non autorizzato di Cannibal Holocaust

  • Venerdì, 11 Marzo 2011
  • Da Super User

Adam Chaplin - Da Giugno in DVD...Clip in Esclusiva!!!

  • Lunedì, 04 Ottobre 2010
  • Da emme

Freddy vs. Jason

  • Mercoledì, 19 Ottobre 2011
  • Da Super User

Ravenna Nightmare Film Fest 2011 - Il Programma Completo

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort