SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Husk

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
Husk 2.00 of 5 1 Vote.
Un gruppo di ragazzi in viaggio viene mandato fuori strada da uno stormo di corvi che si schianta sul parabrezza della loro macchina. Con l'auto in panne ed un esteso campo di granturco di fronte ai loro occhi, i giovani decidono di procedere a piedi alla ricerca di una dimora...e di un aiuto. Ma non sanno che in quel terreno si nasconde qualcosa di terrificante…Scritto, diretto e sceneggiato da Brett Simmons, Husk è uno dei film presentati quest'anno all'After Dark Horrorfest, festival che da cinque anni a questa parte propone quasi sempre titoli interessanti.La pellicola parte in maniera fin troppo frettolosa, dato che arriva subito all'evento principale senza darci modo di comprendere bene le caratteristiche dei cinque protagonisti e di addentrarci nel 'clima'. Altrettanto precipitosamente arriva subito la prima vittima e dopo qualche minuto se ne va anche la seconda. E da cinque si arriva a tre. Avendo a disposizione un'ora e venti (all'incirca) si poteva anche centellinarle meglio. Ma, proseguendo nella visione, si capisce che Husk è uno slasher a cui non piacciono molto i giri di parole e che mira ad arrivare subito al sodo, ovvero la caccia all'uomo da parte dello spaventapasseri. Dal punto di vista dell'intrattenimento questo è sicuramente un punto a favore, anche se sinceramente non mi sarebbe dispiaciuto se i personaggi fossero stati più caratterizzati e gli eventi delineati in modo più chiaro. Stavo parlando di 'Caccia all'uomo', ed è proprio questo il fulcro della storia, dettata da questa creatura che si aggira per il campo mietendo vittime, e le prede, ovvero i sopravvissuti, costretti a cercare una via d'uscita in mezzo allo sconfinato terreno di spighe e il cui unico riparo è una casa che, in fin dei conti, non sembra poi molto più rassicurante.Husk riesce a circondarsi di una bella atmosfera, grazie soprattutto al vero protagonista del titolo di Brett Simmons, lo spaventapasseri, la cui inquietante presenza è sempre costante. Nella fase iniziale la pellicola sembra derivare un po' troppo da altri film sullo stesso genere, ma proseguendo con la storia Husk riesce a costruirsi una propria identità. Il cast non è per niente male ed il mostro fa la sua ottima figura. Le pecche più evidenti del film risiedono nella sceneggiatura, durante la quale si evidenziano troppi buchi narrativi che lasciano lo spettatore abbastanza interdetto e confuso.Insomma, alla fine Husk non sarà un capolavoro, ma se volete trascorrere un po' di tempo in compagnia di un horror di semplice e puro intrattenimento, può essere la scelta giusta.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Domenica, 11 Agosto 2002
  • Da Marco Viola

So Cosa Hai Fatto

  • Martedì, 08 Febbraio 2011
  • Da Super User

Il Nuovo TV Spot di Husk, l'horror della After Dark Films

  • Mercoledì, 03 Febbraio 2010
  • Da Pizzo the Bad

Sauna

  • Martedì, 12 Luglio 2011
  • Da Alessandro Lago

Cinderella

  • Mercoledì, 02 Ottobre 2013
  • Da Alberto Genovese

Gravity

  • Domenica, 01 Luglio 2007
  • Da Alberto Genovese

Death Knows Your Name

  • Mercoledì, 27 Gennaio 2010
  • Da Lucio Besana

The Blackout

  • Venerdì, 15 Gennaio 2010

The Scar Crow

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort