SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

House of the Dead

Rating: 1.00/5 (1 Vote)
House of the Dead 1.00 of 5 1 Vote.
Cinque studenti di college, in piena vacanza estiva, vengono a sapere da un loro amico di un rave party che si svolgerà su un'isola nei pressi di Seattle. Giunti al porto in ritardo però, scoprono che la nave messa a disposizione per la festa è già partita, così si rivolgono ad un losco individuo, il Capitano Kirk (come il celebre comandante dell'Enterprise in Star Trek lo so, ma non l'ho scritta io la sceneggiatura, quindi non prendetevela con me), offrendogli del denaro per guidarli a destinazione a bordo del suo battello, il Lazarus. Quest'ultimo non sembra affatto disposto ad accettare la proposta; si narrano terribili leggende attorno all'Isla del Morte, e non sarà certo una manciata di dollari a spingerlo in un luogo così sinistro: pochi minuti di trattative in più e soprattutto un congruo aumento del gruzzolo saranno però sufficienti ad accendere i motori e a partire di gran lena.

Una volta approdati sulla costa, i ragazzi si dirigono immediatamente nel punto dove si sarebbe dovuta svolgere la festa, ma un dettaglio alquanto strano salta subito ai loro occhi: non c'è traccia di anima viva. Come da perfetto manuale di film horror, il gruppo si divide per esplorare l'isola, che presto si scoprirà essere invasa da un'orda di famelici zombie.

Un gigantesco punto interrogativo mi si è stampato sulla fronte per tutta la visione della pellicola, e ancora mi sono poco chiare le intenzioni, i risultati ahimè sono anche troppo evidenti, degli sceneggiatori (che parola grossa) e di Uwe Boll, il regista. Certo, trattandosi della trasposizione cinematografica di un gioco dalla trama pressochè inesistente (House of the Dead è un famoso sparatutto targato SEGA, nel quale l'unico obiettivo è far fuori una quantità industriale di zombie e bestie varie), non ci si attendeva nulla di particolarmente profondo, ma qui lo spessore del film è pari a quello della confezione del videogioco. Gli attori sono più finti dell'orrendo make-up dei morti viventi, i quali, forse per accattivarsi una più vasta schiera di zombie-fans, sono stati rappresentati in più categorie: ci sono quelli che saltano e corrono come ne Il ritorno dei morti viventi, o quelli sfatti e terribilmente lenti come in Zombi 2. ..insomma, di tutto un pò.

A questo punto si potrebbe rivalutare questo guazzabuglio in chiave trash, e quindi farsi due sane risate, ma House of the Dead fallisce anche in questo intento. Il film è di una noia esecrabile, ed il bello è che la vetta del tedio raggiunge l'apice proprio durante le scene clou della pellicola: le sequenze d'azione. Girate alla meno peggio, con l'aggiunta di uno dei più patetici ed insulsi effetti alla Matrix mai visti nemmeno nel peggiore degli action movie, queste ultime sono inoltre cucite ad immagini prese direttamente dal videogioco stesso, come se volessero ricordarci di non prendere assolutamente sul serio lo spettacolo a cui stiamo assistendo.

Che altro dirvi quindi...INSERT COIN AND PRESS PLAY TO BEGIN!!!

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 03 Ottobre 2009
  • Da chris

Morbus - Bon Profit

  • Giovedì, 29 Marzo 2012
  • Da Super User

Zombie Ass: Toilet of the Dead - Gli Zombi escono di nuovo dal WC nel Trailer internazionale

  • Lunedì, 14 Giugno 2004
  • Da Alberto Alamia

La Notte dei Morti Viventi [2]

  • Martedì, 04 Marzo 2014
  • Da Roberto D'Onofrio

Il Cacciatore di Zombie

  • Sabato, 25 Giugno 2005
  • Da Ninja

Il Ritorno dei Morti Viventi Parte II

  • Martedì, 09 Novembre 2010
  • Da Martino Savorani

City of the Dead: La Morte Viene dallo Spazio

  • Lunedì, 17 Novembre 2014
  • Da Francesco paolo Cinconze

Zombi (Dawn of the Dead) - Recensione Film

  • Lunedì, 17 Maggio 2004
  • Da Lercio

Virus: L'Inferno dei Morti Viventi

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort