SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Horror Business

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
Horror Business 4.00 of 5 1 Vote.
Christopher P. Garetano è un giovane regista/produttore - nato a New York nel '76 - che ha dedicato due anni della sua vita alla produzione di questo sorprendente Horror Business. Una vera e propria dichiarazione d'amore al mondo dell'horror indipendente sotto forma di documentario/reportage, frutto di numerosi viaggi intrapresi in giro per gli States con lo scopo di confrontarsi con i protagonisti del mondo indie horror. La grande passione dell'autore per questo universo traspare in ogni singolo secondo della visione; ciò va ad influenzare positivamente il risultato finale di quest'opera, dai contenuti molto interessanti, soprattutto per gli appassionati, ma che renderanno curiosi anche i neofiti. Credo che in fin dei conti possa essere di grande utilità anche ai film-makers stessi, i quali avranno la possibilità di relazionarsi indirettamente con le diverse filosofie che animano i lavori dei loro sanguinari affini d'oltreoceano.

La panoramica offerta da questo dvd (pubblicato solo nel 2006, dopo aver fatto incetta di consensi in numerosi ed importanti festival) risulta essere incredibilmente esaustiva. La scelta più saggia di Garetano è stata quella di non intervistare solo attori e registi, ma di estendere il raggio d'azione a tutti coloro che fanno da importante corollario alle produzioni horror/splatter: tecnici, esperi di effetti speciali o make-up artist.

La lista dei protagonisti di questo Horror Business è davvero lunga, alcuni esempi: Lloyd Kaufman della Troma, il grandissimo Herschell Gordon Lewis (Blood Feast o The Gore Gore Girls vi dicono nulla?!), Tony Fangoria Timpone, il poliedrico Brian Sinlgeton e davvero tanti altri (giornalisti e fans inclusi). Tutti con qualcosa d'interessante da comunicare. Alcuni di essi mettono a nudo anche i loro sogni, le loro paure e le numerose frustrazioni prodotte dal complicato mondo della celluloide, ingiustamente troppo chiuso nei confronti di questo tipo di produzioni.
La banalità non trova dimora in nessuna delle dichiarazioni raccolte. Non credo che a questo punto ci sia molto da aggiungere se non che questo Horror Business è davvero un ottimo prodotto, imperdibile per tutti gli horror lovers e non solo. Da sottolineare che tra un'intervista e l'altra, un set in action e un viaggio in auto, l'autore ha inserito numerosi spezzoni di film, fumetti, locandine e cose simili; il tutto montato in modo molto professionale e accattivante.

Dedicato a chi vuole scoprire una nuova prospettiva da cui osservare paura e sangue.

Curiosità: vincitore del Long Island Film Festival - best documentary audience awardENGLISH VERSION (a cura di Mariclelia Pescatore) Christopher P. Garetano is a young director/producer - born in New York in 1976 - who devoted two years of his life to the production of the surprisingly Horror Business. It is proper declaration of love to the world of independent horror cinematography disguised as documentary/reportage, a result of a lot of journeys, all around the States, in order to compare himself with the character of the Indie Horror world. His great passion for this universe appears through each single frame of his film; this can influence - in a positive way - the result of this movie, with its interesting contents, especially for fans, but which will rouse even the novices' interest. I think that this film could be very useful to film-makers, too, because they'll have the possibility to relate themselves with all the different philosophies which give life to the work of its bloody overseas relatives. The survey offered by this dvd (published in 2006, after having received consents in many and important festivals) is incredibly complete. Garetano's wiser choice has been the one of interviewing not only actors and directors, but also all the people who take part of horror/splatter productions: technicians, special effects men, or make-up artists. The characters of Horror Business are many, such as: Lloyd Kaufman della Troma, the great Herschell Gordon Lewis (Can you remember Blood Feast or The Gore Gore Girls?!), Tony Fangoria Timpone, the versatile Brian Sinlgeton and so on (journalists and fans included). Everybody's got something interesting to say. Some of them let everybody perceive their dreams, their fears and all the frustrations produced by the complicated world of cinema.No banality in what they say. No more to say: this Horror Business is really an excellent result, dedicated to all the horror fans - but not only. We have to say also that among the declarations, between a set in action and a trip by car, the director also included a lot of clips of films, comics, playbills and so on; everything edited in a very professional and winning way. Horror Business is dedicated to people who want to discover a new point view, from which they can watch fear and blood. Curiosity: Prize winner of the Long Island Film Festival - best documentary audience award.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Mercoledì, 18 Marzo 2009
  • Da Filippo Gatti

Blood Feast 2: All U Can Eat

  • Mercoledì, 20 Maggio 2009
  • Da Filippo Gatti

Color Me Blood Red

  • Giovedì, 16 Marzo 2006
  • Da Za-lamort

Two Thousand Maniacs!

  • Venerdì, 29 Ottobre 2010
  • Da Super User

Si concretizza il Reboot de La Bambola Assassina: parla Don Mancini

  • Sabato, 23 Giugno 2007
  • Da Alberto Genovese

Il Ristorante all'Angolo

  • Venerdì, 13 Novembre 2009
  • Da Super User

Plano Dettalle: Snuff Business - Il nuovo Massacro di Sergio Blasco

  • Mercoledì, 06 Dicembre 2006
  • Da Paolo Spagnuolo

Il Conte Dracula

  • Martedì, 13 Marzo 2012
  • Da Super User

Blood Shot di Dietrich Johnston - Un Vampire Action Movie con Christopher Lambert, Lance Henriksen e Brad Dourif

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • porno - turk porno
  • kacakbahis99 - writing a profile for resume