SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Halloween: The Beginning [3]

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
Halloween: The Beginning [3] 2.00 of 5 1 Vote.
Sarò diretto e sintetico: ci sono diverse cose che non mi sono piaciute in questo film.Dedicare i primi tre quarti d'ora alla trasformazione del ragazzino perdente in un mostro, poteva essere una buona idea per un ALTRO film, non certo per giustificare gli atti di epica disumanità perpetrati poi da un essere quasi astratto e divenuto poi iconico nella sua spietata freddezza. Una specie di simbolo del male assoluto, una creatura senza emotività, un super-antieroe.Farlo vedere da piccolo sbeffeggiato da ragazzi prepotenti più grandi o da un patrigno sbruffone, nonché dedito a dare bacini alla sorella neonata, non funziona. A parte il fatto che la trama si avvale della stessa ingenua sessuofobia degli horror più andanti (la morte di coppiette che scopano appare stranamente più punitiva che mai), i presunti traumi del giovane Myers sono abbastanza risibili, adatti al limite per il formarsi di un guardone pervertito, o il classico serial killer di prostitute.Tra l'altro (volendo seguire il tono umaneggiante e realistico del primo tempo), il bambinetto ha anche un'aria piuttosto molliccia, e non si capisce perché poi crescendo chiuso in una stanza finisca col diventare un essere dalla forza sovrumana, refrattario ad ogni tipo di arma che non sia (forse) la bomba Hu2026!L'approfondimento psicologico di un personaggio così irreale come l'omicida di halloween fallisce in partenza, e rende il film lungo, pretestuoso, privo di mistero e talvolta noioso...funzionante solo quando (guarda caso) finalmente entra in gioco il vero e proprio remake carpenteriano."

 

Articoli correlati

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort