SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Halloween III: Il Signore della Notte

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Halloween III: Il Signore della Notte 3.00 of 5 1 Vote.
Il dottor Daniel Dan Challis (Tom Atkins), espletando le ultime consuete ore di straordinario, si trova ad indagare su un oscuro enigma su cui dirotta tutte le sue principali attenzioni: la morte di un tranquillo venditore di giocattoli, Harry Grimbridge, aggredito inspiegabilmente da uno sconosciuto individuo folle di collera. Ricompone, grazie ad Ellie, figlia dell'uomo barbaramente massacrato, una precisa via da seguire che conduce ad un pacifico paesino denominato Santa Mira. Ed è proprio nella zona periferica del paese che ha sede la fabbrica di giocattoli Quadrifoglio d'Argento il cui proprietario è Conal Cochran, un uomo benvoluto e adorato dalla quasi totalità delle famiglie americane.

I due in un primo momento appaiono spaesati, basiti, causa l'ingente quantità di telecamere cosparse in tutta la zona e il prematuro coprifuoco indetto nel tardo pomeriggio. Tali strane circostanze li indirizzeranno verso la scoperta del terribile mistero: Cochran in realtà è un uomo privo di scrupoli che grazie ad una martellante campagna pubblicitaria immette sul mercato statunitense innumerevoli tipologie di maschere, le quali, secondo il losco piano, puntualmente verranno indossate dai bambini la notte di Ognissanti. E' grazie a questo che lo spietato Signore della Notte intende distruggere l'umanità: le maschere sono infatti composte da microchip letali pronti ad attivarsi all'attuazione di un innocente spot pubblicitario, causando la fuoriuscita di viscidi serpenti, vermi, ragni e altre creature. L'atroce bizzarria prenderà piede, naturalmente, la notte del 31 ottobre. Il destino sembra incanalarsi verso la strada più beffarda ma il freddo dottore riuscirà a portare Cochran all'autodistruzione.


Terzo film della celeberrima serie Halloween, ingiustamente soggetto a critiche di ogni genere da parte dei fans. In principio non bisogna cadere in errore formulando ipotesi sull'appartenenza o meno alla storia di Myers. Il film non è da considerarsi un episodio a parte dato che nel malvagio bad finale, giungono notizie sui perché di tali efferatezze: Cochran è membro seguace di una setta che seguendo i rituali druidici intende dipingere le colline di sangue, a tal punto che estinguendo l'umanità diverrà il padrone dell'universo. Così ispirandosi alle antiche e barbare tradizioni emula le gesta dei suoi predecessori, che all'allinearsi di congiunzioni astrali, bruciavano uomini, bambini e animali al solo scopo di placare le funeste ire di non sempre abbastanza temute divinità. Il suo mezzo per distribuire male è diverso ma il prodotto finale è pressoché identico: modifica radicalmente il modo di torturare i bambini con oggetti futili come maschere in grado contemporaneamente di procurargli un non indifferente tornaconto economico.

A metà tra la fantascienza e l'horror trattasi di un prodotto efficacemente realizzato, che in alcune sequenze riesce realmente a colpire e penetrare lo spettatore, il tutto reso più veritiero dall'ottima performance di Tom Atkins, indimenticata icona dell'horror di serie B. Lungi dall'essere incalzante come il film di Carpenter qui in veste di produttore oltre che curatore dell'ottima colonna sonora con la preziosa collaborazione di Alan Howarth. Il regista del soggetto, Wallace, si occupa della sceneggiatura buttata giù assieme a Nigel Kneale idolo di gioventù di Carpenter, famoso scrittore di libri fantascientifici, autore dell'insigne saga del Dr. Quatermass, il quale decise di non apparire nei crediti della pellicola valutando il prodotto decisamente lontano dagli standard ipotizzati. La regia passa nelle sapienti mani di Tommy Lee Wallace, costumista e addetto al montaggio dell'ineguagliabile capostipite, che cattura e avvolge lo spettatore grazie ad un'atmosfera malata, lugubre e ad uno script che fa della sobrietà l'arma vincente.

Il consiglio è quello di rivalutare il risultato finale in base alla storia propostaci, alle emozioni che ci ha procurato e non basandosi esclusivamente sulla mancata entrata in scena di Michael Myers."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Giovedì, 07 Agosto 2008

Halloween II: Il Signore della Morte

  • Giovedì, 10 Dicembre 2009
  • Da claudio paone

Nightmare: Dal Profondo della Notte [2]

  • Lunedì, 05 Aprile 2004
  • Da Salvatore Mennea

Halloween II: Il Signore della Morte

  • Lunedì, 22 Ottobre 2012
  • Da Super User

Meno 10: Halloween 2012 - Documentario sulle location originali del Film di John Carpenter e Galleria Immagini

  • Lunedì, 31 Ottobre 2011
  • Da Super User

Notte di Halloween su Rai Tre con Fuori Orario - Cose (mai) viste - My Son, my Son, What Have ye Done? di Werner Herzog

  • Mercoledì, 16 Marzo 2005
  • Da Salvatore Mennea

Nosferatu: Il Principe della Notte

  • Lunedì, 18 Luglio 2005
  • Da bogovox

L'Ultimo Treno della Notte

  • Giovedì, 18 Luglio 2013
  • Da Fabio Zanchetta

Aftershock

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort