SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Feast II: Sloppy Seconds

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Feast II: Sloppy Seconds 3.00 of 5 1 Vote.
John Gulager ci invita nuovamente al suo delirante banchetto (in inglese, per l'appunto, feast), proseguendo la storia esattamente dal punto in cui si era conclusa nell'ottimo capitolo d'esordio prodotto dal reality show Project Greenlight. Esseri Umani 1 - Bestie Immonde 0: questo è al momento l'esito dello scontro feroce svoltosi presso una stazione di servizio in pieno deserto, luogo dove si è compiuta un'autentica carneficina. Si tratta però solo del primo round: quella che sembrava essere una sorta di famigliola mostruosa composta da mamma, papà e prole a carico in realtà si è rivelata solo una piccola porzione di una vera e propria colonia. Queste creature, spinte dall'insaziabile languore e dal desiderio di accoppiarsi con qualsiasi cosa respiri (vvabbeh, in questo non sono tanto dissimili da noi), invaderanno una cittadina di provincia riducendo i suoi abitanti ad uno sparuto pugno di sopravvissuti, i nuovi eroi di questa nuova avventura.

Feast II si sviluppa esattamente come il suo fortunato predecessore: si comincia con l'introduzione di vecchi e nuovi personaggi (questa volta con un simpatico video stile Grande Fratello, anzichè una semplice scheda grafica) per poi gettarsi a testa bassa e senza ulteriori preamboli nell'azione più pura, durante la quale verremo costantemente presi a secchiate di sangue, frattaglie e vomito. Gulager per questo sequel punta tutto sull'eccesso, non guardando in faccia a nessuno: donne, bambini, gatti...niente...un vero schiacciasassi, o meglio, un vero tritacarne. Anche il nuovo manipolo di sopravvissuti è ancora più sopra le righe rispetto alla prima avventura: abbiamo due nani wrestler, una banda di spietate motocicliste (le Bleeders), un'annoiata coppia di venditori d'auto...più ovviamente alcuni dei superstiti della già citata stazione di servizio.

Nonostante tutto questo ben di Dio il giocattolo stavolta funziona a corrente alterna. Una delle prime caratteristiche meno efficaci è la nuova location: si tratta sempre di un film da assedio, ma l'aver frammentato troppo l'azione in più luoghi, parte dei quali all'aperto, ha tolto buona parte della tensione che invece si respirava fra le quattro mura del piccolo autogrill. Un altro fattore negativo è stato quello di scegliere che alcune sequenze si svolgessero in piena luce. Si tratta di una pellicola a basso budget ed in questo modo molte delle sue carenze a livello tecnico sono risultate più evidenti.

Anche i nuovi eroi ammazza-mostri, seppur variegati e bizzarri visivamente, appaiono piuttosto incolori come spessore caratteriale (forse perchè sono troppo numerosi): non posseggono il carisma dei membri del cast precedente e vi ritroverete alla fine per parteggiare proprio per i reduci del primo Feast. Arriviamo quindi ad una conclusione. Un sostanziale passo indietro quindi (per molti aspetti anche più di uno) ma comunque una pellicola così inzuppata di sangue che uno Splattermaniac DOC non può non vedere almeno una volta...attendiamo Feast 3: The Happy Finish per il capitolo conclusivo, sperando si correggano questi difetti che in un terzo episodio potrebbero pesare ancora di più. Chissà, magari ne sapremo qualcosa di più anche sui mostri...

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Mercoledì, 20 Maggio 2009
  • Da Filippo Gatti

Color Me Blood Red

  • Domenica, 17 Maggio 2009
  • Da Marco Viola

Feast 3: The Happy Finish

  • Sabato, 23 Giugno 2007
  • Da Alberto Genovese

Il Ristorante all'Angolo

  • Mercoledì, 09 Gennaio 2013
  • Da Super User

Torna il Demonio nel Primo Trailer di The Last Exorcism Part II

  • Mercoledì, 18 Marzo 2009
  • Da Filippo Gatti

Blood Feast 2: All U Can Eat

  • Lunedì, 26 Luglio 2004
  • Da Ninja

Brivido

  • Giovedì, 17 Novembre 2005
  • Da pandapulcino

Battle Royale II

  • Martedì, 24 Maggio 2011
  • Da Super User

Nuovi Poster e Trailer per No. 32 B District, il Clone di Paranormal Activity

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort