SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Due Occhi Diabolici

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Due Occhi Diabolici 3.00 of 5 1 Vote.
Solitamente i grandi incontri nel cinema rappresentano, per lo spettatore, momenti intensi che lasciano il segno, da vivere comodamente sprofondati in una poltrona di cinema o davanti a una televisione. In questo caso, il sodalizio tra George Romero e Dario Argento, in un film di chiaro omaggio a Edgar Allan Poe, non lascia insoddisfatto il pubblico, dando quindi i suoi frutti. Non si sta discorrendo di una pietra miliare nata dalla collaborazione di due grandi del cinema, ma se lo scopo dei registi era divertire, spaventare e intrattenere, ebbene ci sono riusciti alla grande.
Fatti nella vita del signor Valdemar (regia di George A. Romero)Un vecchio riccone malato, ipnotizzato da parte del medico, viene costretto a cedere la sua eredità alla moglie. Non sa che la donna è in combutta con il dottore, suo amante. L'avvocato di famiglia ricorda alla donna che il passaggio dell'eredità avverrà solo a due settimane di distanza dalla domanda e con il marito ancora in vita. Questi, invece, morirà poco dopo, così i due si ritroveranno a dover conservare il corpo in una cella frigorifera per evitare che si decomponga e fingere che sia deceduto solo allo scadere della clausola. Essendosi spento sotto ipnosi, l'anima del vecchio resterà però intrappolata nel corpo, continuando da cadavere a lamentarsi e maledire i due, esterrefatti per un avvenimento così fuori dal comune.Il gatto nero (regia di Dario Argento)Roderick Usher (Harvey Keitel), fotografo di cronaca nera, è ossessionato dalla morte, che cerca di fotografare in tutte le sue forme nelle varie scene del crimine. Decide di raccogliere tutto il suo repertorio in un volume da pubblicare, il quale verrà anche riempito con le foto di un gatto nero maltrattato. L'animale altro non è che il felino della sua ragazza, Annabel, molto preoccupata per la sua apparente scomparsa. Usher, trovandosi poco tempo dopo un'altra gatta nera sul suo cammino, la porterà a casa per poterla sopprimere. L'evidente stato di alterazione dell'uomo porterà a fargli compiere il delitto con la compagna in casa, che vedendolo cercherà di fermarlo. Scomparirà misteriosamente anche lei stessa, destando non poca novità nel vicinato, tanto che il fotografo si ritroverà con i poliziotti alle calcagna.Tra i due episodi, è sicuramente quello argentiano a farsi maggiormente apprezzare e notare. Il capitolo romeriano è interessante e ben girato, ma Argento, avvalendosi anche di un grande attore quale Harvey Keitel, realizza una bellissima rivisitazione in chiave moderna del racconto di Poe. La pazzia è imperante in tutto il segmento, ripercuotendosi anche sulla vicenda, vista con gli occhi deliranti del protagonista, il che conferisce certamente una marcia in più alla storia. Agli effetti speciali l'immancabile Tom Savini, leggenda dell'horror, il quale anche in questa occasione risulta sempre all'altezza della sua indiscutibile fama di effettista.
Un film da non perdere quindi, un modo per poter apprezzare contemporaneamente due dei più acclamati e famosi cineasti dell'orrore.
Note: Argento, durante la lavorazione del film, accusò Romero di svogliatezza nella direzione del suo episodio.
La pellicola fu un fiasco ai botteghini.
Inizialmente il film doveva essere composto da altre due parti, rispettivamente girate da Wes Craven e John Carpenter.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Lunedì, 09 Maggio 2011
  • Da Padre Karras

Giallo [2]

  • Lunedì, 10 Ottobre 2005
  • Da Lucafly

Il Gatto a Nove Code

  • Martedì, 17 Maggio 2011
  • Da Super User

Dracula 3D di Dario Argento - Thomas Kretschmann nel Cast insieme ad Asia Argento, Rutger Hauer, Marta Gastini e Miriam Giovanelli

  • Mercoledì, 08 Dicembre 2010
  • Da Francesco paolo Cinconze

Tenebre [2]

  • Venerdì, 30 Gennaio 2004
  • Da Marco Viola

Il Cartaio

  • Domenica, 17 Aprile 2011
  • Da Dj Mayhem

00 - Zero Zero

  • Lunedì, 22 Luglio 2013
  • Da Super User

Dario Argento VS Federico Zampaglione - Non c'entra niente con me. Lui si crede il mio erede, non io…

  • Lunedì, 12 Luglio 2004
  • Da Rubina Frezza

Phenomena

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort