SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Drive Thru

Rating: 1.00/5 (1 Vote)
Drive Thru 1.00 of 5 1 Vote.
Davanti a prodotti come questo viene da pensare che ormai quella patina creativa che ha sempre ridestato il cinema horror dal suo torpore decennale sia in qualche modo destinata a rarefarsi sempre di più. Troppi film tutti uguali, troppe pellicole stampate in serie e quando non sono remake dichiarati lo diventano in quanto minestra cotta e ricotta dai soliti cliché cinematografici. Purtroppo anche questo Drive-Thru degli esordienti Cowles e Kuhn segue l'onda, proponendoci il solito slasher a stelle e strisce alla spasmodica ricerca di un qualche barlume di originalità. Non lo trova con la figura del Ronald McDonald in versione serial killer, vittima di uno scherzo crudele ordito dai padri hippies di un gruppo di teenager alla costante ricerca di sè stessi.
La tematica Le colpe dei padri ricadono sui figli era stata ampiamente discussa nell'infinita serie dei Nightmare a cui questo prodotto (tra gli altri) si ispira. Anche l'immagine del pagliaccio assassino vestito da membro dei Kiss sembra uscire da quel cult assoluto dei tardi eighties, Killer Clown from Outer Space, dei ben più geniali fratelli Chiodo. Non basta poi infarcire la storia con strizzatine d'occhio alla politica anti Bush (evidenziata dal presagio di morte sulle tette firmato I Love Bush) e anti Mac Donald che evidentemente, in questo periodo conosce molto seguito nell'underground americano. Purtroppo siamo di fronte ad una mise en scène alquanto piatta, con pochissima tensione, ancor meno splatter (fatto pure male) e una pretestuosità così marcata da portare all'irritazione lo spettatore. Certo, si potrebbe leggere con una chiave di lettura diversa, con l'eterno conflitto generazionale tra genitori e figli, ma sarebbe un'esasperazione di contenuti quanto meno inesistenti, assordati da un insopportabile metal che rovina anche le poche scene d'azione abbozzate qua e là con un insostenibile stile videoclipparo.

Momento maggiormente godibile è invece l'inizio, con una banda di teppisti rapper che si muove come Eminen all'interno di uno sterminio nel Fast food (che si chiama Hella Burger, guarda un pò che fantasia!). Citazioni anche del miglior Hooper (Non aprite quella porta e The Fun House) e un inserto paranormale (i vari messaggi dall'aldilà che prevedono gli omicidi) assolutamente inutile.
Insomma siamo di fronte ad un junk movie che parla di un junk killer che uccide in un junk restaurant che serve junk food. In un'epoca-spazzatura conforta sapere che anche la monnezza si può sempre riciclare."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Giovedì, 03 Febbraio 2011
  • Da Super User

Poster italiano e Data di Uscita nei nostri cinema per Drive Angry 3D: Destinazione Inferno

  • Giovedì, 07 Luglio 2011
  • Da mike

Drive

  • Lunedì, 19 Aprile 2004
  • Da Alberto Alamia

Velluto Blu

  • Mercoledì, 10 Ottobre 2012
  • Da Super User

Vi piacerebbe un sequel di Drive? Nicolas Winding Refn forse ha un'idea migliore

  • Lunedì, 19 Settembre 2011
  • Da Super User

Buon debutto in Usa per Drive di Nicholas Winding Refn, male per Straw Dogs, il remake di Cane di Paglia

  • Mercoledì, 18 Giugno 2014
  • Da Alberto Genovese

Nurse 3D

  • Mercoledì, 24 Settembre 2008

Drive Thru

  • Venerdì, 15 Ottobre 2010

Drive Angry 3D

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort