SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Dark Touch

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Dark Touch 3.00 of 5 1 Vote.

Giunta al suo quarto lavoro, l'eclettica e tormentata regista francese Marina De Van sceglie di dirigere un horror che tocca argomenti da sempre tabù nella società occidentale, ovvero l'abuso e la violenza sui minori, che, se da una parte rappresenta una piaga sociale in tutto il mondo, dall'altra la civilissima Europa (ma anche l'ancor più civile America) si trova ancora a storcere il naso di fronte alla possibilità di rappresentarla visivamente nelle opere cinematografiche.

Nel caso della De Van la realizzazione di Dark Touchnon è stata una passeggiata, osteggiata da Francia e Italia, ha scelto successivamente di girare nella più aperta (e meno ipocrita) Irlanda una storia difficile da digerire ma decisamente necessaria. Nelle prime sequenze vediamo la giovane Neve correre nei boschi con gli occhi sopraffatti dal pianto come se ci trovassimo in una favola dark. Viene raccolta dai coniugi Galin, suoi vicini di casa. Sembra terrorizzata dall'idea che i suoi genitori vengano a riprenderla, dalla bocca esce un rivolo di sangue e i Galin si accorgono che la bambina si è morsa duramente la lingua. Ma la piccola Neve, che apparentemente sembra una ragazzina disturbata, è in realtà dotata di poteri telecinetici (un po' come la timida Carrie White di Carrie, lo sguardo di Satanao la tenera Charlie di Fenomeni paranormali incontrollabili) che le permettono di muovere oggetti e appiccare incendi.Ma non sono solo questi fenomeni a tormentare la giovane: ci sono anche due genitori subnormali che la sottopongono ogni sera ad atroci violenze. Una notte però Neve, vessata una volta di troppo, scatena mobili e accessori contro i genitori, dà fuoco alla casa e si nasconde in un armadietto con il fratellino neonato. Dopo l'incendio la polizia la ritrova nel mobile in stato confusionale con il bimbo morto tra le braccia. Nonostante sia un'esordiente nell' horror, la De Van dimostra di gestire bene il gioco delle tensioni che contraddistinguono il genere, lasciando che abusi e violenze familiari vengano da una parte solo accennati e in altri casi mostrati con brutale dovizia.

La protagonista, interpretata da Missy Keating, figlia del celebre Ronan cantante dei Boyzone, praticamente neofita nel mondo del cinema, si rivela un talento naturale regalandoci un personaggio intenso, crudele ed allo stesso tempo indifeso, come del resto sono tutti i bambini. Siamo di fronte ad un'opera difficile da digerire, epurata da visioni disturbanti (pur non mancando elementi gore come oggetti casalinghi che perforano la carne dei malcapitati) viene elevata da atmosfere irish che donano all'insieme una fredda suggestione alimentata dalle architetture di boschi cupi e tenebrosi dispersi nella campagna irlandese.

Dark Touch toglie ogni speranza di redenzione e crea nette barriere tra il mondo dei grandi e quello dei bambini, un po' come fece a suo modo Narciso Ibáñez Serrador nel 1976 con ¿Quién puede matar a un niño?

Ma a questa barriera la De Van ci aggiunge la consapevolezza infantile che il male esiste e si può nascondere anche in casa propria, e quando intinge di fiele le pareti domestiche non è più possibile sottrarvisi, l'innocenza è destinata a morire, a bruciare nel fuoco intenso della cruda vendetta senza possibilità di perdono.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Mercoledì, 21 Dicembre 2011
  • Da Alessandro Lago

Tamami: The Baby's Curse

  • Giovedì, 08 Marzo 2012
  • Da Super User

Nuova dose di immagini per Dark Shadows di Tim Burton con Johnny Depp

  • Venerdì, 28 Marzo 2014
  • Da Serena Aronica

Invito a Cena (Cortometraggio)

  • Sabato, 24 Giugno 2006
  • Da Sabina Mazzoldi Pfeifer

The Dark

  • Domenica, 07 Settembre 2008
  • Da AlbaM@ter

Il Cavaliere Oscuro: The Dark Knight

  • Giovedì, 07 Aprile 2011
  • Da Super User

Carrie-Anne Moss e Malcom McDowell entrano a far parte del cast di Silent Hill: Revelation 3D

  • Venerdì, 25 Luglio 2008
  • Da effemme

Joshua

  • Lunedì, 19 Novembre 2012
  • Da Laura Da Prato

Tulpa - Perdizioni Mortali [2]

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort