SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Creep: Il Chirurgo

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
Creep: Il Chirurgo 2.00 of 5 1 Vote.
Forse ispirandosi a Non Prendete Quel Metrò (conosciuto anche come Raw Meat, Death Line), vecchio horror di Gary Sherman del '72, interpretato dall'allora onnipresente Christopher Lee, Creep muove i fili del terrore nella oscura metropolitana di Londra. Questo piccolo film di Christopher Smith parte dall'assunto dell'orrore sconosciuto sepolto nei meandri della città e comunque ai limiti della nostra vita civilizzata, fatta di esseri abbandonati allo stato brado e diventati bestie che si nutrono di violenza, come è uso della moderna 'New Wave of Horror' come Wrong Turn, il remake di Non Aprite Quella Porta e l'annunciato rifacimento de Le Colline Hanno gli Occhi. Il plot è semplice, quasi striminzito a dire il vero, ma punta dritto all'immedesimazione dello spettatore.
Kate, interpretata dalla Franka Potente di Lola Corre (che qui avrà motivi decisamente più validi per darsela a gambe), è un prototipo della nostra società televisiva e frivola, una 'cretinetta' come tante (una sorta di Bridget Jones per intenderci) che a dire il vero speri sin dall'inizio che venga fatta a pezzi. La ragazza lascia una festa per dirigersi verso un luogo dove potrà vedere niente meno che George Clooney (che in realtà non compare nel film), il suo idolo. Come è noto la London Underground è una delle più antiche e soprattutto efficienti metropolitane del mondo, sviluppandosi in una infinità di diramazioni che portano verso ogni angolo della città. Kate utilizza questo mezzo di trasporto per il fatidico incontro con il suo attore preferito, ma a causa di un tragico guasto la metro si ferma, lasciandola in panne tra i binari.

Il peggio deve ancora venire perchè un suo ex-pretendente, seguitala di nascosto, tenterà di violentarla: il suo infame gesto verrà però fermato da qualcosa di molto più minaccioso e raccapricciante di lui, un qualcosa che conduce una pseudovita in quei fetidi cunicoli oscuri. Kate, intrappolata nella metro, si accorgerà presto che l'essere è ancora assetato di sangue e che lei potrebbe essere la sua prossima preda.
Creep non è certo un film memorabile, ma contiene sicuramente degli ottimi spunti e ha il pregio di giocare con discreti esiti la carta del terrore puro. E' probabile che la sceneggiatura non superi le quattro pagine (e nemmeno tanto dettagliate), anche perchè la pellicola ci concede davvero molto poco e anche alla fine dell'intera vicenda non si riesce a sapere quasi nulla di ciò che è realmente successo. Nonostante questo, Creep presenta un'interessante riflessione sui reietti della nostra società, nella quale (e chi vive in città lo sa) vedere qualcuno sconvolto agli angoli della metro è uno spettacolo ormai 'normale' agli occhi assuefatti del cittadino.

Ed è un reietto quello che, accompagnato da un tappeto di topi, cerca vendetta per la sua esistenza oscena verso chi non ha subito la sua sfortuna. La regia riesce a dare l'effetto giusto se riusciamo a rendere verosimile nella nostra testa un certo tipo di esistenza parallela a quella canonica della città industrializzata. Il film non si sofferma neanche tanto sulle immagini cruente o su particolari sequenze splatter (motivo forse derivato dal budget non molto alto), ma lascia al suono e all'immaginazione le abominevoli violenze del killer.

Non un film perfetto quindi, ma comunque interessante e sicuramente meritevole di visione, Creep, così come altri recenti prodotti di successo come Alta Tensione, racchiude la sua forza proprio nella sua semplicità. Decisamente da evitare se si soffre di claustrofobia, perchè la linea metro sembra ingoiare i propri reietti per poi rigettarli come in un sofferto parto in tutto il loro triste orrore.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Giovedì, 18 Settembre 2008

Creep: Il Chirurgo

  • Martedì, 14 Giugno 2011
  • Da Super User

Cinemaz.it e Blog of The Living Dead aderiscono all'iniziativa di Splattercontainer

  • Mercoledì, 13 Aprile 2011
  • Da Lady_Gore

Sucker Punch

  • Lunedì, 13 Giugno 2011
  • Da Super User

Horror Box Office e Aggiornamenti sulla nostra Iniziativa relativa a Super 8 in Italia

  • Lunedì, 24 Maggio 2004
  • Da Alberto Alamia

Misery non deve Morire

  • Sabato, 16 Marzo 2013
  • Da Super User

Il Mostro Invisibile della Ludopatia nel Docufilm SLOT di Dario Albertini

  • Domenica, 07 Settembre 2008
  • Da effemme

Fido [1]

  • Giovedì, 27 Febbraio 2014
  • Da Super User

George A Romero più Marvel - Non solo zombie per la nuova serie a fumetti EMPIRE OF THE DEAD

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort