SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Black Dahlia

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
Black Dahlia 4.00 of 5 1 Vote.
Il profilo di una bionda platinata si staglia all'ingresso del bagno con gli stessi colori di un dipinto di Hopper: ha uno sguardo ferito e colpevole mentre esibisce le lettere che un uomo malvagio le ha impresso sulle carni, iniziali di proprietà ma anche iniziali emblematiche: BD, Black Dahlia.
Chi fosse Black Dahlia, pochi lo sanno con coerente certezza: al secolo Elizabeth Ann Short, Betty o Beth per tutti coloro che non l'hanno condotta ad un inesorabile cammino di sconfitte ed esilio, era una piccola starlet orbitante sui cigli penosi di Hollywood Boulevard, una donna insolita e con qualche anomalia sessuale, che vagheggiava un destino di grandezza in un mondo patinato e precario, che le rimase comunque precluso...
Aveva 22 anni, fu torturata e a lungo tenuta in vita perché altre torture potessero essere inflitte e disposte sul suo corpo a piacimento di ignoti carnefici. Fu rinvenuta infine in una fredda mattina del 15 gennaio del '47, il corpo diviso a metà, overkilled secondo la sconcertante e dolente conclusione della scientifica.
Black Dahlia, un soprannome che ricalca le vicende di morte de The Blue Dahlia, un noir uscito appena un anno prima o forse solo il tatuaggio di un piccolo fiore nero nell'interno coscia. Un delitto tutt'ora insoluto, così terribile da suggestionare un autore controverso e di successo come James Ellroy, che fece assurgere la dalia ad immagine traboccante del disagio inespresso di un gruppo di attori in cui far riverberare il dramma di quel figlio (Ellroy) che, perdendo la madre 11 anni dopo Betty Short, ad opera di un serial killer, volle dedicarle un omonimo romanzo, confondendola volutamente con la dalia stessa...Oggi a quasi 20 anni di distanza dalla prima pubblicazione, uno dei più grandi registi statunitensi, Brian De Palma, ne ha tratto con immancabile virtuosismo, un noir splendido ed imperdibile.
Sfruttando le medesime sproporzioni del romanzo di Ellroy, che dedica un'ampia prima parte della storia all'introduzione dei suoi personaggi, facendo vertice di un complesso triangolo amoroso, un responsabile e fin troppo affidabile Josh Hartnett, il film trascorre vertiginosamente come una metafora impazzita nella notte oscura dei suoi protagonisti, usando come partitura finale di un groviglio di ossessioni e menzogne, le ultime ore della dalia che affiora in bianco e nero con il volto bellissimo ed enigmatico di Mia Kirshner (Exotica), attrice feticcio di Egoyam di Arcand e resa celebre proprio da uno dei film di quest'ultimo, Love and Human Remains, nel ruolo della sensitiva e sadomaso Benita. Orrore seriale ma anche gioco triste e fatale che sgorga dagli occhi di Betty Short, prostituta improvvisata e candido angelo dalla movenze sfrontate mentre la voce di Brian De Palma la interroga, durante le sue imprudenti audizioni in cui si finge cinguettando, Scarlett in Via col Vento.
Regista virtuoso dello split screen e delle panoramiche in soggettiva, muovendo dalle stesse costruzioni di uno dei suoi film maggiori The Untouchables, De Palma dà affresco ed immagina a volte semplificando, o forse offrendo un senso differente al finale del film (rispetto al romanzo), una delle pellicole più coinvolgenti di questi ultimi anni.
Straordinario il cast, a partire da Josh Hartnett (Slevin, Wicker Parku2026), Bucky Ice Bleichert, voce narrante della vicenda, coscienza sollecita e premurosa delle vite equivoche di ogni personaggio, al punto da ricordare la protagonista di un altro film, il canadese Black Eyed Dog di Pierre Gang - e forse non è un caso che anche l'interprete principale si chiami Betty - per quel senso del dovere e dell'onore che non gli risparmia in conclusione di rimediare ai delitti altrui e di commetterne inevitabilmente uno tutto suo.
Due le dark ladies che si contendono con un tocco di sinistro glamour il finale doppio e illustrato dai piccoli sipari della dalia: Hilary Swank (Boys don't Cry) nel ruolo di Madeleine Linscott la donna degli indizi, colei che guida Ice nel mondo sospetto di Betty, rivelando poi ciò che è peggio, le menzogne degli amici, e Scarlett Johansson (Match Point, Scoop), Kay , la donna contesa che cerca nelle opportunità offerte da Ice e Fire, un rifugio sicuro dove mettere a tacere incubi, segreti ed infinite bugie.
Storia di amicizia e morte quella tra Ice e Lee Fire Blanchard (Aaron Eckart, al cinema anche con Thank you for Smoking), ma anche di passaggio attraverso quel grande nulla che divorando sentimenti e persone, consente al suo protagonista di rifiutare i facili pretesti della dissimulazione e di scegliere comunque di perdonare se stesso e quelli che ama.Curiosità: Girato in Bulgaria, nel 2005 il film è stato sceneggiato da Josh Friedman (La Guerra dei Mondi, Reazione a Catena) ed ha inaugurato la 63^ Mostra del Cinema di Venezia nel 2006.

 

Articoli correlati
Recensioni Film
  • Lunedì, 20 Maggio 2013
  • Da Cristina Spin

Black Dynamite

Black Dynamite (Michael Jai White) è un afroamericano esperto di Kung Fu ed ex agente della CIA, che dopo l'assassinio di suo fratello minore Jimmy da parte di una gang di spacciatori, decide di...

Altri articoli
  • Giovedì, 20 Giugno 2013
  • Da Luca Villa

La Casa (Remake) [4]

  • Lunedì, 22 Ottobre 2012
  • Da Fabio Zanchetta

Beyond the Black Rainbow

  • Domenica, 11 Marzo 2012
  • Da Camilla Milano

The Woman in Black

  • Giovedì, 23 Novembre 2006
  • Da Alberto Genovese

I Tre Volti della Paura

  • Martedì, 22 Marzo 2011
  • Da Dj Mayhem

Black Death

  • Venerdì, 21 Marzo 2014
  • Da Super User

The Black Water Vampire - The Blair Witch Project...con i Vampiri

  • Mercoledì, 27 Aprile 2011
  • Da Super User

Call of Duty: Black Ops Escalation Map Pack - Danny Trejo, Robert Englund, Michael Rooker, Sarah Michelle Gellar e George A. Romero in Call of the Dead

  • Venerdì, 30 Marzo 2007
  • Da Sabina Mazzoldi Pfeifer

The Forbidden Chapter

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort