SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Bed Time

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
Bed Time 4.00 of 5 1 Vote.

Considerata la discontinuità artistica del bravo Jaume Balagueró, si può senz'ombra di dubbio considerare questa ultima fatica del regista spagnolo come il suo capolavoro assoluto, superiore anche al fortunato Rec, che pur sviluppando mirabilmente un horror frenetico ed inquietante, non riusciva a coinvolgere e colpire con la stessa ferocia di questo "mientras duermes" (pessimo e avvilente il titolaccio italiano), espressione perfetta dell'orrore moderno, generato esclusivamente da una serie di motivazioni gratuite e proprio per questo intollerabili e nel contempo attraenti.

Ma quello che funziona realmente nella storia del sadico portinaio Cesar (un meraviglioso Luis Tosar) è il coinvolgimento assoluto che il personaggio riesce a creare con lo spettatore all'interno di un gioco simbiotico che richiama alle atmosfere del miglior Hitchcock, questo grazie anche alla perfetta normalità con cui il protagonista ordisce il suo crudele progetto ai danni della giovane Clara, colpevole di essere solare e allegra nella stessa misura in cui Cesar è depresso e infelice. Un progetto che non colpisce subito a pugno chiuso ma procede gradualmente inserendosi dentro alla storia come una mignatta senza fondo e portando, nel finale, alle conseguenze più estreme la vicenda con un risvolto che negli ultimi minuti di film sembra omaggiare la strabordanza di sentimenti drammatici con estrema chiarezza tipica del cinema di genere anni settanta, totalmente scorretto e deliziosamente diabolico.

Balagueró sceglie di farci vivere il film dalla parte del cattivo, un antieroe che ci fa inorridire e allo stesso tempo ci affascina con la sua metodica preparazione delle sue escursioni notturne sotto il letto della giovane Clara, escursioni che vive con una routine pazzesca e devastante almeno quanto le gelide confessioni che Cesar fa alla madre intubata in ospedale e incapace di parlare, quindi di reagire alle crudeli dissertazioni di questo immondo sangue del proprio sangue. Il regista ci accompagna discreto nella vicenda abbandonandosi alla pura narrazione in un'opera più che perfetta nella sua interezza che ha il pregio non indifferente di indurre lo spettatore ad un'attenta riflessione sulla scelleratezza della razza umana e delle infauste conseguenze delle sue azioni sul nostro apparato sociale.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 10 Ottobre 2009
  • Da Super User

Ghostbusters 3 - Ivan Reitman coinvolto nel progetto

  • Giovedì, 15 Ottobre 2009
  • Da Super User

Due Nuovi Rancori al prezzo di uno direttamente dall'Oriente

  • Lunedì, 19 Aprile 2004
  • Da Za-lamort

Entity

  • Martedì, 02 Settembre 2008

L'Angelo della Vendetta

  • Martedì, 10 Aprile 2007
  • Da Za-lamort

Il Buio si Avvicina

  • Martedì, 08 Giugno 2004
  • Da Za-lamort

L'Angelo della Vendetta

  • Lunedì, 03 Maggio 2004
  • Da Salvatore Mennea

Cabal

  • Lunedì, 30 Novembre 2009

The Ward: Il Reparto

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort