SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Basket Case 2

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
Basket Case 2 2.00 of 5 1 Vote.
Il secondo capitolo della saga Basket Case inizia dove finiva il primo film, esattamente pochi minuti dopo quest'ultimo, quando cioè Duane e Belial, rispettivamente il fratello normale e quello deforme, sono ricoverati in un ospedale con pesanti traumi da caduta. Fuggono dall'edificio grazie all'aiuto di una donna, la quale dice di essere stata amica della loro zia defunta, che li porterà nella sua casa adibita a piccola comunità di gente speciale, come a lei piace chiamare i Freaks. Belial trova numerosi suoi simili ed entrambi i fratelli vengono accolti da una grande famiglia mostruosa e curati dalla direttrice di questa specie di comunità: sembrano finalmente essere giunti nel posto giusto, ma presto le cose si complicano. Una giornalista è sulle loro tracce e non tarda a capire dove sono nascosti. Messo in pericolo il piccolo centro, la 'direttrice' non esiterà a istigare i freaks a tirare fuori le unghie per difendersi: nessuno dovrà sapere dell'esistenza di quell'oasi felice. Nel frattempo si ripresentano anche i problemi tra i due fratelli, Duane infatti aspira ad una vita normale e vuole andarsene per la sua strada senza Belial.

Henenlotter tenta di cavalcare l'onda del successo di Basket Case con questo seguito ben otto anni dopo! I tempi sono cambiati, l'attore che interpreta Duane (Kevin Van Hentenryck) è visibilmente invecchiato anche se i fatti dovrebbero essere contigui. Gli effetti speciali sono migliori del primo capitolo, soprattutto per quanto riguarda il deforme Belial, ma anche gli altri Freaks sono realizzati abbastanza bene, anche se a volte la loro rappresentazione, il vero punto di forza del film sul quale Henenlotter punta, è alquanto esagerata (c'è posto per una sorta di uomo rospo, un misto fra un demone ed un pipistrello con tanto di ali, o ancora una creatura che ci regala una dimostrazione canora degna del miglior Pavarotti).

Per quanto riguarda gli effetti cruenti abbiamo qualche breve sequenza splatter, ma nulla di nuovo o originale: i flashback che si vedono nel primo capitolo (vedi recensione Basket Case), vengono in parte ripetuti, sia per non lasciare dubbi sulla storia dei fratelli ma soprattutto per recuperare alcune delle scene migliori in precedenza girate, in particolare quella della separazione dei due protagonisti. L'atmosfera di drammaticità cupa e morbosa del capostipite della trilogia si perde per lasciare il palco ai nuovi freaks, perdendo la componente psicologica sviluppata da Henenlotter, che pare cercare esclusivamente un successo ai botteghini.

Il prodotto in questione è svuotato delle qualità del primo, l'argomento viene ribattuto con leggere modifiche ma ormai si è esaurito pienamente col primo: non c'era, a mio avviso, assolutamente bisogno di questo sequel, che a tratti risulta noioso e sa di già visto, soprattutto nelle sequenze violente che sanno molto di forzatura verso situazioni già create anni prima. Henenlotter cade nell'abitudine, spesso deleteria, dei sequel, e rischia di intaccare la memoria della sua opera prima con un prodotto tutto sommato scadente. Fortunatamente nello stesso anno girerà anche Frankenhooker.

Da ricordare: Belial nella casa incontrerà una freak molto simile a lui di cui si innamorerà, si vede un amplesso tra i due mostri con tanto di rumori stile film pornografico, penso tutti si interroghino su dove abbiano gli organi genitali questi mostriu2026
Un'altra curiosità è il trucco di uno dei mostri, che ricorda molto il nerd deformato dall'acido del grande The toxic avenger, della mitica Troma. Tributo al film di Lloyd Kaufman o semplice coincidenza?

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Domenica, 21 Marzo 2004
  • Da Tetsuo

Brain Damage: La Maledizione di Elmer

  • Lunedì, 24 Ottobre 2005
  • Da Andrea Lanza

Scannati Vivi

  • Lunedì, 08 Settembre 2008

Basket Case 3: The Progeny

  • Martedì, 07 Febbraio 2006
  • Da Cosworth

Il Soffio del Diavolo

  • Lunedì, 08 Settembre 2008

Basket Case

  • Martedì, 14 Maggio 2002
  • Da Dente di Fata

Inferno

  • Venerdì, 07 Febbraio 2014
  • Da Super User

La Mosca, Basket Case e i Gremlins in un video horror realizzato in plastilina

  • Giovedì, 20 Febbraio 2014
  • Da Super User

Worst Case Scenario - Richard Raaphorst Torna al lavoro sul Film?

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort