SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Ballata Macabra

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Ballata Macabra 3.00 of 5 1 Vote.
La famiglia Rolfe (Ben, sua moglie Marion, il figlio David e la zia Elisabeth) sono in cerca di una casa in campagna dove trascorrere le vacanze estive. Trovano una splendida villa vittoriana con piscina, immersa in una lussureggiante vegetazione e con un affitto straordinariamente modico. Le sole condizioni poste dai due proprietari sono di avere un'estrema cura della dimora, e qualche riguardo per la loro madre, un'ottantacinquenne signora alloggiata in una stanza all'ultimo piano.
Superato l'iniziale scetticismo di Ben, i Rolfe accettano entusiasti l'offerta e si trasferiscono nella casa. Mentre Marion sembra completamente assorbita dal mantenimento della villa (senza però riuscire mai a vedere l'anziana proprietaria dell'ultimo piano), la permanenza per gli altri membri della famiglia è costellata da una serie di avvenimenti inquietanti. Scatti di inaudita violenza, devastanti paure e nevrosi, traumi infantili che riaffiorano all'improvviso, sono solo alcuni degli eventi che travolgeranno i Rolfe in un'orribile spirale di terrore che racchiude in sè l'orribile segreto della villa. Gemma indimenticabile dell'horror anni 70', Ballata Macabra racchiude in se tutti gli elementi tipicamente gotici del filone delle case infestate, plasmati e rimodellati in una nuova e più personale veste. Dan Curtis, uno dei più apprezzati rappresentanti della new-wave fantastica del 'dopo Romero', è uno specialista delle produzioni televisive e a basso costo, tutte giocate sul climax e sull'abilità degli interpreti. Burnt Offerings è infatti un film di attori: il regista americano si concentra particolarmente, oltre che sulle ambientazioni, sull'interpretazione di tre eccezionali caratteristi di Hollywood, che sembrano ingaggiare una sorta di gara di bravura in questa pellicola purtroppo ancora misconosciuta a molti. Oliver Reed è efficacissimo nella sua potente rappresentazione drammatica: veterano della Hollywood meno commerciale, si è sempre distinto in ruoli impegnativi, diretto da grandi registi tra cui Fisher, Russell, Lester e Cronenberg, partecipando a decine di ottimi film di vario genere.

Su Bette Davis sembra quasi imbarazzante avanzare qualsiasi commento, dato che la sua filmografia parla da sola: si tratta di una delle più grandi attrici che il cinema abbia mai avuto, e questo film, per quanto possa essere considerato abbastanza di genere, non fa altro che avvalorare il suo poliedrico talento. Rimane infine la Black, una miscela esplosiva di attitudine, creatività e professionalità, anche se decisamente più giovane della Davis. Karen si potrebbe definire una 'all around actress' tanto sono importanti ed eterogenee le pellicole dove ha regalato superbe interpretazioni (vedi Easy Rider, Il giorno della Locusta, Il grande Gatsby, Trilogia del terrore, Capricor One, La casa dai 1000 corpi, ecc). Già strabiliante protagonista nell'altro cult-movie di Curtis, Trilogia del terrore (1975), la Black si rivela sempre all'altezza della situazione regalando una performance tesa, vibrante, da grande interprete. Magistrale lo studio del dettaglio effettuato da Curtis, in una casa che sembra una sorta di attrice aggiunta, grazie alle suggestive ed intriganti carrellate del regista americano. Curtis costruisce con mano salda un'atmosfera da brivido, dove il terrore è subdolamente insinuante sin dall'inizio, nei lunghi piani sequenza sulla splendida villa vittoriana immersa nel verde. Un'atmosfera di suspence angosciante che avrà una sorta di crescendo esponenziale, come in un inesorabile incantesimo dove lo spettatore viene letteralmente ipnotizzato dall'enfatizzazione del particolare, dell'indizio che racchiude in se ogni volta un nuovo tassello per l'agghiacciante mosaico finale. Senza l'uso di effetti speciali, con un ridottissimo utilizzo del make-up, Ballata macabra regala momenti di puro terrore miscelati a sezioni fortemente drammatiche, dove il soggiorno nella lussureggiante villa sembra sgretolare inesorabilmente i pur solidi e distesi rapporti interpersonali nella famiglia Rolfe.

Interessante anche l'uso che il regista fa della tecnica del flash-back, dove i traumi infantili del capofamiglia Ben (Oliver Reed) si annunciano e si rivelano sempre più con l'incedere della vicenda. Ottima la sceneggiatura basata sul racconto di Robert Marasco e firmata dallo stesso Curtis insieme allo scrittore William F. Nolan: una garanzia per lo screenplay in ambito fantastico, assieme a Richard Matheson. I dialoghi sono infatti estremamente curati, mettendo fortemente in risalto il carattere dei personaggi ed i violenti conflitti psicologici scatenati dalla permanenza nella casa. Efficaci le musiche, in costante supporto al climax di malignità instaurato sin dalle prime sequenze. Un plauso va anche alla scenografia, per i dettagliati interni che diventano elemento portante nella vicenda, ed alla buona fotografia orientata su tonalità morbide e calde. Peccato per il budget limitato ed il poco tempo per le riprese; un handicap che affliggerà molto spesso la carriera del regista americano, senza però riuscire mai a guastare il genuino contenuto artistico dei suoi lavori.

Curtis vinse con questo film due importanti premi nel 1977: il Golden Scroll come miglior regista alla prestigiosa Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films (USA), e la Medalla Sitges en Oro de Ley, sempre come miglior regista, al Catalonian International Film Festival in Spagna.

 

Articoli correlati
Film
  • Lunedì, 08 Settembre 2008

Ballata Macabra

Marion Rolfe: L'annuncio diceva fitto ragionevole-rnRose Allardyce: Molto ragionevole-per la gente appropriata.

Altri articoli
  • Sabato, 03 Dicembre 2005
  • Da drmenard

Danza Macabra

  • Mercoledì, 05 Ottobre 2011
  • Da Alberto Genovese

Ballata dell'Odio e dell'Amore [2]

  • Martedì, 20 Agosto 2013
  • Da Francesco paolo Cinconze

L'Evocazione

  • Martedì, 25 Gennaio 2011
  • Da xChuCkyx

I Vivi e i Morti

  • Lunedì, 21 Giugno 2004
  • Da Lercio

Junk

  • Mercoledì, 28 Febbraio 2007
  • Da undying

Dead End

  • Lunedì, 27 Febbraio 2012
  • Da Super User

Steven Spielberg deluso per non aver ricevuto la Nomination all'Oscar come Miglior Regia de Lo Squalo - Video Inedito

  • Giovedì, 21 Settembre 2006
  • Da Fede

Visitor Q

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort