SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Bakterion

Rating: 1.00/5 (1 Vote)
Bakterion 1.00 of 5 1 Vote.
Siamo a Newton, in Inghilterra. Un vecchio progetto militare di origine batteriologica, risalente alla seconda guerra mondiale e mai portato a termine, viene recuperato e studiato in un laboratorio segreto. Si tratta di un virus dagli effetti devastanti, in grado di moltiplicare le cellule e creare dei mostri dalla forza spaventosa. Purtroppo un incidente provoca la contaminazione di uno scienziato, il professor Adams, il quale fugge ed inizia a dare sfogo alla sua bramosia di uccidere. Il sergente O'Brian (David Warbeck) viene incaricato delle indagini, coadiuvato dalla dottoressa Jane (Janet Agren) e collega del professor Adams.

Sul luogo dei delitti viene ritrovata una strana sostanza verde, provocante ustioni sul corpo umano, ed i cadaveri completamente dissanguati. Le autorità credono che il virus possa propagarsi tra la cittadinanaza e decidono di metterla in quarantena, evitando possibili esportazioni di batteri nel resto del paese. Se non riescono a trovare il professor Adams, il rischio di applicazione del piano Q (eliminazione completa della popolazione locale) è elevato. Intanto il mostro semina il panico in un cinema e si porta via il corpo di una ragazza per farsi una bevuta di emoglobina in tranquillità. Gli abitanti assediano il comando di polizia per avere delle spiegazioni, ma non ricevono alcuna indicazione in merito. Molte persone, in preda all'angoscia, tentano di lasciare la città, ma l'esercito ne controlla i confini, sparando su chiunque cerchi di lasciarla. Il mostro ha preso di mira una chiesa, dove all'interno si trovano il parroco ed alcuni bambini; il prelato riesce a mettere in salvo gli infanti, ma cadrà sotto i colpi del professore/mostro.

Dal comando generale giunge l'ordine di utilizzare i bombardieri per sganciare ordigni al gas nervino ed eliminare il problema alla radice. O'Brian rintraccia il professor Adams, ma, nonostante la dose di piombo, la creatura riesce a fuggire dalle grinfie della polizia utilizzando le condutture fognarie. O'Brian e Jane riescono finalmente a neutralizzarlo, grazie ad un normalissimo estintore antincendio e a revocare l'ordine ai piloti per la salvezza dell'intera popolazione di Newton.
Se esiste un titolo che funga da icona per il cinema trash tricolore, questo potrebbe identificarsi in Bakterion. Richmond (vero nome Tonino Ricci) confeziona una delle sceneggiature più incongruenti ed imprecise che mi sia dato ricordare, dove persino la più semplice delle evidenze viene posta incredibilmente in discussione. Non parliamo poi dei dialoghi, spesso talmente assurdi da rasentare il ridicolo che si potrebbe creare una hit parade per la citazione più idiota. è un autentico peccato non aver imbastito un plot all'altezza, in fondo l'idea di base non era malvagia. Pur se recuperata da Romero e dal suo La Città Verrà Distrutta All'Alba, la personale rielaborazione della storia aveva qualcosa di intrigante. Inoltre sono molte le analogie con un altro e ben più famoso film, uscito una quindicina d'anni dopo, ossia Virus Letale di Wolfgang Petersen ed interpretato da grandi nomi come Hoffman, Sutherland, Freeman e Spacey: il virus di origine militare che sfugge al controllo, l'assedio dell'esercito alla città contaminata, l'ordine di bombardarla con un ordigno ad alto potenziale distruttivo.

Il film è una coproduzione italo-spagnola ed è stato ambientato in Inghilterra, dove si vocifera che sia realmente esistito un progetto militare (approvato dall'allora ministro Churchill) per l'utilizzo di un'arma batteriologica da sganciare sulle città tedesche. Ma potrebbe trattarsi di una trovata pubblicitaria per creare un pò di enfasi intorno alla pellicola. Per quanto riguarda la parte tecnica, l'interpretazione di Warbeck e della Agren, autentiche glorie del cinema di genere italiano, rientra nella norma, come pure gli attori di contorno. La colonna sonora, realizzata da Marcello Giombini, è completamente superflua, con sporadiche musichette inserite solamente nelle scene più drammatiche. Delirante il brano che fa da cornice al film proiettato nella sala, prima che entri il mostro: ideale per la scaletta dello Zecchino D'Oro! Gli effetti speciali sono abbastanza buoni, anche se non abbondanti; da segnalare la maschera della creatura particolarmente efficace e riuscita, opera di Rino Carboni.

Scegliere un voto che identifichi il valore di Bakterion non è semplice: meriterebbe il massimo per la parte trash ed il minimo per la parte tecnico/artistica. La scritta finale, prima dei titoli di coda, è l'emblema della fattura del film: 'Quello che avete visto potrebbe accadereu2026Forse è già accaduto!'u2026 Affascinante, vero?
TOP GORE rnMetto al primo posto una delle scene finali, dove si vede nel dettaglio il volto del mostro e le 'pulsazioni' delle vene, che indicano la sua arrabbiatura.

 

Articoli correlati
Film
  • Lunedì, 08 Settembre 2008

Bakterion

- Lo riconosci? (Warbeck) - Certo: è la guardia del corpo del professore! (Agren) - Gi_. Lo conoscevo anch'io- (Warbeck)

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort