SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Amityville Horror

Rating: 1.00/5 (1 Vote)
Amityville Horror 1.00 of 5 1 Vote.
Non è invecchiato bene Amityville Horror. Soprattutto se paragonato a pellicole che hanno avuto come protagonista indiscussa la casa, intesa come unico elemento perturbante, presenza materica, terrigna e terragna, oggetto vivo e senziente, in grado di sconvolgere la psiche di chi vi abita, mandando in frantumi i cristalli sottilissimi che reggono la fragile intelaiatura su cui poggia la nostra psiche. Gli esempi potrebbero essere infiniti: da Gli Invasati di Wise a Ballata macabra di Curtis, dall'Overlook Hotel di Shining fino ad arrivare al Poltergeist di Hooper.Eppure malgrado le banalità, le incongruenze della sceneggiatura, la mediocrità del parco attori, la noia che regna sovrana, la mano insicura del regista Stuart Rosenberg (capace - in verità - di essere onesto artigiano, basti vedere Brubaker), Amitiyville Horror fu un successo clamoroso, ma certamente non per meriti artistici. Ripercorrerne le fasi, dimostra quanto un'idea giusta al momento giusto, poteva (ieri come oggi) diventare la classica gallina dalle uova d'oro. Lo capì al volo quella vecchia lenza di Samuel Z. Arkoff, produttore avvezzo al genere che, accaparrandosi i diritti del libro di Jay Anson (da cui il film venne tratto), fece tombola.Il libro (a dire il vero mediocre) fu un clamoroso boom editoriale: narrava la storia (vera?) dei coniugi George e Kathy Lutz che, trasferitisi in una inquietante casa sulla costa, se ne dovettero scappare a gambe levate dopo pochi giorni, a causa di presenze diaboliche sempre più presenti.La casa, infatti, era stato teatro anni addietro di un raccapricciante fatto di sangue compiuto dal figlio dei precedenti inquilini. Imbracciato un fucile a canne mozze, il ragazzo sterminò tutta la famiglia e, una volta arrestato, dichiarò di aver agito seguendo gli ordini impartiti dalle voci dentro la sua testa. Questa la storia. I Lutz, le cui memorie vennero meticolosamente riportate dalla Ansen, dichiararono assolutamente veritiere le loro dichiarazioni e la possessione diabolica della Amityville House fece il giro di tutta America, divenendo un simbolo del paranormale per tutta la generazione dei primi anni '80. Quasi un'icona, al pari del marchio Coca Cola o di quello del Mc Donald's. Quello che, infatti, resta maggiormente impresso della pellicola, è proprio la magione del titolo: un edificio immanente, tutto di facciata, dai tratti urbanistici che rimandano ad un volto diabolico e pauroso. Quasi l'incarnazione architettonica del concetto stesso di male assoluto. Un volto che divenne un merchadising, un marchio di fabbrica da utilizzare all'infinito, un haunted mansion gadget da riproporre con martellante continuità.Non è un caso che da quel lontano 1979 (anno di uscita del primo capitolo) la saga di Amityville non ha, di fatto, conosciuto soste. Purtroppo gli esiti sono sempre stati (ad eccezione del secondo capitolo targato Damiano Damiani) modestissimi. Per quanto riguarda i sequel ecco l'interminabile lista: Amityville II - The Possession (1983); Amityville 3D (1983); Amityville Horror - La fuga del diavolo (1989); Amityville - Il ritorno (1990); Amityville: A New Generation (1993); Amityville: Dollhouse (1996).A ciò si aggiunga un remake nel 2005, una manciata di documentari (On Location: The Amityville Horror; Amityville: The Final Testament; Shattered Hopes: The True Story of the Amityville Murders) e una miriade di programmi televisivi.Se ancora non dovesse bastarvi, per il 2012 è previsto Amityville: The Legacy, ovviamente in 3D. Cattiva visione.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Mercoledì, 07 Dicembre 2005

Amityville Horror

  • Mercoledì, 03 Settembre 2008

Amityville Horror (Remake)

  • Lunedì, 24 Marzo 2014

The Amityville Horror: The Lost Tapes

  • Lunedì, 28 Luglio 2014
  • Da Joomla\CMS\User\User

Amityville Horror (1979) - Trailer Originale

  • Venerdì, 08 Marzo 2013

Amityville Possession

  • Venerdì, 08 Marzo 2013
  • Da Joomla\CMS\User\User

Amityville 2: The Possession Official Trailer Damiano Damiani

  • Lunedì, 10 Ottobre 2005
  • Da Andrea Lanza

Bunshinsaba

  • Venerdì, 15 Luglio 2005
  • Da Cosworth

La Casa Maledetta

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort