SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

00 - Zero Zero

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
00 - Zero Zero 4.00 of 5 1 Vote.
URSS, anni '40. In una scuola elementare il maestro chiede ai bambini cosa vogliono fare da grandi, tutti danno una risposta concreta: chi il poliziotto, chi la mamma, chi il politico...tranne uno che viene sgridato per i suoi vaneggiamenti. Subito dopo ci troviamo in palestra e lo stesso bambino viene sgridato dall'insegnante perché non ha la tuta: La mamma ha detto che mi faccio male con le parallele dice a sua difesa. Ancora dopo ecco lo stesso bambino fuori dalla presidenza, mentre la madre viene informata dal preside del suo cattivo andamento ... Sin dalle prime immagini non si può non provare simpatia e tenerezza per il piccolo Yuri, con occhi enormi sempre carichi di paura e tristezza, con un piccolo difetto di pronuncia (lo stesso del Gatto Silvestro) ed un piccolo amico di pezza, Cappellaccio, che si anima (nella sua fantasia) ogni qual volta rimangono da soli. Una madre apprensiva e petulante, un padre balbuziente, brontolone e ossessionato dal capo, una nonna che si diverte a spaventarlo e che vive in una casetta oltre il bosco, insegnanti che lo sgridano, compagni di scuola che lo prendono in giro...Yuri finisce per rintanarsi nel suo mondo di sogni ed incubi, e la consueta gita di famiglia a trovare la nonna sarà l'occasione per diventare grande. Per andare a casa della nonna Yuri e la famiglia devono attraversare un bosco spettrale, dove risiede il Fantasma del Bosco: una sorta di orco nero, con grandi occhi baluginanti (00, il doppio Zero del titolo), braccia rinsecchite e dita innaturalmente lunghe ed adunche come vecchi rami. Ritornando a casa Yuri e i genitori hanno un incidente, la macchina si ribalta e l'unico ad uscirne sano e salvo è proprio il bambino, che dovrà farsi coraggio ed attaversare il bosco per raggiungere la strada provinciale in cerca di aiuto (sempre che non si imbatta nel Mostro di Rostov...)... Marco Pavone dirige un lungometraggio animato con sapienza e fantasia, caratterizzato da un disegno in triconia che passa dal bianco/nero/giallo del giorno al bianco/nero/azzurro della notte, passando anche per il bianco/nero/rosso dei ricordi, mostrati come una vecchia pellicola muta degli anni '10. Un tratto molto particolare quanto originale, accompagnato dalla musica di Tchaikovsky riarrangiata elettronicamente, e che sembra rievocare illustri predecessori. Gli occhioni grandi e fortementre espressivi di Yuri sono molto 'disneyiani' (non a caso proprio Pavone ha lavorato per la Disney) così come il pupazzo Capellaccio, una sorta di Grillo Parlante che lo incoraggia continuamente, ricorda il tigrotto Hobbes di Calvin & Hobbes, che allo stesso modo si anima e diventa il compagno di giochi e di avventura del 'seienne' più pericoloso dei fumetti.
Pavone mostra così al pubblico un bambino come tanti, con le sue paure e i suoi sogni, incompreso dai genitori e dalla società in cui vive (siamo sempre nell'URSS degli anni '40) deciso però ad affrontare il terrore dell'ignoto che si nasconde nel buio. Un cartone animato buono per tutte le età, che strapperà qualche lacrimuccia ai più sensibili, proprio per la grande tenerezza che suscita Yuri per l'intera durata del film.
Ancora una volta però ci troviamo a constatare che un prodotto italiano di qualità non sia stato per nulla reclamizzato, considerando che il nostro paese non ha una particolare tradizione per il cinema di animazione (l'unico noto, oltre al vecchio Bozzetto, è il regista Enzò D'Alò) Zero Zero avrebbe meritato molta più considerazione.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 19 Febbraio 2011
  • Da Francesco Scardone

Il Cigno Nero

  • Mercoledì, 30 Dicembre 2009
  • Da Dj Mayhem

Solamente Nero

  • Venerdì, 18 Febbraio 2011
  • Da Super User

Il Cigno Nero da Oggi al Cinema: Ecco Due Nuovi Filmati

  • Venerdì, 30 Gennaio 2004
  • Da Marco Viola

Omen: Il Presagio

  • Giovedì, 30 Settembre 2010
  • Da Dj Mayhem

Vamp

  • Domenica, 11 Marzo 2012
  • Da Camilla Milano

The Woman in Black

  • Sabato, 15 Gennaio 2011
  • Da Marco Viola

It's Alive

  • Mercoledì, 15 Gennaio 2014
  • Da Salvatore Margiotta

Quella Casa nel Bosco [2]

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort