SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Guardiani della Galassia - Recensione Film

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
Guardiani della Galassia - Recensione Film 4.00 of 5 1 Vote.

Le esistenze di Gamora, Groot, Quill, Rocket e Drax sono consumate alla giornata, non hanno un vero scopo finché non si incrociano: Quill, giunto sul pianeta Morag ruba una misteriosa sfera per conto di Yondu Udonta, capo di un gruppo di pirati spaziali dai quali è stato rapito da bambino, e decide di rivenderla per conto suo, mentre Ronan, leader di un gruppo estremista, manda Gamora, un'assassina professionista a recuperare la sfera.

Mentre Quill cerca di piazzare la sfera Gamora lo aggredisce cercando di sottrargli il prezioso oggetto. Rocket il procione e Groot, un ibrido tra un umano e un albero, a loro volta sulle tracce di Quill per consegnarlo a Yondu e riscuoterne la taglia, restano coinvolti nella lotta tra i due e tutti e quattro vengono arrestati dal corpo di guardia del pianeta Nova e trasferiti in un carcere di massima sicurezza.

Qui Gamora confessa di voler tradire Ronan e si allea con Quill Groot e Rocket per evadere dal carcere e rivendere la sfera, dividendone il guadagno. A loro si unisce Drax, un detenuto che vuole vendicarsi di Ronan per l'uccisione di sua moglie e sua figlia. Il piano per scappare dalla prigione va in porto e i cinque compagni si recano a Everywhere, una stazione spaziale dove incontrano Taneleer Tivan, un collezionista interessato ad acquistare la sfera...

Guardiani della Galassia - Recensione Film

Guardiani della Galassia è uno di quei film che vorresti non finisse mai, o di cui aspetti il seguito già dopo i titoli di coda. Uno di quelli che regalano impazienza, ma un'impazienza buona, esaltante, perché ne vorresti subito ancora e ancora.

E' epico, avvincente, divertentissimo, commovente, esteticamente stupendo, forse il migliore tra film targati Marvel. Tutte le ambientazioni sono curate nei dettagli, ed è proprio la ricchezza di particolari accattivanti che ti fa venir voglia di non perderti niente, di tenere gli occhi incollati allo schermo dall'inizio alla fine. I personaggi, per cominciare, sono assolutamente adorabili. Sfigati, arraffoni, apparentemente senza né arte né parte e con zero possibilità di vittoria, ma con enormi potenzialità che vengono fuori un pezzettino alla volta.

C'è Quill, un leader improbabile, spaccone ma così goffo nelle sue spacconate da trasmettere infinita tenerezza. Groot e Rocket sono una coppia comica sensazionale, il semplice gioco per cui l'uomo albero si esprime esclusivamente con le tre parole "io-sono-Groot" e che solo Rocket capisca di volta in volta cosa stia realmente dicendo bastano a far ridere tantissimo, ma in questi due compagni c'è molto altro e non se ne avrebbe mai abbastanza. In Gamora e Drax c'è la vendetta per le atrocità subite, la scoperta del gioco di squadra e dell'importanza di avere qualcuno oltre se stessi. I Guardiani della Galassia è anarchia, gag politicamente scorrette, umorismo e azione, ma ci sono anche calore, dolcezza, profondità, amicizia.

Guardiani della Galassia - Recensione Film

Chi non resterebbe coinvolto dalle vicende di una compagnia di perdenti che nel tentativo di ammazzarsi l'un l'altro scopre la gioia di poter avere di nuovo dei compagni, qualcuno per cui valga la pena di rischiare la propria vita e disposto all'occorrenza a fare lo stesso? Proprio questo è il meccanismo che muove l'intera vicenda, la riscoperta, per tutti i personaggi, di avere qualcosa da perdere, qualcuno per cui sacrificarsi. Tolta la sfera emotiva, il film è incredibile: dialoghi serrati e comici in pieno stile Marvel, effetti speciali che da soli fanno in modo che valga la pena di andarlo a vedere, una storia avvincente raccontata con leggerezza e ironia ma anche con massima cura e amore da James Gunn (regista dell'adorabile SUPER tra gli altri), che devo dire si è rivelato davvero un'ottima scelta, forse la migliore possibile.

Diciamolo poi, per la mia generazione di nostalgici, un walkman con una compilation pop su cassetta e un troll con i capelli fluo fanno subito casa, lì dove tutti cerchiamo continuamente di tornare in ogni modo possibile. E i Guardiani della Galassia è anche questo, un film investito di una nostalgia magica, quasi spielberghiana (i riferimenti a Spielberg e Lucas piovono dall'alto dandoci un senso di familiarità che aggiunge punti ad un voto già altissimo). Godibilissimi anche i cameo di Glenn Close, Benicio Del Toro e John C Reilly, eccezionali in queste piccole parti disegnate su misura per loro.

Insomma, andate di corsa a vederlo appena possibile, e a rivederlo se avete una giornata storta, perché è uno di quei film che sono una cura contro la negatività.

Un ultimo consiglio: qualunque cosa accada, non alzatevi prima della fine dei titoli di coda. Fidatevi, è importante.

 

 

Tags: Zoe Saldana, Sci-fi, Marvel, James Gunn, Dave Bautista, Vin Diesel, Bradley Cooper, Michael Rooker, Benicio Del Toro, John C. Reilly

Articoli correlati
Altri articoli
  • Martedì, 07 Ottobre 2014
  • Da Marco Viola

Guardiani della Galassia

  • Mercoledì, 03 Novembre 2010
  • Da Lucio Besana

I Guardiani del Giorno

  • Sabato, 24 Novembre 2012
  • Da Super User

VS REVIEWS - Prometheus di Ridley Scott

  • Domenica, 18 Novembre 2012
  • Da Super User

VS REVIEWS - Quella Casa nel Bosco

  • Lunedì, 10 Novembre 2014
  • Da Alberto Genovese

Caltiki: il Mostro immortale - Recensione Film

  • Martedì, 25 Novembre 2014
  • Da Dj Mayhem

Necropolis - La Città dei Morti - Recensione Film

  • Martedì, 25 Novembre 2014
  • Da Cristina Spin

Clown - Recensione Film

  • Mercoledì, 13 Aprile 2011
  • Da Francesco Scardone

L'Albero della Vita

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort