SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Stoker

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Stoker 3.00 of 5 1 Vote.

Park Chan-Wook va in America. Tutti lo aspettavano al varco, molti convinti che si sarebbe venduto, come hanno fatto tanti registi una volta chiamati a girare negli USA, che avrebbe rinunciato al suo stile per assecondare gli assegni dei poduttori; io (e spero tanti altri), invece, ho aspettato questo film con estrema trepidazione dalla prima volta che ho visto il trailer (un bel po' di tempo fa, tenendo conto del solito ritardo distributivo italiano).

E ho fatto bene!Premettendo una piccola info che deve farci fortemente vergognare, e cioè che Stoker è uscito in tutta la Campania in una sola sala (avrei dato fuoco a tutti i cinema della zona se non fosse uscito nemmeno lì), passiamo a parlare dell'ultimo film del sud coreano.India Stoker (cognome che riecheggia quello del più famoso Bram) è una ragazza chiusa e solitaria.

Il giorno del suo diciottesimo compleanno il padre muore in un incidente stradale, India rimarrà sola con l'egoista e strafottente madre ma, durante il funerale, arriverà uno zio uscito dal nulla che si stabilirà nella loro casa.Stoker è un film sul passaggio all'età adulta, su cosa signifchi diventare grandi e, più di tutto, sul prendere coscienza di se stessi. Una coscienza di sè e un passaggio all'età adulta che non possono non affrontare i due momenti principali della vita di ognuno: la sessaulità e la morte. India, alla fine, deporrà negli scaffali le scarpe sempre uguali che il padre le regalava da quando era bambina, questo cambiamento non potrà non essere pieno di dolore, raggelante nella sua crudezza, terribile sotto molti punti di vista ma, altresì, necessario.Come al solito, la parte visiva è quella più riuscita (perfetta, in verità) nei film di Chan-Wook.

Ogni inquadratura è studiata nei suoi più intimi particolari, senza mai risultare fine a se stessa o leziosa, la camera si muove con una classe che è veramente difficile da trovare simile in giro, segue i personaggi e le loro storie in mille modi diversi parlandoci più di tutti gli altri elementi del film messi insieme.Il montaggio, poi, sigilla la regia già impeccabile.

Ottime le interpretazioni femminili, soprattutto la Wasikowska che, ormai, è, forse, l'attrice più brava della sua generazione. La Kidman non ha un ruolo gigantesco né molto sfaccettato ma fa sempre la sua degnissima figura.Qualche difetto c'è, sì, inutile negarlo, come una sceneggiatura, sotto il lato thriller, non propriamente perfetta e un ruolo principale maschile che, a mio parere, poteva essere scelto meglio. Però sono veramente piccolezze che non compromettono tutto il lavoro del coreano.

Park Chan-Wook va in America e sforna un film di Park Chan-Wook (con la sola differenza che questa volta gli attori non hanno gli occhi a mandorla, anche se credo ci sarà qualcuno pronto a rinfacciargli anche questo), non la sua migliore prova ma, senza dubbio, un film degno del suo nome.In quest'anno così avaro, per me, di grandi film, Stoker è sicuramente una delle pellicole migliori.

Da vedere senza esitazioni.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Giovedì, 05 Dicembre 2013
  • Da Serena Aronica

Oldboy di Spike Lee (Remake)

  • Venerdì, 15 Febbraio 2013
  • Da Super User

Interessante Featurette per il Thriller Stoker di Chan-wook Park

  • Martedì, 22 Gennaio 2013
  • Da Super User

C'è aria di Gioiello di Film nel Bellissimo TV Spot per Stoker di Park Chan-wook

  • Lunedì, 08 Ottobre 2012
  • Da Joomla\CMS\User\User

Stoker di Park Chan-Wook - Trailer Internazionale

  • Mercoledì, 06 Luglio 2011
  • Da Super User

Spike Lee in trattativa per dirigere il Remake di Oldboy di Park Chan-Wook

  • Venerdì, 27 Aprile 2012
  • Da Alessandro Lago

Mr. Vendetta

  • Venerdì, 28 Aprile 2006
  • Da effemme

Three...Extremes

  • Domenica, 23 Ottobre 2005
  • Da Sabina Mazzoldi Pfeifer

Lady Vendetta

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort