SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

The Escape (Cortometraggio)

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
The Escape (Cortometraggio) 4.00 of 5 1 Vote.

Un uomo ferito, vestito di stracci, corre a perdifiato attraverso un piccolo paese disastrato per sfuggire ad un misterioso e feroce inseguitore. Intorno a loro si palesa un panorama post apocalittico, quasi ad ingigantire il senso di distruzione già presente nel borgo abbandonato.

La scena trasmigra in una stanza asettica. Qui lo stesso protagonista racconta ad un uomo in penombra come ha fatto a sfuggire al suo inseguitore e di come questa sua impresa sarà utile a cambiare le sorti dell’intera umanità.

The Escape è un cortometraggio sci-fi scritto e diretto da Alessandro De Vivo e Ivano Di Natale, due cineasti che con il loro Story of a Mother – un altro short movie – hanno vinto il premio come miglior corto al 32° Fantafestival di Roma e il Roma e il Silver Award ai California Film Awards 2012. Ma questa volta, con i sei minuti scarsi di The Escape, le loro intenzioni sono ben diverse: le prospettive sono quelle di potersi dare un po' di visibilità nei festival per essere in grado, successivamente, di sviluppare il concept di questo corto in un lungometraggio fantascientifico. Senza dubbio, se le premesse sono queste, sarò il primo a fare il tifo che ciò avvenga presto. Le citate potenzialità sono limpide in tutti gli aspetti del corto, ad iniziare dalla scelta del protagonista, il bravissimo ed intenso Massimo De Matteo, questa volta con i baffi. Un attore con diverse importanti esperienze divise tra teatro di primo livello, cinema e televisione (la Nuova Squadra e Distretto di Polizia). Anche la location è di buon impatto, il piccolo paese di Apice nel beneventano che al sottoscritto (sono irpino) ha dato un inquietante senso di deja-vu, legato agli effetti devastanti dello spaventoso terremoto del 1980. Ma la vera cesellatura a questa manciata di minuti viene dai tre mesi di post produzione che ha concesso alle CGI il giusto spazio e una perfetta collocazione nella storia che resta, giustamente, orfana di un finale. Il plot resta in tal modo aperto ad uno sviluppo che De Vivo e Di Natale avranno certamente già pianificato. Da sottolineare una riuscita citazione di Matrix (credo voluta) che ho notato quando, durante l’adrenalinica ed efficace caccia all’uomo, l’inseguito riesce a schivare miracolosamente una pallottola sparata dal suo misterioso inseguitore incappucciato in stile “steampunk”.

Se i Manetti Bros ce l’hanno quasi fatta con L’Arrivo di Wang (2011) non vedo perché non dovrebbero sperare anche i due registi/sceneggiatori di questo promettente short-movie. Sarà dura ma io, come penso molti altri, spero che in futuro si possa parlare di una inedita (nel senso di moderna) ondata di sci-fi italiano, anche solo a basso o medio budget. Che dei produttori coraggiosi si facciano avanti presto… su, su!

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Domenica, 12 Settembre 2010
  • Da Giorgio Santangelo

Cane di Paglia

  • Lunedì, 10 Febbraio 2014
  • Da Super User

Possibile Trilogia per Escape from New York - Il produttore Joel Silver si ispira a Batman Arkham City

  • Sabato, 07 Febbraio 2004
  • Da Alberto Alamia

Dellamorte Dellamore

  • Venerdì, 21 Maggio 2010
  • Da Super User

SPLATTERCONTAINER CONTEST - Due Copie di Concerto for the Undead degli Stigma in Palio!!!

  • Domenica, 22 Novembre 2009
  • Da Marco Viola

Chemical 12-D (Cortometraggio)

  • Sabato, 05 Febbraio 2011
  • Da Super User

Dexter - La Quinta Stagione dal 18 Marzo alle 21.00 su FX

  • Martedì, 25 Gennaio 2011
  • Da Super User

Just a Car Crash Away...non un semplice incidente d'auto...

  • Martedì, 01 Ottobre 2013
  • Da Super User

Snake Plissken's ESCAPE - Ecco il Gameplay del Videogioco che non vedrete mai...oppure no?

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort