SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

VHS

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
VHS 2.00 of 5 1 Vote.

L’idea di partenza di V/H/S è semplice e furba: sei registi che si stanno facendo un nome nel cinema horror, girano ciascuno un cortometraggio in modo da arrivare a un prodotto più commerciabile, come un lungometraggio, senza spendere troppi soldi.

 

Utilizzare il genere del found footage horror permette di risparmiare notevolmente sul piano economico: con una qualità di ripresa minore anche la spesa degli effetti speciali diminuisce.

Sul piano narrativo, trattandosi di una storia registrata da un personaggio appartenente al racconto non c’è l’obbligo che il girato risponda a tutte le domande generate da una narrazione tradizionale. Davanti a un prodotto del genere lo spettatore non pretende che ogni racconto sia un capolavoro, ma se non altro che sia divertente. Purtroppo, la maggior parte degli episodi di V/H/S non ha la qualità necessaria per mantenere l’attenzione.

L’episodio di cornice, che lega tutti i cortometraggi, ci presenta un gruppo di ragazzacci che registra sempre le proprie bravate, come alzare le magliette delle ragazze per riprendere i loro davanzali o entrare in case abbandonate per spaccare qualche finestra.

Uno di questi viene condotto nella casa di un vecchietto per rubare una videocassetta. Il problema è che in questo posto ci sono tantissime vhs da vedere prima di riuscire a trovare quella giusta. Questo permette al film di introdurci altri episodi, facendo però perdere alla cornice ogni forma d’interesse grazie alle continue interruzioni. Neppure sul finale riesce a salvarsi: una conclusione prevedibile e insipida.

In Amateur Night un gruppo di amici esce per avere una notte tutta droga e sesso, con l’idea di registrare su nastro ragazze con cui faranno sesso senza che loro se ne rendano conto. Ben recitato e con effetti speciali efficaci, questo primo episodio verso la fine ha un picco di interesse, ma non risulta in grado di gestire il clima di tensione, sacrificando così l’effetto sorpresa.

Second Honeymoon racconta di un giovane matrimonio in crisi: i due intraprendono un viaggio per tentare di riconciliarsi, ma una misteriosa donna compare alla porta della loro stanza del motel. Girato con un intelligente utilizzo della camera a mano, questo episodio sa costruire suspense mantenendo lo spettatore incollato alla sedia. Purtroppo la conclusione non rispetta le aspettative, oltre a celare una misoginia molto più gratuita di quella del primo episodio.

Con Tuesday the 17th abbiamo il solito gruppo di adolescenti che va a passare il week-end in un lago isolato dal resto dal mondo. Forse è il punto più basso di tutto il film. Le scene degli omicidi sono basiche, eseguite in maniera pessima e la storia è noiosa. Si ricorre spesso allo squallido mezzuccio del «ti alzo il volume» per sopperire alla mancanza di tensione drammaturgica, oltre che di soluzioni originali.

A questo punto arrivano i migliori cortometraggi.

The sick thing that happenned to Emily when she was younger

Una ragazza è convinta che la sua nuova casa sia infestata da fantasmi e chiede aiuto al fidanzato con cui comunica tramite Skype. Sebbene all’inizio sembri uno spin-off di Paranormal Activity, questo episodio è molto solido, proprio grazie alle aspettative generate dalla similitudine con il suddetto film. Il twist finale é inaspettato e malato, regalando a V/H/S un vistoso salto di qualità rispetto al resto.

10/31/98

Un gruppo di amici troppo grandi per festeggiare Halloween va ad una festa in una casa di periferia. Quando la raggiungono, è vuota.

Il miglior episodio del film, sebbene la storia non sia molto originale. Il susseguirsi di situazioni tese è ben riuscito. L’unica cosa che gli gioca contro è che essendo l’ultimo episodio, il twist finale è facilmente prevedibile se si tiene in conto la misoginia presente in tutte le altre storie.

In un film che si chiama V/H/S si presuppone che i protagonisti guardino tutti gli episodi tramite un videoregistratore, la cosa curiosa è che solamente due episodi sono in formato analogico: l’ultimo e quello di cornice. Gli altri sono stranamente in digitale, uno è addirittura ripreso da una web-cam. Quindi cosa lega veramente tutti questi episodi? Cosa hanno in comune per trovarsi insieme in un lungometraggio? Forse la misoginia o la sessuofobia, presenti in tutti gli episodi, sia in dose moderata che preponderante.

Terminata la visione rimane la sensazione di aver visto un brutto horror, dimenticando che gli ultimi due episodi meritano una certa considerazione. Le idee cinematografiche sono scarse e il concetto del found footage non viene sfruttato quanto necessario. Esso pare più una scusa per risparmiare sulla qualità della storia. Auguriamoci che il sequel goda di un livello creativo più elevato.

 

Articoli correlati
Recensioni Film
  • Martedì, 18 Giugno 2013
  • Da Fabio Zanchetta

VHS 2

Forte del successo virale ottenuto in rete e ben lontano dall'aver esaurito il proprio potenziale, torna V/H/S, fulmine a ciel sereno nello stantio panorama found footage che nemmeno un anno fa ha...

Recensioni Film
  • Venerdì, 05 Ottobre 2012
  • Da Fabio Zanchetta

Troll Hunter [2]

Tutto cambia per rimanere uguale? Scovando questa curiosa incursione norvegese nel panorama del found footage, genere che si è standardizzato molto velocemente, viene da dire l'esatto contrario,...

Altri articoli
  • Martedì, 29 Gennaio 2013
  • Da Super User

Il Diavolo si nasconde nella prigione di 616 - Paranormal Incident, il Trailer del Found Footage Horror

  • Mercoledì, 12 Marzo 2014
  • Da Super User

Afflicted di Derek Lee e Clif Prowse - Un passo avanti nel Found Footage Horror?

  • Venerdì, 27 Aprile 2012
  • Da Super User

The Ring 3 potrebbe essere un Found Footage Movie?

  • Mercoledì, 02 Ottobre 2013
  • Da Super User

Il Nuovo Venerdì 13 sarà un Found Footage Horror? Improvviso una Trama...

  • Venerdì, 14 Marzo 2014
  • Da Super User

The Borderlands - Il più importante Found Footage Horror Film dai tempi di The Blair Witch Project?

  • Sabato, 10 Novembre 2012
  • Da Fabio Zanchetta

Atrocious

  • Martedì, 01 Aprile 2014
  • Da Super User

Le ultime novitì sul prossimo Venerdì 13 e su Freddy VS Jason 2!

  • Giovedì, 16 Ottobre 2014
  • Da Marco Viola

Day of the Mummy - Un Found Footage Horror, Mummie...e Danny Glover, ok avete la mia attenzione

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort