SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Apri gli occhi

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
Apri gli occhi 4.00 of 5 1 Vote.
Il cinema fantastico spagnolo ha sempre avuto una marcia in più ma questo non giustifica che, al suo interno sia possibile trovare autentiche perle come questa opera seconda di un geniaccio iberico come Alejandro Amenabar, il quale, dopo il bellissimo Tesis, ci conduce per mano in questo incubo inscatolato stile matrioska dove il protagonista Cesar vive in una dimensione che strizza l'occhio a Philip K. Dick, mentre cita apertamente il fantasma dell'opera".Abre los Ojos inizia con una voce che induce sensualmente all'omonimo imperativo, ma è solo la registrazione della radiosveglia di Cèsar, giovane ereditiero di bell'aspetto. Dopo aver lasciato nel suo letto la sua amante occasionale Nuria, scende nel box, prende l'auto e si dirige in centro a Madrid, dove lo attende una città completamente deserta. E' solo un incubo ma lascia intendere molte cose a cui Cesar ovviamente non bada. Oggi è il suo compleanno e deve organizzare una festa. Al party il suo amico del cuore Pelayo gli presenta Sofia con cui passerà la notte, ma solo a parlare e disegnare. Basta questo però, affinchè il baldo giovane capisca che Sofia è la sua donna ideale. Al mattino, mentre Cesar si avvia verso casa, incontra Nuria che lo invita a farsi un'ultima sveltina prima del gran fidanzamento. In macchina Nuria prende delle pastiglie e si schianta a tutta velocità contro una curva. L'incidente sfigura terribilmente Cesar che, dal quel momento, vedrà cambiare in peggio tutta la sua esistenza, almeno fino al momento in cui, magicamente, le cose cominceranno a migliorare.La storia viene raccontata come un lungo flashback dal protagonista stesso, il quale, chiuso in un carcere per malati mentali, indossa una grottesca maschera di sè stesso per non mostrare il volto allo psicologo davanti a lui. Amenabar, come tutti i grandi registi, scrive da sè le sceneggiature (e cura anche la musica) ed il risultato si vede. Il ritmo è quello giusto, mai troppo lento nè troppo veloce, riuscendo a scandire alla perfezione il lungo viaggio surreale di Cesar, novello mostro dell'opera che affronta la sua discesa nell'orrore passando per il paradiso. Abre los Ojos è la dimostrazione che si può fare cinema fantastico anche se non si mostrano astronavi o grandiosi effetti speciali, e ci riporta a quel tipo di fantascienza concettuale che furoreggiava negli anni settanta. Ma la perfezione non risiede solo ed esclusivamente nello script, anche il carattere visionario di certe inquadrature eleva l'opera verso confini quasi autoriali pur mantenendo ferma la dimensione narrativa. Penelope Cruz offre il suo meraviglioso volto ad un personaggio sensuale, quasi mistico mentre si esibisce come un mimo sulla panchina del parco, vestita come un novello pierrot e, cosa non trascurabile, ci delizia con il suo seno quasi acerbo.Grande successo in patria, il film di Amenabar è la dimostrazione che con delle buone idee e un grande mestiere si riesce persino a contrastare il potere delle major americane (il film superò per incassi persino Titanic) ed ovviamente queste ultime non mancarono di notarlo puntando subito a farne un remake dal titolo "Vanilla Sky"."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 25 Giugno 2005
  • Da jenkin

La Cosa da un Altro Mondo

  • Lunedì, 12 Luglio 2004
  • Da Luca Durante

The Eye

  • Sabato, 19 Marzo 2011
  • Da Giorgio Santangelo

Opera

  • Venerdì, 05 Agosto 2011
  • Da Giorgio Santangelo

Il Fantasma dell'Opera

  • Martedì, 12 Marzo 2013
  • Da Super User

The Walking Dead Stagione 3 Episodio 13: Apri gli Occhi (Arrow on the Doorpost)

  • Lunedì, 29 Marzo 2004
  • Da Alberto Alamia

Mulholland Drive

  • Mercoledì, 27 Gennaio 2010
  • Da Pizzo the Bad

Il Mistero di Lovecraft: Road to L.

  • Lunedì, 11 Aprile 2005
  • Da Za-lamort

Suspect Zero

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort