SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Il Rito

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Il Rito 3.00 of 5 1 Vote.
Chi come me ha voluto toccare con mano per molti anni il mondo degli esorcismi per vagliare di persona la veridicità dell'argomento, si trova sempre inevitabilmente coinvolto in film che trattano uno degli argomenti più caldi dell'ormai vastissimo genere horror: il demonio e le sue manifestazioni sulla terra.Tratto da una storia vera, Il Rito racconta della vita di due esorcisti: Padre Lucas Trevant e Michael Kovak.Il tema, caro agli esorcisti di tutto il mondo tratta quella che è la lacerante questione in seno alla Chiesa: l'esistenza del demonio. Il demonio, da sempre vuole far credere di non esistere e questa è la sua più grande vittoria. Sono in molti nella Chiesa ad affermare che la sua posizione è divenuta dominante proprio in questi anni, poichè molti sacerdoti, vescovi e cardinali non credono in Satana, il Signore del Male. Non credere in lui mina alle radici anche il credere in Dio e questo è per la prima volta affrontato in maniera diretta in questo genere di pellicola. Il fulcro è li: la fede in Dio, è collegata con il credo nel diavolo e viceversa? Dimostrato che esiste uno, esiste anche l'altro?Film ben architettato e che, finalmente per un genere di pellicola simile, non ruota attorno alla figura dell'esorcista e dell'esorcizzato, ma attorno a temi più grandi. Appunto la fede in Dio, il credere nel male. Ma anche di attualità: la crescente domanda di esorcismi è reale. I possessi sembra che siano aumentati nel mondo negli ultimi anni. Il tutto poi è strutturato attorno ad una storia di vita difficile avuta proprio da colui che deve trovare una fede vera e autentica.Ma se Il Rito non fallisce sul fronte storia/struttura, in forza anche della potenza generata da situazioni estreme che si vengono a creare durante lo svolgere degli eventi, perde invece molto di credibilità sul versante che riguarda la fede. Il tema è talmente complesso che renderlo in pellicola è quanto mai arduo, anche se si è aiutati da un comprimario che la fede te la tira fuori con le unghie: il demonio.Peccato poi, a mio personale avviso, la recitazione di Colin O'Donoghue: mai credibile, mai nella parte. Sicuramente spazzato via dal grandissimo Hopkins che si conferma in questo difficile compito uno straordinario attore, ma non per questo non si può non aspettarsi un minimo dall'attore non protagonista". Minimo che è ben lungi dal venire e credo che se ne siano accorti pure i produttori, purtroppo in corso d'opera, quando ormai sarebbe stato insostituibile.Come sempre apprezzo le citazioni ai maestri e in questo caso mi è piaciuta molto la scena del sacerdote dubbioso che esce dalla stanza per riflettere su sè stesso, prima di un possibile attacco finale, come ne L'Esorcista di Friedkin.Un film piacevole, ben orchestrato e ben diretto dunque, ma con qualche importante pecca che si sarebbe potuta evitare."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Venerdì, 25 Novembre 2011
  • Da Alberto Genovese

Il Rito [2]

  • Lunedì, 10 Ottobre 2005
  • Da effemme

The Exorcism of Emily Rose

  • Lunedì, 31 Gennaio 2011
  • Da Super User

Horror Box Office: C'è solo Hereafter nella Top Ten italiana, negli Usa primo posto per Il Rito

  • Martedì, 13 Dicembre 2005
  • Da Sabina Mazzoldi Pfeifer

Dominion: Prequel to the Exorcist

  • Venerdì, 30 Gennaio 2004
  • Da Marco Viola

Omen: Il Presagio

  • Mercoledì, 01 Novembre 2006
  • Da Sabina Mazzoldi Pfeifer

Profumo: Storia di un Assassino

  • Giovedì, 27 Gennaio 2011
  • Da Super User

Spot TV italiano per Il Rito con Anthony Hopkins

  • Lunedì, 10 Ottobre 2005
  • Da Andrea Lanza

Bunshinsaba

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort