SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

F

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
F 3.00 of 5 1 Vote.
F è una delle peggiori valutazioni che uno studente americano possa ricevere, un voto che rasenta l'umiliazione, non stupisce quindi che il professor Anderson, dopo aver appioppato tale voto ad un ragazzo ed averlo umiliato pubblicamente in classe, si becchi un bel cazzotto sul naso da parte del giovane, visibilmente incazzato. Non solo, dopo il danno, la beffa, perchè l'istituzione scolastica, per paura di ritorsioni da parte dei genitori dell'alunno, sospende il professore. In breve Anderson comincia a scendere la china: divorzia dalla moglie, per vedere la figlia Kate, che studia nella sua classe, è costretto a metterla in punizione fino a sera, in tutto questo l'anziano insegnante, ormai semi alcolizzato, comincia a nutrire una sorta di paranoia nei confronti degli studenti, il che non è poi così male dal momento che, una sera, nell'istituto scolastico piombano una banda di ragazzini incappucciati pieni di pessime intenzioni e con una spiccata tendenza a uccidere, mutilare e torturare chiunque capiti loro a tiro. Il film racconta di questo allucinante assedio di una notte dove Anderson dovrà recuperare tutte le sue energie per salvare la figlia Kate fino ad arrivare a fare scelte non proprio piacevoli.Sulla falsariga di film come Eden Lake e Classe 1984, il regista inglese Johannes Roberts affronta il tema della violenza giovanile tinteggiando la pellicola con evidenti spruzzi horror, al punto che i giovani assassini non verranno mai visti in volto ma identificati come strane presenze quasi demoniache, assassini spietati e sadici che saltano da un banco all'altro (gli attori sono tutti esperti di Parkour) piombando alle spalle delle loro vittime per ridurle a brandelli di carne. Evocando le atmosfere Carpenteriane di Distretto 13 - le Brigate della morte e mescolandole con il gusto del sano brivido dell'invisibile di Them, il film ci regala una prima parte decisamente coinvolgente e ben architettata, giocando sull'attesa e sulla paranoia senza però trascurare la narrazione degli eventi che portano a quel momento, merito anche del bravo David Schofield che ci offre un'ottima maschera di professore caduto in disgrazia, motivato da una giusta ansia verso le nuove generazioni, ansia che è poi il messaggio nascosto, ma neanche poi troppo, del film dove appare evidente il fatto che la nuova società sta crescendo mostri sempre più terribili.Roberts si destreggia bene negli angoli bui e nei corridoi di una scuola, abusa un po' della camera sfuocando eccessivamente certe scene (probabilmente allo scopo di ampliare l'angoscia con il vecchio trucco del vedo non vedo") ma riesce comunque ad essere coinvolgente recuperando angosce e paure del vecchio cinema del terrore. Quello che manca, in realtà, è la convinzione di quanto sta accadendo, leggasi anche "improbabilità della trama". Sinceramente lo spettatore fa fatica ad accettare di identificare come mostri o demoni, una banda di ragazzini, per quanto silenziosi e oscuri possano essere rappresentati nel film, il che porta ad uno smorzamento decisivo della tensione verso un finale che lascia decisamente insoddisfatti."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Martedì, 04 Ottobre 2011
  • Da Super User

SKET di Nirpal Bhogal - Maschi contro Femmine, ma qui si menano sul serio...

  • Venerdì, 16 Settembre 2011
  • Da Super User

Nuova Splatter Clip Online per Saint, l'horror comedy diretta da Dick Maas

  • Mercoledì, 07 Aprile 2010

Saint

  • Martedì, 26 Aprile 2005
  • Da Za-lamort

Battle Royale [1]

  • Mercoledì, 07 Aprile 2010
  • Da Super User

Sint - Buoni o Cattivi...per Dick Maas Morirete Tutti!!!

  • Martedì, 28 Aprile 2009
  • Da Luca Durante

Imago Mortis

  • Martedì, 24 Maggio 2011
  • Da Francesco Scardone

La Pelle che Abito

  • Venerdì, 24 Settembre 2010
  • Da Super User

Sint - Il Primo Trailer Ufficiale

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort