SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Murder collection v.1

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Murder collection v.1 3.00 of 5 1 Vote.
1994. Un web-show chiamato 'Murder' mostra una serie di reali omicidi ripresi con telecamere, tv a circuito chiuso, webcam, ecc…Lo show viene scoperto e chiuso dalla polizia, ma il capo di tutto ciò, Balan, non viene mai trovato.Il film espone la collezione di ciò che 'Murder' trasmetteva.Vi ricordate Fred Vogel? Sì, proprio lui, il padrone di quella che viene da molti definita come la serie più violenta e malata mai stata fatta (la trilogia di August Underground) torna in scena con questo film-raccolta di reali crimini. Vorrei rassicurare tutti mettendovi al corrente del fatto che niente di tutto ciò è reale. Si tratta quindi di un altro snuff movie simulato. Il film si apre con Balan che introduce il tutto e successivamente assistiamo, attraverso una webcam, alla scena di un padre che massacra di botte il proprio figlio. Il tutto prosegue su questa linea, ovvero: filmato - riflessioni di Balan - filmato e così via…Naturalmente il tasso di violenza è altissimo e realistico, ottimamente reso dagli effetti speciali di Jerami Cruise. Potrebbe essere scambiato per un reale snuff dagli spettatori ignari e in questo i realizzatori hanno svolto un ottimo lavoro, visto che quello è uno degli intenti. Murder Collection V.1 ci fa riflettere su come internet abbia reso accessibile il mondo della violenza. Pensateci bene: basta una semplice ricerca ed un click per trovarci davanti un mondo intero fatto di queste cose. E bisogna prendere nota del fatto che questi filmati vengono visualizzati spesso. Come sono quasi sicuro che gran parte delle persone che si avvicinano al film in questione senza avere la consapevolezza che tutto ciò sia finto, non interrompono la visione. E allora qui sorge spontanea la domanda: perché?Perché molte persone rimangono come stregate di fronte a queste cose?Questa sorta di effetto 'incanto' che suscitano alla maggioranza lascia molto perplessi.C'è qualcosa di profondamente sbagliato nelle nostre coscienze oppure si tratta di sindrome dello spettatore? Non saprei rispondere e non credo che la risposta spetti a me.Alla fine è difficile esprimere un vero e proprio giudizio su Murder Collection V.1. Si può valutare infatti una serie di spezzoni uniti insieme? Naturalmente non bisogna prendere in considerazione i vari aspetti cinematografici come si fa in una pellicola classica, ma elementi come quello della credibilità, le riflessioni a cui, più o meno volontariamente, ti induce Murder Collection V.1, o l'inquietudine che ti fa respirare e quella sensazione di 'non essere al sicuro'. E su queste prospettive sono sicuro che ci sarebbe da dibattere molto. D'altronde questo è Vogel, che piaccia o meno. E devo dire che a me piace.rn"

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Venerdì, 09 Dicembre 2011
  • Da Alessandro Lago

Memories of Murder

  • Domenica, 23 Ottobre 2005
  • Da Andrea Lanza

Bloody Murder 2

  • Mercoledì, 02 Marzo 2011
  • Da Super User

The Collection - Torna il Serial Killer di The Collector nel sequel di Patrick Melton e Marcus Dunstan

  • Domenica, 15 Novembre 2009
  • Da Super User

Corpse - Il Nuovo Film di Nick Palumbo

  • Martedì, 04 Gennaio 2011
  • Da Giorgio Santangelo

Villaggio dei Dannati

  • Mercoledì, 10 Novembre 2010
  • Da Super User

Caterina Murino in Die, Thriller Psicologico italo-canadese

  • Martedì, 26 Febbraio 2013
  • Da Alessandro Regaldo

The Collection

  • Martedì, 07 Settembre 2004
  • Da Le5tat

Ghoulies IV

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort