SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Dorian Gray

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
Dorian Gray 2.00 of 5 1 Vote.
La vita dura un attimo, dopo non c'è più nulla. Ma forse il protagonista di questo adattamento in chiave ironica e horror di uno dei più celebri romanzi di Oscar Wilde, lo capirà troppo tardi, insieme al disvalore della sua condotta e il trattamento di ogni cosa realmente preziosa. Visione e incubo faustiani dunque quelli di Dorian Gray di Oliver Parker, gia' regista di altri due rifacimenti cinematografici tratti dalle opere dello stesso Wilde: An ideal husband e The Importance of Being Earnest.Ben Barnes (Stardust) è Dorian, ragazzo belloccio con un passato di abusi che, poco piu' che ventenne, entra in possesso della dimora e dei beni di uno zio facoltoso e violento. Introdotto ai fasti della City attraverso Henry Wotton (Colin Firth), personaggio che aspira attraverso una dirompente apologia dell'edonismo, al destino che sara' inaspettatamente riservato al ragazzo, lo troverà proiettato suo malgrado in un mondo di delitto, corruzione estrema, alla ricerca di un piacere notturno che sara' la sua rovina e di tutti coloro che lo circondano, compreso lo stesso ignaro mentore e amico.Dorian non invecchia, non si ammala, rimanendo per decenni l identico giovane che ha affascinato con il suo aspetto, la società vittoriana ritratta in questa edizione barocca e sagacemente vintage, al peggio delle sue pulsioni e aspettative. L'escamotage del patto mai esplicitamente sancito da contratto o firma con il sangue, è solo il desiderio suggerito da Wotton e sussurrato da Gray, perchè un ritratto di straordinaria verosimiglianza, diventi testimone e demone di un'anima che, consumata spietatamente ogni cosa, evolve in un'immagine di terrore e morte senza precedenti.Rebecca Hall (The prestige) giovane amata alla fine dei giorni, quando gli amici, stuolo di vecchi, un tempo incantati dal suo essere e che ne riconoscono l'evidenza aliena venendone respinti, si incammina - critica eroina del progresso e di una verità che trova sempre un modo per farsi strada- verso una stanza di segreti, colpe e bugie.Negli anni '90, Parker amico dello scrittore horror Clive Barker, ha raggiunto la notorietà con una serie di horror show di matrice teatrale che il regista ha cercato di riproporre, confrontando la purezza di chi soggiace al male e all'avidità (vedi la giovane attrice Sybil, promessa sposa del protagonista e destinata a rispettare il suo ruolo di vittima shakespeariana fino alla fine) non solo di Dorian, ma anche di un'umanità che avvizzendo, perchè stretta intorno alle fattezze e godimento estetico del protagonista, rivela sommessamente il piu' atroce e snaturato conformismo ... all'allucinato antieroe, depositario di ambizioni e smanie, pronunciate e ultimate senza giudizio o reale consapevolezza.Difficile apprezzare un film discontinuo nella sua tenuta temporale che, per quanto non privo di una sua originale modulazione horror, è piuttosto manieristico. Pregevoli i dialoghi, il pessimismo simbolico di alcuni monologhi interiori o l'invito artificiale di Wotton ad una spontanea trasgressione, quale unica opportunità e riflessione terminale per essere felici: un ottimo Firth che, nel commentare e discorrere sul filo di un tragico affresco dell'epoca, rievoca l'ombra palese e sincera della filosofia e vita di Wilde, trascinato dallo scandalo della sua omosessualità (riproposto anche in un breve passaggio dalla pellicola ), al carcere e alla malattia.Velleitario Barnes, contorno ghiotto per i commensali del gran banchetto di giovinezza e bellezza, mentre Fiona Shaw, Emilia Fox e un'altra mezza dozzina dei più noti volti del cinema inglese, sostengono la cornice vincolante di un allestimento freddo e poco appassionante. Accessorie le scene di sesso, paradigma di rappresentazione talora un po' raffazzonata e ipertrofica.Sofisticato, ma con una cifra stilistica che non rende però giustizia al bravo Toby Finlay, sceneggiatore del film, nel complesso Dorian Gray è efficace nel mettere in scena la menzogna antropologica, anche se spesso è inutilmente sentenzioso e paranoide."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Giovedì, 12 Dicembre 2013
  • Da Alberto Genovese

I, Zombie [2]

  • Lunedì, 15 Ottobre 2012
  • Da Super User

The Walking Dead Terza Stagione - Sinossi ufficiale del Primo Episodio

  • Lunedì, 21 Giugno 2004
  • Da Pinhead

Schramm

  • Lunedì, 18 Ottobre 2010
  • Da Francesco Scardone

Taxidermia [2]

  • Giovedì, 16 Dicembre 2010
  • Da Marco Viola

Riflessi di Paura 2

  • Venerdì, 17 Giugno 2011
  • Da Padre Karras

At The End Of The Day: Un Giorno Senza Fine [1]

  • Lunedì, 20 Febbraio 2012
  • Da Francesco Scardone

L'Uomo Senza Sonno [2]

  • Martedì, 07 Gennaio 2014
  • Da Pizzo the Bad

La Lupa Mannara

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort