SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Flight of the Living Dead: Outbreak on a Plane

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Flight of the Living Dead: Outbreak on a Plane 3.00 of 5 1 Vote.
La tragedia dell'11 settembre 2001 ha lasciato il segno nel cinema americano contemporaneo, dando vita a nuove inquietudini e nuove paure, tra cui spicca soprattutto il terrore claustrofobico di ritrovarsi all'interno di un aereoplano in volo in compagnia di ospiti sgraditi e sopratutto micidiali, ovvia personificazione dei terroristi che provocarono i drammatici incidenti di quella tremenda giornata. Uno dei documenti più rappresentativi della fobia ad alta quota è quel bellissimo capolavoro di United 93 di Peter Greengrass, eccezionale docu-fiction sui tragici avvenimenti accaduti nell'ultimo volo dirottato, l'unico che non centrò il suo obiettivo grazie al coraggio dei passeggeri. Tra tutti il genere horror sembra quello che ha raccolto meglio i nuovi terrori partoriti dalla tragedia americana, adattando i suoi mostri a muoversi nell'angusto abitacolo di un aeroplano, trasformando l'incubo del terrorista in qualcosa di più agghiacciante come i serpenti del recente Snakes on a Plane e, ultimo in senso cronologico, gli zombi infetti di questo Plane Dead, pellicola di purissima serie B diretta da Scott Thomas.Stavolta nel velivolo ci si caccia dentro un pò di tutto, dai rimandi alla serie catastrofica di Airport degli anni '70 fino alle più recenti aberrazioni virali di 28 Giorni Dopo, Thomas adatta lo zombie movie alla George A. Romero al cinema catastrofico citando a piene mani i classici del genere. Sul volo Los Angeles - Parigi, troviamo un gruppo eterogeneo di personaggi: si va dal tris di Hostess caruccie e svampite ai ragazzini che trescano fra di loro, eroici poliziotti con criminale ammanettato al seguito (che si trasformerà in eroe), suore, vigilantes, scienziati e sportivi di colore. Purtroppo per loro c'è anche una cassa dove tre ricercatori stanno trasportando il corpo di una scienziata infetta da un virus modificato geneticamente, un virus che ha il potere di far risorgere i morti.

La donna, liberata dalla prigione di ghiaccio dagli scossoni di una turbolenza, diffonderà, a colpi di morsi sul collo, il micidiale morbo tra i passeggeri, creando in breve tempo lo scompiglio generale. Scompiglio che permette al regista di sbizzarrirsi in citazioni e rimandi al genere, in particolare ad Alien (lunghe passeggiate nei condotti dell'aria) a Phantasm e The Evil Dead (il mostro che esce dallo specchio del bagno) fino a Re-Animator e tutto l'immaginario del cinema horror degli ultimi 20 anni. Effetti digitali misti a grondanti spruzzate di sangue, orgiastici banchetti cannibaleschi e sparatorie a go-go insaporiscono il tutto dando vita ad uno spettacolo senza pretese che qua e là regala anche qualche spavento. Se non avete paura di volare probabilmente non salterete sulla sedia in questo piccolo inferno ad alta quota, ma di questi tempi è sempre molto difficile rimanere seduti con le cinture allacciate.
English Translation (a cura di Umberto Ceccarelli)
The tragedy of September 11 th 2001 has left a mark in contemporary American cinema giving life to new restlessness and new fears among which above all stands out the claustrophobic terror to find oneself inside an airplane in flight among undesirable and especially among deadly guests, obvious personification of the terrorists that provoked the dramatic accidents of that awful day.
One of the most representative documents of high altitude phobia is that beautiful masterpiece entitled United 93 by Peter Greengrass, exceptional docu-fiction about the tragic events occurred in the last hijacked flight, the only one that missed the target thanks to the courage of the passengers. Among the horror genre filmography this story seems to have better interpreted the new terrors generated by the American tragedy, creating monsters that stir in the narrow cabin of an airplane, turning the nightmare of the terrorist into something more spine-chilling, like the snakes of the recent Snakes on the plane" and, last in chronological sense, like the infected zombies of "Plane dead", pure B movie directed by Scott Thomas.

In this movie the aircraft contained a bit of everything, from the series of Airport of the seventies up to the most recent viral aberrations of "28 days later"; Thomas suits the George A. Romero style zombie movie to the catastrophic cinema quoting abundantly the classical examples of the genre. On the flight Los Angeles - Paris we find a heterogeneous group of characters: from the three of a kind nice-looking and dumb hostesses, to the consipiring group of louts, the heroic police officers accompanied by the handcuffed criminal (that will eventually turn into the hero), nuns, vigilantes, scientists and coloured sportsmen. Unfortunately for them there is also a box where 3 scientists are transporting the body of a scientist infected by a genetically modified virus, a virus capable of turning the dead alive.

The woman, freed from the ice jail by the jolts of a turbulence, will spread the deadly disease among the passengers biting them on the neck and creating shortly a general situation of panic. This confusion will allow the director to improvise quotations and cross-references to the genre, particularly to Alien (long promenades into the air-ducts) to Phantasm and The Evil Dead (the monster that comes out of the bath mirror) up to Re-Animator and the whole imaginary of horror cinema of the last 20 years. Digital effects mixed with dripping sprinkles of blood, orgiastic cannibalistic banquets and abundant shootings give some taste to the dish giving life to an unpretentious show that by chance sometimes even frightens you. If you are not scared of flying you won't probably jump on the chair in this little high altitude hell, but these times it is often difficult to remain seated with the seat belts strapped."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Domenica, 23 Ottobre 2005
  • Da Za-lamort

Chi è sepolto in quella Casa?

  • Venerdì, 16 Novembre 2012
  • Da Super User

Cosa terrorizza Jane Levy nel Trailer de La Casa (Evil Dead Remake)? Ce lo rivela Fede Alvarez

  • Mercoledì, 08 Febbraio 2012
  • Da Super User

Evil Dead Remake - Ecco la strada che vi condurrì alla Casa

  • Giovedì, 17 Settembre 2009
  • Da Super User

Night of the Living Dead: Origins - Un Prequel in 3D CGI

  • Venerdì, 15 Aprile 2011
  • Da Super User

Il Trailer di Night of the Living Dead 3D: Re-Animation con Andrew Divoff e Jeffrey Combs

  • Mercoledì, 26 Gennaio 2011
  • Da Super User

A Fauci Aperte: Il Talk Show di Splattercontainer - Meglio un Sequel o un Reboot de La Casa?

  • Venerdì, 19 Aprile 2013
  • Da Serena Aronica

La Casa - Remake [1]

  • Lunedì, 16 Marzo 2009
  • Da Fabrizio Byron Rampotti

My Name Is Bruce

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • porno - turk porno
  • kacakbahis99 - writing a profile for resume