SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

The Mad

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
The Mad 2.00 of 5 1 Vote.
Ci troviamo in una delle innumerevoli e polverose cittadine di periferia, più precisamente in una stazione di servizio che si vede arrivare un carico di carne mooolto speciale. Chiunque morda uno di questi hamburger (o viceversa) diventerà una sorta di zombie pronto anche lui a divorare ogni essere umano gli capiti a tiro. Vi definite degli instancabili consumatori di carne? Andate in estasi al solo pensiero di addentare un succulento boccone di filetto? Vi recate ogni domenica da McDonald's con la stessa solennità con la quale andreste in Chiesa? Nel 2004 il regista e sceneggiatore Morgan Spurlock documentò nel suo film Super Size Me, i danni che una tipica alimentazione da fast food è in grado di causare sul nostro organismo. Beh qui gli effetti collaterali saranno leggermente più gravi. Provate solo ad immaginarvi se degli innocui hamburger o delle semplici bistecche cominciassero a trattare voi come una ghiotta fonte di nutrimento, azzannandovi e digerendovi con gran gusto.

Questo è quello che accade in The Mad, la zombie comedy (o zomedy) di origini Canadesi scritta diretta e prodotta da Johnny Kalangis. Pur avendone in apparenza tutte le caratteristiche, il film in realtà non è propriamente la classica parodia dei film sui morti viventi, che gioca a ridicolizzare tutti quegli elementi che contraddistinguono questo genere cinematografico (alla Shaun of The Dead per intenderci). L'intera vicenda ruota infatti attorno al difficile rapporto tra un padre, Jason, un vedovo che ha di recente trovato una nuova compagna, con la sua giovane figlia Amy. I due si riavvicineranno proprio in questo momento di pericolo, unendo le forze per riuscire a salvare la pelle dalle grinfie dei non morti. Sono i dialoghi e le situazioni comiche che si creano fra loro e gli altri protagonisti il vero punto di forza di The Mad; gli zombie per certi versi fungono solo da simpatico sfondo.

Altri fattori positivi sono alcuni momenti splatter molto divertenti (soprattutto quando entrano in campo gli hamburger cannibali) ed il personaggio di Jason Hunt, interpretato da un Billy Zane particolarmente in forma che mancava dal set di un horror a tinte comiche dai tempi de Il Cavaliere del Male (Demon Knight). Non tutto però funziona al meglio: il ritmo, troppo lento in certe parti del film, è sicuramente l'aspetto che funziona meno in The Mad. Forse un montaggio più serrato avrebbe dato maggiore forza alla pellicola. A parte questo The Mad risulta un'onesta horror comedy da vedere con il proprio cervello temporaneamente in stand-by, un buon piatto di insalata e, soprattutto, tenendo ben sigillato il frigorifero di casa. Non si sa mai.
English Translation (a cura di Mariaclelia Pescatore)
The action is set in a common and dusty suburb, precisely in a gas station: soon we can see coming a cargo of very special meat. Whoever bites one of these hamburgers (or viceversa) will become a zombie, ready to eat every human being he meets.
Are you a tireless, avid consumer of meat? Do you go into ecstasies thinking about (over the thought ) of a rich piece of tenderloin? Do you go to McDonald's every Sunday, as if it was a Church? In 2004 the director and scriptwriter Morgan Spurlock in his film Super Size Me documented how a fast-food diet can cause damages to our body. Well, here, the side effects are a little bit more serious. Try to imagine a burger or some steaks starting to treat you like a tasty source of feeding, snapping and digesting you, too.

That's what happens in The Mad, a Canadian zombie comedy (or zomedy), written (with Kevin Hennelly and Christopher Warre Smets) and directed by John Kalangis. It is not proper the classic zombie parody that try to spoof those elements that characterize this kind of cinema (Shaun of The Dead, for example). In fact the whole story is about the complicated relationship between Jason, a widower who lives with his new partner, and his young daughter Amy. They will get closer again in this awful occasion, joining their forces against the zombies. The points of power of The Mad are the dialogues and the funny interactions between father and daughter and the other characters; the zombies for some aspects seem to be only something additional to the set.

Other positive things are the funny splatter-moments (especially when we see the cannibal burgers) and Jason Hunt, played by a Billy Zane in a very good form, away from the set of a horror comedy since Demon Knight. But not everything is perfect: the pace, sometimes too slow, is surely one of the aspect that works less in The Mad. Maybe a faster editing would have given to the film more strenght. Despite of this, The Mad is a fair and funny horror comedy, and you have to see it with your brain temporary turned off, a good salad dish and your fridge very sealed...You can never know."

 

Articoli correlati
Recensioni Film
  • Giovedì, 14 Novembre 2013
  • Da Cristina Spin

Hambuster (Cortometraggio)

Hambuster è un cortometraggio animato, co-diretto da cinque studenti della Supinfocom Arles come tesi di laurea. Sono 6 minuti di 3D di altissimo livello e altissimo divertimento. Un signore...

Altri articoli
  • Lunedì, 22 Ottobre 2012
  • Da Super User

Taeter City - Nel futuro i criminali diventeranno carne per Fast Food

  • Mercoledì, 25 Gennaio 2012
  • Da Super User

Inner Demon di Ursula Dabrowsky - Il Primo inquietante Movie Clip Online

  • Mercoledì, 09 Ottobre 2013
  • Da Super User

Terrore in un Fast Food - Perfido Scherzo Viral per Lo Sguardo di Satana: Carrie

  • Martedì, 30 Marzo 2010
  • Da Super User

Horror Burger King - Chi potrì mai andare al Fast Food alle 4 del Mattino?

  • Lunedì, 03 Maggio 2010
  • Da Super User

Demon's Twilight (Lontano dalla Luce) - L'horror Demoniaco prodotto dalla Epica Film e la Minerva Pictures

  • Mercoledì, 25 Aprile 2007
  • Da Marco Viola

Stagknight

  • Martedì, 17 Giugno 2014
  • Da Joomla\CMS\User\User

SUPER Z Trailer (Zombie Comedy - 2014)

  • Mercoledì, 21 Gennaio 2015
  • Da Marco Viola

World War Z 2 - Rivoluzione totale per il sequel, parla lo sceneggiatore Steven Knight

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort