SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Scannati Vivi

Rating: 0/5 (0 Votes)
Scannati Vivi 0 of 5 0 Votes.
Scannati Vivi è uno strano film.
Assolutamente fuori dal tempo e senza nessuna misura, la pellicola di Gabe Bartalos mostra l'immostrabile, facendosi beffe dell'originalità e riproponendo in una versione ancora più selvaggia l'universo hooperiano di Non aprite quella Porta.
La storia è quella classica della famiglia vittima di un gruppo di folli cannibali, plot visto e rivisto in (almeno) trenta film. Quello che differenzia questo titolo dagli altri è che tutti i membri, ad eccezione di una ragazzina, vengono massacrati nei primi quindici minuti nei modi più feroci ed irreali (Spoiler - un bambino viene tagliato in due così velocemente da non accorgersene e pensare di essersi addirittura salvato - Fine Spoiler). La violenza, così parossistica e grottesca, ricorda i cartoni di Tex Avery ed i villains della vicenda rispecchiano il lato surreale del tutto. Come potrebbe essere altrimenti collocato se non sul piano dell'irreale un cattivo dal cervello spropositato che sogna di correre nudo a Londra (come beatlesiane" memorie") o un nano feticista dei piatti?

Purtroppo il divertimento dura davvero poco ed il regista è incapace di portare fino alla fine il suo divertissement sopra le righe, costruendo alla fin fine un prodotto stupido ed inutile. Basti pensare alla fuga della protagonista che, trovandosi a vagare per la casa piena di assassini, non avrà meglio da fare che gridare a squarciagola:"C'è qualcuno?", oppure l'assalto dei vecchi Hell's Angels che si fanno massacrare senza neanche reagire. Un fattore positivo è il reparto make up ed effetti speciali; non per niente il regista nasce come effettista dando il meglio di sè soprattutto per i film di Henenlotter (Basket Case 2, Frankenhooker, Brain Damage). Ed è proprio il regista di Basket Case ad essere il modello più vicino per questo pasticciaccio umoristico. Ma dove Frank Henenlotter riusciva con maestria a girare film anomali, ma perfetti, forse proprio grazie ad una sensibilità non comune, Gabe Bartalos ne esce solo come il copycat maldestro.

Ed è un peccato perchè all'inizio il film prometteva davvero bene. Così come il suo cattivo più feroce, il generale, una specie di Dottor Freudstein fulciano con occhiali da saldatore ed una mandibola di metallo. Ma come spesso accade, soltanto con le buone intenzioni non si fanno i buoni film; ci vuole regia e storia. E Scannati Vivi, purtroppo, non ne ha."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Lunedì, 19 Aprile 2004
  • Da Lercio

Basket Case 3: The Progeny

  • Lunedì, 19 Aprile 2004
  • Da Lercio

Basket Case 2

  • Domenica, 21 Marzo 2004
  • Da Tetsuo

Brain Damage: La Maledizione di Elmer

  • Martedì, 23 Settembre 2008

The Dead Hate the Living

  • Lunedì, 17 Marzo 2008
  • Da Sabina Mazzoldi Pfeifer

Buried Alive: Sepolti Vivi

  • Mercoledì, 18 Novembre 2009
  • Da Super User

Worst Case Scenario - Questo Film deve Vivere!!!

  • Lunedì, 08 Settembre 2008

Basket Case 2

  • Lunedì, 08 Settembre 2008

Basket Case

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort