SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Il Ritorno dei Morti Viventi

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
Il Ritorno dei Morti Viventi 4.00 of 5 1 Vote.

PUTREpreFAZIONE

Nel 1969 accadde uno strano incidente chimico a Pittsburgh. Da quanto trapelato pare che la Darrel Chemical Co. stesse lavorando ad uno strano gas chimico il quale accidentalmente venne disperso all'interno dell'obitorio di un ospedale. Conseguenza: i cadaveri, stando a quanto detto da Frank all'inizio del film, cominciarono a tornare in vita contorcendosi spasmodicamente. L'esercito, preoccupato per le conseguenze di tale evento, spedì i cadaveri lontano alla Darrel Co. per ulteriori esami, ma, è inutile dirlo, i corpi vennero spediti erroneamente alla Uneeda Medical Supply Co. dove aspettarono quindici anni per poter risorgere nuovamente. IT'S

PARTY TIME!!!

3 Giugno 1984.

Un gruppo di punk è alla ricerca di un posto in cui festeggiare (a modo loro) nell'attesa che il loro amichetto Freddy finisca il turno presso la Uneeda e, guarda un pò, sfortuna vuole che l'unico posto adiacente alla simpatica azienda sia proprio un piccolo cimitero. Così mentre Frank (James Karen) e Freddy (Thom Matthews) aprono accidentalmente uno dei contenitori, rilasciando il famigerato gas tossico nell'aria, gli amici di quest'ultimo entrano nel cimitero dando inizio alle danze: mitica la scena in cui Trash (Linnea Quigley) si spoglia su di una lapide dando mostra di tutte le sue bellezze. Grazie ad ulteriori grossolani errori commessi dai due colleghi tuttofare della Uneeda poi coadiuvati dall'imbalsamatore di turno Ernie (Don Calfa), i morti tornano in vita più affamati che mai.

Da questo momento si sviluppa l'intero film che vede i nostri beniamini barricati all'interno di una cappella/obitorio, zombie che corrono (eh già, avete capito benissimo), parlano (cerveeeelliiiiiihhh ... ) e fanno pure dello humor e così via fino all'apocalittico finale ... oops! Basta così o potrei svelare troppo a chi non avesse ancora visto questo film. Questa pellicola datata 1984 è chiaramente un omaggio al cult La Notte dei Morti Viventi di George A. Romero (citato pure nelle fasi iniziali del film, vedi alla voce putreprefazione sopra n.d.L).

Finanziato dalla Orion e diretto da Dan O'Bannon (sceneggiatore di film quali Dark Star, Alien e Atto di Forza) si rivelò un autentico successo nelle sale americane (ben 14.237.000 Milioni di Dollari). La trama non risulta particolarmente complicata o cervellotica come tutti voi potrete già immaginare, infatti, il vero forte del film risiede nello script estremamente ironico e davvero innovativo.

Prodotti come "28 Giorni dopo" e il recente L'Alba dei Morti Viventi devono molto a Il Ritorno dei Morti Viventi, infatti qui per la prima volta siamo alle prese con zombi centometristi veri e propri Carl Lewis in ossa e poca carne dotati persino del dono della parola: esilarante infatti è la scena in cui un morto vivente, dopo il dovuto 'pascolo', non ancora sazio chiama rinforzi con la ricetrasmittente di una pattuglia di polizia!!!A questa sequenza, la mia preferita, aggiungerei poi altre due chicche che sin dal primo istante si sono stampate a fuoco nella mia memoria: la "rinascita" di Trash e quella straziante in cui Frank, resosi conto del suo tragico destino, preferisce finire allo spiedo nel forno crematorio, il tutto condito dall'allegro motivetto - Burn! Burn the flames! Higher and higher! -. Davvero buona la regia di Bannon: è da ricordare in particolare la sequenza in cui la cinepresa segue la pioggia sottoterra fino alla bara. Quello che poi mi ha colpito e soddisfatto maggiormente è il fatto che per la prima volta in un film di zombie viene ripresa la fase della "resurrezione" (enfatizzata dall'ottimo brano dei 45 Grave "Partytime") dalle tombe cosa che, sin dai tempi di "La notte dei morti viventi", si dava già per scontata. Discreta anche la prova degli attori che trovano il loro culmine nel duo Freddy/Frank (davvero brillanti) e buona la ... ehmmm ... "prova artistica" di Linnea Quigley nei panni di Trash, ruolo che poi la consacrerà al titolo di B-movies Scream Queen.

Ottimi gli effetti speciali e ottimo il ritmo della pellicola grazie al quale, anche quasi 20 anni dopo, pare non aver perso un solo briciolo della propria vena innovativa e della carica dissacratoria che lo aveva contraddistinto già all'epoca. Per quanto riguarda il tasso splatter lo chef consiglia: un dessert di ossa segate con qualche acettata in testa di qua e di là, farcito da una crema ai cervelli masticati e, ciliegina sulla torta, un cagnolino sezionato saltellante!!! Least but not last la colonna sonora di questo film è forse una tra le più azzeccate nella storia del cinema (secondo il mio modesto parere)! Si rockeggia dall'inizio alla fine al ritmo di Psychobilly, punk e glam anni 80 qui rappresentato alla grande da nomi come THE CRAMPS !Surfin' dead", 45Grave "Partytime", T.S.O.L. etc ... In the end???

Nonostante lo scarsissimo successo ottenuto in Italia, forse dovuto all'eccessiva vena ironica del film e ad una non adeguata distribuzione nelle sale, "Il ritorno dei morti viventi" rimane uno dei capitoli più belli del cinema horror degli anni 80 e perché no, anche di quello attuale, infatti non mi stancherò mai di ripetere come pellicole quali "28 giorni dopo" e "L'alba dei morti viventi" abbiano mutuato dal lavoro di O'Bannon l'idea dello zombi "atletico" e "scattante". Sia chiaro che non ci troviamo di fronte allo zombie movie per eccellenza e che il film in questione non è esente da difetti (uno tra tutti la pessima interpretazione di SUICIDE), ma senza ombra di dubbio rimane il migliore della trilogia. Sarà seguito infatti da due mediocri sequel il cui ultimo, piuttosto scarso, diretto da Brian Yuzna. Insomma un film che ha tutte le carte in regola per regalarvi una serata all'insegna dell'orrore e del divertimento, da avere assolutamente nella propria videoteca personale e da custodire gelosamente. A tal proposito vi consiglio vivamente di recuperare la versione in DVD (regione 2-PAL System) edito dalla MGM.
Attenzione alla pessima versione della Tartan Video con audio esclusivamente in inglese (mono) e video tratto dal master originale senza alcuna ridigitalizzazione.

Ehi!!! Ma siete ancora lì??? Accattatevilloooooooo!

Soundtrack

Stupenda colonna sonora infarcita di brani composti da maestri del Psychobilly, glam e post punk.

Ecco la track list:

Return of the living dead Original Soundtrack

Label: Restless (1987/Ristampa 1993)

1- THE CRAMPS, Surfin' Dead

2- 45 GRAVE, Partytime (zombie version)

3- TSOL, Nothing for you

4- THE FLESHEATERS, Eyes without a face

5- ROCKY ERIKSON, Burn the flames

6- THE DAMNED, Dead beat dance

7- TALL BOYS, Take a walk

8- THE JET BLACK BERRIES, Love under will

9- SSQ, Tonight (we'll make love until we die)

10- SSQ, Trash's Theme

Versioni DVD

RETURN OF THE LIVING DEAD

Distribuzione: MGM

Regione 1 (NTSC)

Schermo 1:33 Anamorfico Widescreen

Lingue: Inglese, Spagnolo, Francese.

Features: Commento del regista Dan O'Bannon, Trailer Originale

RETURN OF THE LIVING DEAD

Distribuzione:MGM
Regione 2
Schermo: 1.85:1 (cinemascope), Widescreen 1:33.
Lingue: Francese, Inglese, Italiano e Spagnolo (tutti in 2.0)
Features: Trailer OriginaleCuriosità

In origine il film avrebbe dovuto essere diretto da Tobe Hooper e prodotto da Gorge Romero. Tutto ciò non accadde.

Il budget de "Il ritorno dei morti viventi" era di 4 Milioni di dollari.

John Russo, che aiutò nella stesura dell'originale "La notte dei morti viventi", fu da supporto anche nella stesura di questo film."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Lunedì, 02 Giugno 2008
  • Da AlbaM@ter

L'Alba dei Morti Viventi (Remake)

  • Giovedì, 08 Dicembre 2005
  • Da Maxena

Rage: Furia Primitiva

  • Sabato, 03 Dicembre 2005
  • Da taake81

Salò o le 120 Giornate di Sodoma

  • Domenica, 06 Marzo 2005
  • Da Luca Durante

La Notte dei Morti Viventi [1]

  • Mercoledì, 01 Dicembre 2004
  • Da Salvatore Mennea

Venerdì 13 Parte V: Il Terrore Continua

  • Mercoledì, 12 Febbraio 2014
  • Da Super User

American Horror Story Coven 3x05 - Al rogo! (Burn, Witch. Burn!)

  • Mercoledì, 08 Febbraio 2012
  • Da Super User

Il Full Theatrical Trailer di Iron Sky - Lo Star Wars di tutti i Nazi Movies!!!

  • Mercoledì, 30 Marzo 2011
  • Da Super User

David Gordon Green userì la musiche dei Goblin per Suspiria Remake...ma c'è un ma...

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort