SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Freddy vs. Jason

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Freddy vs. Jason 3.00 of 5 1 Vote.
La cittadina di Springwood, per anni macabro teatro di spaventosi omicidi commessi da Freddy Krueger, ha compreso che il solo modo di porre fine al massacro una volta per tutte, è quello di cancellare ogni traccia del passato del mostro dal maglione rosso e verde. Dal momento che l'immenso potere di questo diabolico killer trae dal terrore provato dalle sue vittime la primaria fonte di energia, se nessuno si ricorderà più dell'esistenza di Freddy, lui perderà la facoltà di entrare nei sogni della gente, e quindi di ucciderla. Per questo motivo Krueger è da tempo confinato nella sua dimensione, troppo debole ormai per poterne uscire: l'unica via sarebbe quella di mietere nuove vittime e di nutrirsi delle loro paure, ma per farlo stavolta dovrà servirsi di qualcuno, di un'autentica macchina di morte: Jason Voorhees, il killer di Crystal Lake. Come un gigantesco automa nelle mani di Freddy, che lo controlla attraverso i suoi sogni (eh già...anche Jason sogna), Jason si reca a Springwood, luogo nel quale presto comincerà il suo passatempo prediletto: macellare qualsiasi cosa si trovi sul proprio cammino. Ogni goccia di sangue versata dona a Krueger nuova linfa vitale, una forza che gli consente finalmente di poter tornare a regnare su Springwood. Ma c'è ancora un piccolo dettaglio che Freddy non ha valutato con la giusta attenzione: Jason!!!
Come in un moderno Frankenstein, anche qui l'immensa creatura, implacabile braccio esecutore del volere del suo padrone, si ribellerà a quest'ultimo scatenando un indimenticabile scontro ai confini dell'epico. Un progetto covato da anni nei cantieri più oscuri della New Line Cinema, ma rimandato e rivisto così tante volte che ad un certo punto si è pensato si trattasse semplicemente di una leggenda metropolitana. Le prime avvisaglie che qualcosa si stesse iniziando a muovere si ebbero quando nell'allora ultimo, così almeno paventava il titolo, capitolo di Venerdì 13, Jason va all'Inferno", nel finale si poteva assistere alla sequenza in cui un braccio di Freddy, uscito dal terreno, si portava con sè nelle profondità degli inferi la maschera di Jason. La pellicola, piuttosto mediocre a dire il vero, segnò comunque l'arrivo in casa New Line (da sempre la major che si occupa della serie di Nightmare On Elm Street) di "mister Voorhees" (i precedenti Venerdì 13 erano stati prodotti dalla Paramount).
A questo punto Freddy VS Jason sembrava già realtà, ma i pallidi incassi, sia di "Nightmare - Nuovo Incubo" che di "Jason va all'Inferno", fecero tentennare la produzione tanto da congelare nuovamente il tutto. Ma potevano due mostri sacri del cinema horror, due autentiche icone dello slasher-movie, aver definitivamente concluso la loro carriera di macellai?
Nel 1998 uscì, incassando in USA ben 32 milioni di dollari, "La sposa di Chucky", quarto capitolo de "La bambola assassina", un successo davvero inaspettato per una serie che si riteneva avesse detto ormai tutto. Grande merito andò al regista, Ronny Yu, il quale riuscì a rinverdire le gesta di Chucky aggiungendo alla pellicola una sapiente sferzata ironica mista al più classico dello splatter. Perchè non reclutare quindi Yu per realizzare Freddy VS Jason? A dir la verità si era per un attimo pensato di fare un Freddy VS Chucky, ma i due personaggi forse si sarebbero assomigliati troppo come indole comica: meglio contrapporre al sarcastico Krueger il mastodontico ma taciturno Voorhees. La pellicola, il cui titolo evoca sia i grandi classici come Frankenstein contro Dracula che i fumetti targati Marvel (ricordate gli eterni quesiti:"Ma se Hulk e La Cosa si scontrassero chi vincerebbe?), ha il pregio di saper divertire.
Il clima respirato al cinema è quasi da stadio in occasione di un importante derby: le rispettive tifoserie inneggiano il proprio beniamino tifando accanitamente per lui ad ogni sua comparsa sul grande schermo. La storia, pur aggiungendo alcuni interessanti dettagli sul passato di entrambi i boogeymen, non è certo il pezzo forte del film, anzi, insieme agli attori di supporto, la solita ciurmaglia di giovani teenagers destinati al tritacarne, è difatti proprio l'anello più debole della pellicola. Prova come sempre impeccabile invece per Robert Englund, nei panni di un Krueger più perfido e bastardo che mai, molto simile a quello visto nei primi capitoli di Nightmare. I mattatori sono infatti sempre loro, Freddy e Jason, ed è quando questi due si affrontano dandosele di santa ragione che la vicenda si anima divenendo irresistibile. Il finale chiaramente non lo svelerò, ma è chiaro che sentiremo parlare ancora di questi due simpatici buontemponi. "

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Lunedì, 04 Ottobre 2010
  • Da emme

Freddy vs. Jason

  • Mercoledì, 01 Settembre 2010
  • Da Pizzo the Bad

Nightmare [1]

  • Venerdì, 15 Luglio 2011
  • Da Super User

Notte Horror questa sera su Rai 4 - Nightmare: Nuovo Incubo, L'Esorcista e The Descent: Discesa nelle Tenebre

  • Lunedì, 28 Settembre 2009
  • Da Super User

A Nightmare on Elm Street - Il Primo Trailer Online

  • Giovedì, 19 Dicembre 2013
  • Da Super User

Freddy Krueger vs Jason Voorhees vs Michael Myers vs Leatherface vs Ghostface vs Ash Williams - Serve aggiungere altro?

  • Lunedì, 15 Dicembre 2014
  • Da Joomla\CMS\User\User

Buon Natale da Freddy Krueger, Jason Voorhees, Chucky, Darth Vader e altri Mostri

  • Martedì, 18 Novembre 2014
  • Da Marco Viola

Sapevate che prima di Robert Englund esisteva un altro Freddy Krueger in Nightmare? Ecco le foto incredibili

  • Lunedì, 08 Marzo 2004
  • Da Salvatore Mennea

Nightmare 3: i Guerrieri del Sogno

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort