SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Cabal

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Cabal 3.00 of 5 1 Vote.
Notte. Luogo sacro e imperturbabile dove gli incubi si animano, involucro dove le paure prendono forma, si materializzano. Già gli incubi. I medesimi che sgomentano le tormentate notti del giovane Aaron Boone (Craig Sheffer). Ossessionato in modo indicibile dalla città cimitero di Midian, luogo mistico dove i diversi vengono accolti, attraverso il quale i mostri riescono nell'intento di redimersi, abbracciano l'idea di rintanarsi, attanagliati e messi alle strette da un mondo infame, virulento, inquietati da quell'essere spregevole e codardo denominato Uomo. Nel contempo sui giornali e in tv fanno scalpore le gesta di un fantomatico serial killer che dimezza e sgomenta affabili famiglie innescando una insalubre epopea di sangue e morte.
Paradossalmente il sospettato degli efferati delitti è proprio il mite Aaron, il quale, ritrovatosi ad essere braccato da alcuni poliziotti corrotti, invoca e ottiene rifugio presso l'obitorio di Midian. Il sogno si avvera. La città tanto auspicata prende vita. Vita che segna l'inizio di una guerra. Varcata la sua soglia viene aggredito da due esseri mostruosi che gli intimano di abbandonare quel luogo fino ad allora illibato, ma dato il suo spropositato temporeggiare, uno di essi lo assale, procurandogli una vistosa ferita sul collo grondante sangue. Aaron riesce fortunatamente a fuggire, ma appena fuori da quel luogo spaventoso, avrà una spiacevole quanto inaspettata sorpresa: la polizia locale è lì fuori ad attenderlo e, una volta localizzato, non si farà scrupoli ad abbaterlo con un'ingente quantità di piombo.
Il ragazzo muore, ma quel morso ricevuto pochi istanti prima, lo farà tornare in vita, diventando da quel momento anche lui un membro della Tribù di Midian. La comunità di creature delle tenebre, seppur all'inizio titubanti, lo accoglie nel proprio mondo, interpretando questo fatto come un segno propiziatorio che contribuirà a rendere prolifica la stirpe, ma questo clima idilliaco dura purtroppo il tempo di un sospiro. Una intera stazione di polizia, che fa dei pregiudizi il suo stendardo, al fine di riprendersi il fugiasco Boone, allestisce un vero e proprio esercito di abbietti squadristi che catapulteranno i poveri mostri in una trappola invalicabile. Il giovane Aaron, tra la miscredenza e lo scalpore della comunità, sembra essere il perno della profezia: rivelazioni trapelate mentre veniva coinvolto a tu per tu con il creatore primordiale di Midian. Dato che il non morto è stato l'artefice dell'apocalittico conflitto, a lui soltanto spetterà ricostruire e salvare Midian dall'esercito nemico. Questo motto accompagnerà sommessamente la parte conclusiva del film. Il finale non ve lo rivelo, ma avvalla la tragicità dei messaggi metaforici di cui il lungometraggio è impregnato.Dopo aver sorpreso pubblico e critica con Hellraiser, la fantasia ineguagliabile e inestimabile di Clive Barker adatta in un'ora e mezzo di immagini scure, tetre, dove non c'è spazio alcuno per la luce, una delle sue novelle più stimate e affermate: Cabal, definito lo Star Wars del genere horror. Per la buona riuscita della trasposizione il regista inglese si avvale di due pezzi da novanta, Doug Bradley, il Pinhead di Hellraiser nei panni di Dirk Lylesberg e del visionario regista canadese David Cronenberg, nelle vesti dell'ambiguo Dr. Philip K. Decker. La cupa e tenebrosa scenografia è opera di Ricky Eyres. La vicenda narrata è sorgente di una contiguità di critiche malcelate a quell'essere abbietto e abominevole che prende il nome di Uomo, ma anche alla nostra cara Chiesa. Temi di realtà contemporanea. Sin dai primi istanti si deduce indirettamente che il protagonista dell'infernale avventura è un uomo schivo, introverso, riservato, ma puro e sincero.
La condizione assoggettatagli è da rinvenire nel suo continuo rifugiarsi dalle critiche della società, impersonificazione del male di vivere, dove non vi è spazio per i diversi, per i deviati, per i non conformi alle dicerie della gente, che sfocerà, nella sua deformazione, nel suo rintanamento nelle mura di Midiam teatro dove i diversi possono trascorrere serenamente il resto dei loro giorni, scevri dall'essere creduti la causa dei mali a cui il mondo è subordinato, defraudati delle credenze che li raffigurano e li dipingono come esseri malvagi.Il regista regala loro un tocco magico servendoceli su di un piatto d'argento: esseri indifesi, descritti con tratto enfatizzante le indubbie disparità caratteriali, che da pseudo carnefici divengono vittime della crudeltà umana sintomo di barbarie, in un affascinante, incredulo, repentino capovolgimento di ruoli. Emblema di questa affermazione è proprio una battuta del letale capitano Eigerman:Che siano comunisti, mostri o mutanti supercromosomici del terzo mondo, noi siamo pronti, siamo i paladini della libertà", che palesa l'intrinseco pregiudizio che è alla base della natura umana, che ci conduce a dare guerra a chi la pensa diversamente, guerra di idee, etica, religione, cultura. Il contrappeso è raffigurato dal Cabal, ovvero l'uomo evocato dalla Profezia, che restituirà vigore e forza, spronerà le truppe indifese a difendersi per una pace duratura.
Destabilizzata con virulenza nella sequenza finale, che non esenta il clericato dalla sue colpe e lo grava di roventi critiche. Questo in definitiva è Cabal, dove i mostri si nascondono, dove finisci di soffrire e dove tutto ti è perdonato."

 

Articoli correlati
Film
  • Martedì, 16 Settembre 2008

Cabal

Che siano comunisti, mostri o mutanti supercromosomici del terzo mondo, noi siamo pronti, siamo i paladini della libert_

Altri articoli
  • Martedì, 14 Ottobre 2003
  • Da Marco Viola

They: Incubi dal Mondo delle Ombre

  • Mercoledì, 16 Marzo 2005
  • Da Roland

The Wisher

  • Venerdì, 15 Novembre 2013
  • Da Super User

Il TOHorror chiude il Festival con CABAL (Nightbreed - The Cabal Cut) di Clive Barker

  • Lunedì, 22 Luglio 2013
  • Da Super User

Scream Factory distribuirì la versione estesa di Cabal e altri Cult in blu-ray

  • Mercoledì, 16 Maggio 2012
  • Da Super User

Il Trailer pazzesco di Nightbreed: The Cabal Cut, la versione Uncut del Film di Clive Barker

  • Mercoledì, 04 Maggio 2005
  • Da Le5tat

Morte a 33 Giri

  • Lunedì, 10 Ottobre 2005
  • Da Maxena

Aenigma

  • Lunedì, 24 Settembre 2012
  • Da Alberto Genovese

Bed Time

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort