SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Zombi

Rating: 5.00/5 (1 Vote)
Zombi 5.00 of 5 1 Vote.
Premetto che di questo film, la versione americana intendo, esistono almeno due trasposizioni, consiglio vivamente la Director's cut del regista, più lunga (140 m. ca) e più lenta, ma anche la più esaustiva, preferibile alla Theatrical cut più corta, ma sempre attuata dallo stesso Romero. Dopodichè posso tranquillamente affermare che siamo di fronte ad una delle più grandi opere cinematografiche mai realizzate. Un film che ha rappresentato almeno due generazioni, quella appartenente agli anni 70 ed a quella più cupa dei futuri anni 80 e 90, e che oggi rischia di essere retrocesso semplicemente a capostipite del genere horror dai più giovani, certi, che gli effetti speciali siano più importanti del contenuto. Di fatto, invece, -Dawn of the dead- è una pellicola politica, che ha il pregio di identificare e di anticipare la società americana in piena decadenza, un paese guidato con malevole scopo da una classe politica-economica dedita all'interesse proprio, che calpesta diritti e sentimenti, non lasciando spazio all'individualità. Una denuncia sociale quella di Romero, appena abbozzata nella -Notte dei morti viventi-, e che prende una forma più consapevole nel sequel. Se nel primo film primeggiava un'accusa fioca nei confonti delle classi sociali meno agiate, in -Dawn of the dead-, si fa più consistente il pensiero che le diverse etnie afroamericane e sudamericane in primis, seguite poi da quelle asiatiche, seppur prevalenti in tutto il paese, siano considerate forza lavoro senza alcun riguardo per le diverse tradizioni e culture. Romero punta il dito contro una nazione che si è formata dopo aver portato alla quasi estinzione i Nativi, salla schiavizzazione della razza nera e dallo sfruttamento delle risorse umane asiatiche (le ferrovie americane furono costruite utilizzando mano d'opera a basso costo prevelentamente cinese). Nonostante il film mostri come il contagio colpisca l'umanità intera, le prime scene, evidenziano la ghettizzazione dei portoricani che, accalcati, occupano palazzi fatiscenti, quasi a sottolineare in che modo le classi più misere siano le prime a pagare e quelle a non avere alcuna possibilità. Inoltre, l'allegoria del cannibalismo recepito come consumismo di massa irrompe in ogni sequenza, ostentando le qualità peggiori di una società capitalistica che vede la componente umana ridotta a zero. è l'America dei conflitti interminabili, delle intromissioni dei servizi segreti, degli scandali, nel periodo di frattura che vede intellettuali e non, porsi interrogativi inquietanti su quanto il nuovo ordine di una nazione belligerante possa influire sul destino dell'umanità intera. Ed oggi, a trent'anni dalle intuizioni di Romero, possiamo tirare le somme.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Giovedì, 23 Novembre 2006
  • Da Merlino

Dead Meat

  • Lunedì, 17 Novembre 2014
  • Da Francesco paolo Cinconze

Zombi (Dawn of the Dead) - Recensione Film

  • Sabato, 06 Novembre 2010
  • Da Marco Viola

Il Figlio di Chucky

  • Lunedì, 15 Marzo 2004
  • Da Za-lamort

The Dead Next Door

  • Mercoledì, 29 Settembre 2010
  • Da Super User

Red Dead Redemption Undead Nightmare Pack - Il Selvaggio West è invaso dagli Zombi!!!

  • Giovedì, 29 Novembre 2012
  • Da Super User

UPDATE - Ecco il Mostro di Pacific Rim che attacca la Terra

  • Mercoledì, 25 Settembre 2013
  • Da Super User

Echo Dr. - Vi sentireste sicuri con un guardiano cyborg che protegge la vostra casa?

  • Martedì, 27 Gennaio 2015
  • Da Marco Viola

Quale è l'origine degli Zombi? Lo svela Cameron Romero nel prequel de La Notte dei Morti Viventi

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort