SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

World Invasion [1]

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
World Invasion [1] 4.00 of 5 1 Vote.
Agosto 2011: una pioggia di meteoriti si scatena sulla costa occidentale degli USA ma ben presto quello che sembrava uno straordinario evento atmosferico si rivela in realtà un'invasione. Un gruppo di marines, guidati dal sergente Nantz (Aaron Eckhart), ha il compito di recarsi a Santa Monica ed evacuare i cittadini che ancora non sono riusciti a fuggire. Si troveranno ad affrontare un vero inferno...Fughiamo subito ogni dubbio: World Invasion (Battle: Los Angeles) è un film di guerra, non di fantascienza.
Il primo film a cui ho pensato mentre lo guardavo è stato Black Hawk Down di Ridley Scott. In effetti abbiamo anche qui un gruppo di marines che si trova a combattere sotto il fuoco nemico in una città ormai deserta e semidistrutta, poco importa che dall'altra parte della barricata non ci siano le milizie irregolari di qualche signore della guerra africano (o gli iracheni) bensì truppe di alieni ben armate ed addestrate.C'è un alto tasso di drammaticità e tensione che traspira dai volti stremati ed impauriti dei soldati e dei civili soccorsi, che si trovano ad affrontare un nemico sconosciuto che li sta attaccando in casa propria (legge del contrappasso?). Sembra davvero di assistere ad una ricostruzione storica di un evento bellico realmente accaduto, come già capitato in passato per mano di registi come Spielberg, Stone o Scott. I personaggi sono credibili, autentici: non ci sono marines che prendono a cazzotti alieni fumando un sigaro o presidenti che pilotano F-14, ma uomini veri, tormentati, come il sergente Nants, ormai prossimo alla pensione, da decisioni sbagliate del passato che non lo mollano un solo istante. Una regia attenta che segue i soldati passo dopo passo: cade con loro, si infanga con loro, resta sotto la pioggia di fuoco come loro e gli sta dietro fino alla fine, permettendo allo spettatore di avvicinarsi sempre più ai protagonisti. Visti i precedenti lavori di Liebesman c'è da sorprendersi: titoli come Al calare delle Tenebre e Non aprite quella porta: L'inizio non hanno certo entusiasmato, ma forse il regista ha saputo trovare il genere adatto a lui.World Invasion sembra comunque una scommessa vinta. Al di là del budget di quasi 100 milioni di dollari, non ci sono nomi altisonanti: di Jonathan Liebesman si è già detto, tra prodottori nessun nome conosciuto, lo stesso sceneggiatore Chris Bertolini ha scritto solo qualcosa per la tv. Anche tra gli interpreti non ci sono attori molto famosi: Eckhart deve la sua fama per aver interpretato Harvey Dent in Batman Dark Knight di Christopher Nolan, ma non si può dire che sia un divo di Hollywood. A fargli da spalla troviamo Michelle Rodriguez.In conclusione possiamo dire che World Invasion è un film che prende ed appassiona, uno dei migliori film di guerra degli ultimi dieci anni, una scommessa vinta che lancia un nuovo genere cinematografico dove guerra e fantascienza sono miscelati accuratamente e senza sbavature. Certo, come tutti i film bellici americani c'è un po' di patriottismo, ma non così esagerato come nelle pellicole di Michael Bay o Roland Emmerich.
Staremo a vedere se un eventuale successo al botteghino non alimenti la possibilità di un sequel, sperando che quanto di buono visto in questo film non venga sacrificato per una sceneggiatura non all'altezza.

 

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort