SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Venerdì 13 (Remake)

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Venerdì 13 (Remake) 3.00 of 5 1 Vote.
A due anni dalla felice operazione che, grazie a Rob Zombie, ha riportato in auge la mai dimenticata figura di Michael Myers, questa volta tocca ad un altro pezzo da novanta della galassia horror made in Usa venire riesumato: è il turno del terribile Jason Voorhees dell'infinita saga di Venerdì 13, giunta ormai, tra sequel e spin-off, al suo dodicesimo capitolo.Un gruppo di ragazzi si inoltra nella foresta intorno a Crystal Lake per trascorrere qualche giorno in tenda, scolarsi qualche birra e fare un pò di sesso in promiscua libertà. In realtà, i due più scafati stanno cercando una piantagione di marijuana nascosta lì vicino, intendendo appropriarsene per ricavarci un bel gruzzoletto. Quella sera, discorrendo seduti intorno al fuoco, ricordano la vicenda di Jason e i drammatici fatti accaduti al Crystal Lake Camp. Il pazzoide, come evocato dall'oblio della notte, prontamente riappare e se li mangia in un boccone. Un mese e mezzo più tardi, il fratello di una di loro vaga da quelle parti intenzionato a scoprire cosa sia successo alla sorella, sparita da troppo tempo senza lasciare traccia. Il suo destino incrocia quello di alcuni studenti di college venuti a cazzeggiare nella villa del padre del più antipatico tra loro. La lotta contro Jason è all'ultimo sangue e in pochi potranno, forse, raccontarla.Marcus Nispel, dopo il poco convincente remake di Non Aprite Quella Porta, ci riprova e cerca di dare una nuova giovinezza a quel farabutto psicopatico di Jason. Prodotto dall'onnipresente Michael Bay, già responsabile ai tempi della rivisitazione del celebre capolavoro di Hooper, e girato con la benedizione di Sean Cunningham, nelle vesti di produttore esecutivo, Venerdì 13 è uno slasher riuscito, divertente, facile e adrenalinico. La storia, appena abbozzata rubacchiando qua e là, riesce ad avere una sua apprezzabile e inaspettata coerenza interna, mentre l'attenzione si sposta prontamente al nocciolo della questione: l'azione, spettacolare e feroce.Il film, pensato come si usa per un target giovanile, non dimentica comicità ed erotismo, con gags da liceo e splendide ragazze svestite e disponibili alle voglie di ragazzotti debosciati e fumati, mostrate mentre fanno sci d'acqua in topless o scappano terrorizzate nel bosco, ma, soprattutto, regala ampio spazio alla crudeltà inappellabile e sanguinaria del folle omicida. Nispel è prudente e preferisce non inventarsi stramberie, nessuna intenzione di rivangare troppo il passato o di immaginare nuovi e insidiosi scenari (visti anche i poco confortanti precedenti). Il regista si limita a sfoderare la camera a mano e ad assecondare gli entusiasmi incontrollabili del mostro. L'omaggio agli anni ottanta è sentito e visibile in ogni aspetto dell'opera, fino al rispetto quasi maniacale delle tante regole non scritte del genere, come quella, arcinota, del chi fa sesso muore; e se pure si è lontani dai fasti di un tempo che fu, l'operazione Venerdì 13, tutto sommato, riesce bene, regalando allo spettatore un'ora e mezza di sano e gustoso disimpegno splatter. Jason è tornato.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Martedì, 18 Gennaio 2011
  • Da xChuCkyx

Nightmare (Remake) [2]

  • Domenica, 09 Dicembre 2012
  • Da Super User

VS Reviews - Venerdì 13 Remake di Marcus Nispel

  • Domenica, 26 Febbraio 2006
  • Da Maxena

Ghost Lake

  • Venerdì, 30 Marzo 2007
  • Da Sabina Mazzoldi Pfeifer

Fingerprints

  • Lunedì, 14 Giugno 2004
  • Da Salvatore Mennea

Lake Placid

  • Mercoledì, 01 Dicembre 2004
  • Da Salvatore Mennea

Venerdì 13 Parte III: Weekend di terrore

  • Lunedì, 16 Marzo 2009
  • Da Alberto Genovese

Eden Lake

  • Mercoledì, 01 Dicembre 2004
  • Da Salvatore Mennea

Venerdì 13 Parte II: L'Assassino ti siede accanto

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort